Gwangju chiude, Jemai e Bressi decime

12 Luglio 2015

La XXVIII edizione dell'Universiade termina due decimi posti nel giavellotto (52,67) e nei 1500 (4:27.89). Ritirato Ahmed El Mazoury nella mezza maratona. 


 

Sono tre gli italiani in gara nell'ultima giornata del programma dell'atletica all'Universiade di Gwangju, in Corea del Sud. Il primo a scendere in gara, quando in Italia è l'1:10 di notte, è Ahmed El Mazoury alla partenza della mezza maratona: l'avventura dell'azzurro nella massima rassegna universitaria termina però molto presto, perchè a causa di alcuni problemi di stomaco il finanziere è costretto a ritirarsi dopo i primi 5km (corsi in 15:29). Gwangju manda alle cronache un podio interamente giapponese, sul quale salgono Ogura (1h04:41), Isshiki (1h04:52) e Takahashi (1h05:29). Sulla pedana del giavellotto Sara Jemai ottiene il decimo posto in 52,67 (52,67 - N - 50,82) nella gara vinta con la misura di 60,45 da Tatsiana Khaladovich (Bielorussia). La seconda finale di Barbara Bressi, quella dei 1500, si conclude al decimo posto in 4:27.89La gara è costruita dalla croata Matea Parlov su ritmi tattici, e vede avere la meglio l'ugandese Docus Ajok in 4:18.53 su Gabrielle Stafford (4:19.27, Canada) e Kristina Ugarova (4:19.78, Russia). L'Universiade di Bressi consta comunque di due finali e un primato personale, quello dei 5000 abbattuto di 20 secondi (sino a 16:31.40). 

La ventottesima edizione dell'Universiade - che ha coinvolto circa 20mila partecipanti da 170 paesi del mondo, impegnati in 21 diversi sport - si conclude così con un'unica medaglia azzurra nell'atletica, il bronzo di Stefania Strumillo nel disco: l'emiliana di Molinella, ma reatina d'adozione, è stata la vera sorpresa azzurra della rassegna: il suo 58,22 le vale il sesto posto nelle graduatorie italiane alltime, oltre a un miglioramento personale di quasi tre metri. Nel bilancio azzurro ci sono anche i quinti posti di Davide Manenti nei 200 e di Federico Apolloni nel disco, il sesto di Patrick Nasti nelle siepi (8:42.04) e il settimo di Marta Milani nei 400 (in semifinale scesa a 52.76). 

a.c.s.

RISULTATI/ResultsIL SITO DELLA MANIFESTAZIONE - LA SQUADRA ITALIANA - GLI AZZURRI IN GARA - ORARIO/Timetable



Condividi con
Seguici su: