FIDAL Sardegna: le scuse di Sergio Lai

31 Gennaio 2017

Il messaggio del presidente del Comitato Regionale sardo Sergio Lai.


 

Il presidente del Comitato Regionale FIDAL Sardegna, Sergio Lai, ha trasmesso la seguente nota sulla polemica che lo ha visto coinvolto per una affermazione pronunciata domenica nel corso di una manifestazione di corsa campestre. Nella circostanza, Lai è stato accusato (prima da un’atleta sui social media, poi da vari esponenti politici) di comportamento sessista, per aver annunciato, al termine della gara femminile, l’arrivo “dei veri atleti”, protagonisti della successiva prova al maschile.

"Sono profondamente amareggiato – le parole di Lai – per la diffusione che ha avuto questa polemica. Non era mia intenzione offendere nessuno, né tantomeno esprimere un concetto sessista, lontano anni-luce dalla mia formazione e dalla mia storia, che dicono tutt’altro. Ma prendo atto delle proteste, e nel rispetto del ruolo istituzionale che occupo, mi scuso con tutti coloro che si sono sentiti offesi per la mia affermazione. I veri atleti sono tutti coloro che, uomini e donne, ad ogni livello, dedicano sentimenti ed entusiasmo allo sport. Senza alcuna distinzione di genere".

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: