Europei cross: nel 1999 Guerra torna il re




 
Dopo l’edizione di Ferrara, i Campionati Europei nel 1999 si spostano a Velenje, in Slovenia, trovando freddo (4 gradi) e umidità, condizioni tipiche da cross country. Ne scaturisce una giornata di grande atletica con gare molto combattute e verdetti per certi versi sorprendenti. L’Italia, campione uscente a squadre fra gli uomini, si difende bene, ma per una manciata di punti manca il podio. La gara ripropone ai vertici Paulo Guerra: l’11 posto dell’anno prima era sembrato sancire il suo tramonto ma già prima dell’Europeo aveva dimostrato nuova verve, pur venendo battuto due volte dal connazionale Henriques. In Slovenia Guerra torna agli antichi fasti, giostrando la gara da par suo, con Ramos che gli fa da gregario prima di cedere numerose posizioni nel finale ed Henriques che questa volta nulla può contro il capitano, finendogli comunque vicino, unico a limitare il distacco. Il migliore degli italiani è Umberto Pusterla, buon ottavo con Baldini, alla sua prima esperienza europea, che rientra nei primi dieci. Molto bella la gara femminile, una battaglia innescata alla francese di nascita marocchina Rakia Maraoui che però pagherà il suo ardire con un cedimento finale. La lotta si sviluppa fra la rumena Dita e la svizzera Weyermann e la cosa curiosa è che la prima è una maratoneta, la seconda una specialista dei 1500 metri, finalista ai Mondiali di Siviglia. Nel finale l’elvetica fa valere la sua maggiore propensione alla velocità e alle accelerazioni per staccare la Dita che contiene il ritorno della serba Jevtic, ancora una volta sul gradino più basso del podio. La rassegna continentale regala un’altra bella prestazione di Sabrina Varrone, che chiude al decimo posto, ma la squadra è quinta. Le prove juniores: la gara maschile va al belga Janssens che fa corsa tutta di testa sfruttando la suicida tattica del rumeno Bura che cede nel finale finendo addirittura 47., mentre il fiammingo arriva solitario, il primo azzurro è Christian Obrist solamente 29.. Va un po’ meglio fra le ragazze, con la Belotti che conclude al 15. posto dopo una prova molto combattuta nelle posizioni di testa, che alla fine premia la portoghese Monteiro davanti alla svizzera Spirig (un’edizione storica per le elvetiche). Titolo a squadre confermato per la Turchia, anche se l’apporto delle etiopi naturalizzate Ozyurt e Surekli è anche quest’anno assai limitato. g.g. Nella foto: il belga Hans Janssens vincitore della prova juniores (foto organizzatori) RISULTATI Uomini Seniores: 1. Paulo Guerra (Por) 32:45; 2. Eduardo Henriques (Por) 32:50; 3. Jonathan Brown (Gbr) 33 :32 ; 4. Mustapha El Ahmadi (Fra) 33:41; 5. Domingos Castro (Por) 33:44. Gli italiani: 8. Umberto Pusterla 33:53; 10. Stefano Baldini 34:08; 24. Gianni Crepaldi 34:46; 29. Edoardo Romano 34:56; 51. Simone Zanon 36:10; 59. Marco Galeasso 36:50. Classifica a squadre: 1. Gran Bretagna, punti 35; 2. Portogallo 41; 3. Francia 58; 4. Italia 71; 5. Irlanda 94. Juniores: 1. Hans Janssens (Bel) 23:00; 2. Guillaume Eraud (Fra) 23:12; 3. Turo Inkilainen (Fin) 23:12; 4. Martin Proll (Aut) 23:15; 5. Mukitar Farah Mohamed (Gbr) 23:18. Gli italiani: 29. Christian Obrist 24:03; 30. Valerio Gulli 24:05; 40. Lorenzo Cannata 24:19; 57. Mattia Maccagnan 24:42. Classifica a squadre: 1. Gran Bretagna, punti 26; 2. Francia 38; 3. Irlanda 43; 4. Portogallo 45; 5. Germania 54… 8. Italia 99. Donne Seniores: 1. Anita Weyermann (Sui) 18:53; 2. Constantina Dita (Rom) 19:01; 3. Olivera Jevtic (Yug) 19:03; 4. Liz Yelling (Gbr) 19:06; 5. Tatyana Tomasheva (Rus) 19:09. Le italiane: 10. Sabrina Varrone 19:18; 24. Rosanna Martin 19:57; 29. Flavia Gaviglio 20:14; 30. Silvia Sommaggio 20:17; 44. Gloria Marconi 21:02. Classifica a squadre: 1. Francia, punti 34; 2. Romania 35; 3. Portogallo 39; 4. Gran Bretagna 41; 5. Italia 63. Juniores: 1. Ines Monteiro (Por) 12:48; 2. Nicola Spirig (Sui) 12:55; 3. Anne Marie Moutsionga (Rom) 13:02; 4. Turkan Erismis (Tur) 13 :07 ; 5. Kim Offergeld (Bel) 13:09. Le italiane: 15. Valentina Belotti 13:25; 24. Valeria Marinoni 13:36; 53. Federica Dal Ri 14:06. Classifica a squadre: 1. Turchia, punti 27; 2. Portogallo 32; 3. Belgio 34; 4. Svizzera 40; 5. Romania 49… 8. Italia 92. File allegati:
- IL SITO DEGLI EUROPEI DI CROSS 2006



Condividi con
Seguici su: