Ginevra brillano le ostacoliste

02 Giugno 2012

La Gentili, 55.58 nei 400hs, ottiene il minimo europeo per Helsinki come la Cattaneo nei 100hs (13.07) e Collio nei 100 (10.27). 110hs: Dal Molin 13.65 e Perini record junior, 13.66

 

Italiani protagonisti oggi al 25° Meeting internazionale di Ginevra. Su tutti Manuela Gentili (CUS Palermo), seconda in 55.58 nei 400hs vinti dalla britannica Eilidh Child, 54.96. Per l'aleta di Castel San Giovanni (Piacenza) si tratta del primato personale migliorato di 20 centesimi (aveva corso in 55.78 nel 2010 a Grosseto), del minimo per gli Europei di Helsinki (56.30) ad appena 8 centesimi da quello olimpico A (55.50) per Londra. Una prestazione che, oltre a valerle l'attuale settimo tempo europeo 2012, promuove la 34enne tricolore assoluta delle ultime due stagioni, al ruolo di quarta italiana di sempre della specialità nella lista guidata dal 54.79 record di Benedetta Ceccarelli (2005). La Gentili che lo scorso 23 maggio a Vigevano aveva stabilito con 40.00 la migliore prestazione nazionale dei 300hs, era reduce dall'esordio stagionale in 56.36 al Compeed Golden Gala di Roma.

Sui 100hs, invece, in luce Micol Cattaneo. La lombarda dei Carabinieri si aggiudica prima la batteria in 13.12 (-0.2) e poi è ancora più veloce in finale, 13.07 (-0.4) e terzo posto alle spalle delle francesi Diawara (13.02) e Billaud (13.06). Entrambi i crono sono sotto il 13.25 del minimo per gli Europei in Finlandia e la Cattaneo va così ad aggiungersi al terzetto di azzurre già in possesso dello standard per la rassegna continentale: Marzia Caravelli (12.85), Veronica Borsi (13.05) e Giulia Pennella (13.23).

Pass per Helsinki (10.28 il minimo) raggiunto anche dallo sprinter Simone Collio (Fiamme Gialle) vincitore in 10.27 (+0.9) con il 10.35 del compagno di club, Fabio Cerutti. In batteria avevano rispettivamente corso in 10.35 e 10.36 (-0.2). Niente da fare, invece, per Andrew Howe (Aeronautica) che, all'esordio stagionale nei 200 metri, dopo metà gara in testa, è stato costretto a fermarsi all'uscita della curva a causa di un fastidio ad una coscia, arrivando al traguardo camminando. 21.12 (+1.6) per Davide Manenti. Il più veloce sul mezzo giro di pista è stato il greco, campione europeo under 23 in carica, Likourgos Tsakonas che con 20.52 (+0.3) ha messo in fila il britannico Ellington (20.55) e il ventenne francese Vicaut, 20.67. Nella quarta serie, si fa notare il 20.99 (PB di 32 centesimi) controvento (-1.3) di Fabio Squillace (Atl. Riccardi), mentre nei 400hs maschili 50.60 del finanziere Leonardo Capotosti.

La 4x100 femminile composta da Gloria Hooper (Forestale), Audrey Alloh (Fiamme Azzurre), Martina Amidei (CUS Torino) ed Ilenia Draisci (Esercito) ha portato il testimone al traguardo in 43.92, terza alle spalle dei quartetti di Olanda (42.90) e Svizzera (43.81), entrambi al record nazionale. Domani le azzurre saranno di nuovo in gara al vicino meeting Résisprint di La Chaux-de-Fonds.

Intanto oggi sui 100, 11.49 (+1.2) della Alloh, 11.74 di Jessica Paoletta (Esercito) e 11.63 (0.0) della junior di origine nigeriana Judy Ekeh (Reggio Event's), poi 23.95 (-0.6) sui 200. Progressi anche per la forestale Giulia Arcioni, 53.45 (PB) sul giro di pista. In chiave internazionale, tra i migliori risultati di oggi da segnalare il 13.24/-0.5 (e 13.32/+0.8 in batteria) nei 110hs del francese, vicecampione europeo in carica, Garfield Darien che sale così al secondo posto delle liste continentali 2012 tra il sorprendente russo Sergey Shubenkov (13.18, record nazionale il 31 maggio a Hérouville) e il primatista italiano Emanuele Abate (13.32). Nella stessa gara sfiora, invece, il personale Paolo Dal Molin (Athletic Club 96), quinto in 13.65 (-0.5), ad appena un centesimo dal 13.64 realizzato il 12 maggio a Mannheim e che già gli era valso lo standard per Helsinki (13.70).     

110HS JUNIOR, PERINI RECORD 13.66 - A proposito di record, chi a Ginevra ne ha stabilito uno, l'ennesimo della sua giovane carriera, è stato Lorenzo Perini. Il talentuoso 17enne lombardo dell'OSA Saronno Libertas nei 110hs degli under 20, ha fermato il cronometro a 13.66 (+1.3). Dieci centesimi meglio del precedente limite su barriere da 1 metro, 13.76, ottenuto da Hassane Fofana (Bergamo 59 Creberg) il 18 giugno 2011 a Bressanone. Perini che quest'anno sugli ostacoli senior da 106cm ha corso in 14.12, a febbraio aveva fatto suo anche il primato di categoria dei 60hs indoor (7.81), dopo aver riscritto, nel 2011 tra gli Allievi, le migliori prestazioni di sempre di 110hs/0.91 (13.44), 110hs/1.00 (14.15) e 200hs (24.62). 

a.g.

File allegati:
- RISULTATI/Results
- Criteri di partecipazione Europei e Giochi Olimpic

Lo junior Lorenzo Perini (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: