Greco oro mediterraneo a Mersin

26 Giugno 2013

Nella prima giornata di gare in Turchia, gli azzurri salgono quattro volte sul podio: oltre alla vittoria di Greco, un argento (Grenot) e due bronzi (Schembri e Salis)

 

Prima giornata dell'atletica ai XVII Giochi del Mediterraneo a Mersin (Turchia) e prime quattro medaglie per l'Italia che nel triplo colleziona l'oro con Daniele Greco (17,13) e il bronzo con Fabrizio Schembri (16,62). Argento a Libania Grenot nei 200 metri (23.20), mentre Silvia Salis è terza nel martello (62,52). Ad un passo dal podio Margherita Magnani che corre i 1500 in 4:06.34 e sale al settimo posto delle liste italiane alltime. Quarto anche Diego Marani, 20.78 nei 200 metri. 

Daniele Greco non smentisce il suo ruolo di favorito ed esce vincitore dalla sfida del triplo. Il campione europeo indoor, dopo un nullo e un 16,57 (+0.1), mette a segno il salto giusto al terzo ingresso in pedana. Rincorsa, stacco in pieno sull'asse di battuta ed un'esecuzione ordinata che, atterrato nella sabbia, si traduce sul display in 17,13 (+1.4). Oro praticamente messo in cassaforte per il salentino delle Fiamme Oro e, in chiave azzurra, invertito il podio delle precedente edizione con Fabrizio Schembri di bronzo. Il carabiniere lombardo, primo nella passata edizione (Greco nel 2009 era stato terzo), oggi si difende con una serie tutta oltre i 16,50 e una miglior misura di 16,62 (+1.8) che lo pone alle spalle del greco Dimitrios Tsiamis (17,00/+1.2).

Argento per Libania Grenot che corre la finale dei 200 metri in 23.20 (-1.8), ma a pochi passi dal traguardo l'azzurra delle Fiamme Gialle (23.59/-1.4 in batteria) si fa soffiare il successo dalla cipriota Eleni Artymata, 23.18. Al maschile, Diego Marani (Fiamme Gialle) finisce quarto in 20.78 (-0.7), mentre l'aviere Davide Manenti è settimo con 20.86. In batteria i due azzurri avevano rispettivamente fermato il cronometro a 20.92 (-0.4) e 20.90 (-0.9). Nel duello per il metallo più prezioso la spunta, invece, il greco Tsakonas, un centesimo più veloce del turco (ex azero) Guliyev: 20.45 a 20.46.

Nel martello, Silvia Salis torna a casa con una medaglia che non è quella d'oro di Pescara 2009. La genovese delle Fiamme Azzurre stavolta è terza con il 62,52 del lancio d'apertura che ha poi cercato insistentemente di migliorare, incappando però in cinque nulli. Vittoria alla francese Jessika Guehaseim con 67,14.

Chi arriva, invece, ad un soffio dal podio è Margherita Magnani nei 1500. La mezzofondista delle Fiamme Gialle conferma la buona condizione già evidenziata nell'avvio di stagione e, malgrado un vistoso contatto con un'avversaria a 300 metri dall'arrivo, lotta fino all'ultimo per agguantare una medaglia. Il verdetto per il bronzo è quasi al photofinish e favorisce di appena 12 centesimi la turca Koyuncu, 4:06.22 dietro la marocchina Hilali (4:04.06) e l'albanese Gega (4:05.63). La Magnani può comunque sorridere per il bel progresso del primato personale portato 4:06.34 (era accreditata con il 4:08.87 del Golden Gala). Crono che ne fa la settima italiana di tutti tempi della specialità a livello assoluto. In crescita anche la compagna di club Giulia Viola che arriva sesta migliorandosi a 4:10.00 (aveva corso in 4:12.88 ad inizio maggio).

 

La prima giornata di competizioni si chiude, quindi, con Giulia Benecchi (Esercito) quinta a quota 4,30 nell'asta vinta dalla greca Ledaki (4,50), mentre il giavellottista Norbert Bonvecchio (Atl. Trento CMB) è sesto con 72,55 nella gara dominata dal turco Avan grazie ad una spallata da 83,84.

Notizie dall'infermeria. Oggi era atteso in gara anche il primatista italiano dei 110hs Emanuele Abate, ma a seguito di un dolore al piede destro in fase di riscaldamento, il ligure delle Fiamme Oro ha preferito rinunciare ad andare sui blocchi. Qualche problema fisico anche per Yuri Floriani (Fiamme Gialle) che salterà quindi l'impegno nei 3000 siepi.

DOMANI 17 AZZURRI IN GARA - Giovedì 27 giugno saranno 17 gli azzurri dell'atletica in gara a Mersin. Tra corse e concorsi saranno 9 in tutto le sfide che assegneranno medaglie. A partire dalla 20km di marcia femminile con Eleonora Giorgi, quattordicesima all'Olimpiade di Londra e un mese fa sesta in Coppa Europa. La sessione pomeridiana si aprirà, invece, nel segno dell'alto maschile con il primatista italiano indoor Silvano Chesani e il tricolore assoluto Gianmarco Tamberi. Da seguire i 100 metri maschili con il bronzo europeo dei 60 indoor Michael Tumi affiancato da Jacques Riparelli. Nel lungo difenderà l'oro di Pescara 2009, Tania Vicenzino, mentre i 10.000 metri vedranno al via il vice-campione continentale under 23, Ahmed El Mazoury.

a.g.

XVII Giochi del Mediterraneo
Mersin (Turchia)
2ª giornata - 27 giugno 2013
Gli azzurri in gara (orario italiano)

7:00     Marcia 20km donne         Eleonora Giorgi
17:00    Alto uomini FINALE          Silvano Chesani, Gianmarco Tamberi
17:15    Disco uomini FINALE        Giovanni Faloci
18:00    100m donne batterie        Ilenia Draisci, Audrey Alloh
18:15    100m uomini batterie       Michael Tumi, Jacques Riparelli
18:30    400m donne batterie        Chiara Bazzoni, Maria Benedicta Chigbolu
18:50    400m uomini batterie       Matteo Galvan, Lorenzo Valentini
19:10    400hs donne FINALE         Francesca Doveri, Manuela Gentili
19:20    Lungo donne FINALE         Tania Vicenzino
19:25    1500m uomini FINALE        Merihun Crespi             
19:40    100m donne FINALE          ev. Draisci, Alloh
19:50    100m uomini FINALE         ev. Tumi, Riparelli
20:05    10.000m uomini FINALE     Ahmed El Mazoury

SEGUICI su Twitter [@atleticaitalia]Facebook

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: