Galbieri, cadetto record con 8.92 sugli 80




 
Netta vittoria dei padroni di casa della Lombardia nell'ottagonale interregionale di Chiuro, evento tra i principali del weekend atletico 2008. La rappresentativa lombarda ha totalizzato 54 punti contro i 78 del Veneto e gli 86 del Piemonte. Tra i successi individuali della squadra lombarda spiccano quelli di Marco F.Vistalli nei 400 in 47.49 e di Andrea Adragna nei 3 km di marcia in 12:03.37 e soprattutto la vittoria di Marta Milani nei 400 in 55.28. La stessa Milani ha poi pilotato la staffetta veloce al successo. Fra gli altri risultati da segnalare in campo maschile il 10.76 di Alessandro Rocco (Emilia Romagna) nei 100 metri, fra le donne l'1,74 di Tatiana Vitaliano (Piemonte) nell'alto, il 9:40.62 di Emma Quaglia (Liguria) nei 3000 e l'11.77 di Doris Tomasini (Trentino) nei 100 metri.

Sempre per quanto riguarda l'attività su pista, particolarmente intenso era il programma in Veneto: al 5. Meeting Atletica Triveneta a Treviso in evidenza Silvano Chesani (FF.OO.) che nell'alto è approdato a 2,13 nel peso la sua compagna di colori Silvana Rosolen che ha lanciato a 15,45. Bene anche il padovano Leonardo Gottardo (Biotekna Marcon) con 65,70 nel giavellotto e lo junior Domenico Fontana (Ga Bassano) 22.01 nei 200. Al 18. Trofeo Zanon di Rossano Veneto (Vi) spicca l'8.92 di Giovanni Galbieri (Insieme New Foods) sugli 80 metri, miglior prestazione italiana cadetti a livello elettronico (nell'elenco resta l'8.7 manuale di Andrea Massacesi datato 2000). Il meeting vicentino ha visto anche l'allieva Elena Vallortigara valicare l'1,80 nell'altoSilvia Zuin correre i 100hs in 14.31, il 16,49 nel peso di Tommaso Parolo e, fra i cadetti, l'1,92 di Davide Spigarolo e Michael Piccoli nell'alto e il 40.13 di Paolo Spezzati nei 300hs.

Domenica ha ripreso vigore anche l'attività sulle mezze maratone. A Bologna, nella classica Run Tune Up con oltre 1.500 concorrenti al via provenienti da 11 Nazioni, vittoria annunciata da parte del kenyano Jackson Kirwa Kiprono che per i colori della Fratellanza Modena ha concluso la sua fatica in 1h02:21, tempo di notevole spessore che conferma la scorrevolezza del tracciato bolognese. Alle sue spalle finisce il connazionale Abraham Talam Kipkemer (Mezzofondo Recanati) in 1h05:59, terzo Mathew Rugut (Acsi Campidoglio) in 1h06:02. Primo italiano è Matteo Palumbo (Carabinieri) settimo in 1h07:54. Ben diverso il discorso in campo femminile con podio tutto tricolore: la vittoria va a Vincenza Sicari tornata rinfrancata dalle Olimpiadi di Pechino che bissa la vittoria dello scorso anno in 1h14:58 stroncando la resistenza dell'etiope Worku e della ruandese Nyiransabimana. Il podio è così completato da Ornella Ferrara (Pbm Bovisio Masciago/1h15:05) e Ivana Iozzia (Corradini Excelsior/1h15:21). Alla Marcialonga Running di Cavalese, gara di oltre 25,5 km che ricalca l'omonima prova di sci di fondo, la vittoria va al kenyano Justus Kipchirchir Kiprono in 1h20:53 davanti al tunisino Rached Amor staccato di 1:28. Grande tripudio della folla per il terzo posto di Francesco Bazzanella, atleta locale dell'Atl.Trento Cmb che chiude in 1h23:02 staccando nettamente il più accreditato Emanuele Zenucchi (Recastello) quarto in 1h25:58. Fra le donne la spunta Marinella Curreli (Sg Amsicora) in 1h36:52 davanti a Federica Ballarini (Sa Valchiese/1h38:06) e a Ana Nunu (Gabbi/1h39:05).

g.g.

Nella foto: Marta Milani (foto Giancarlo Colombo per Omega/Fidal)




Condividi con
Seguici su: