Europei cross 2004: l'Italia torna sul podio




 
La località tedesca di Heringsdorf, teatro dell’edizione 2004 dei Campionati Europei di corsa campestre, restituisce il sorriso alla delegazione azzurra. Finalmente la squadra maschile torna sul podio, sei anni dopo il trionfo di Ferrara. E’ il miglior viatico per l’esordio della nuova guida federale, Franco Arese che non fa mancare il suo sostegno ai ragazzi impegnati in Germania. La squadra azzurra si rende protagonista di una superba prestazione collettiva, piazzando quattro atleti fra l’8. e il 17. posto. Il migliore è Umberto Pusterla, autore di una straordinaria rincorsa: 59. dopo il primo giro, 18. all’attacco dell’ultima tornata, recupera posizioni su posizioni e chiama alla riscossa gli altri azzurri a ogni sorpasso, come un vero capitano. La vittoria individuale va, e non poteva essere altrimenti, all’ucraino Sergey Lebid che così stabilisce il nuovo record di successi agli Europei, staccando con 5 titoli il portoghese Paulo Guerra fermo a quota 4. Lebid dimostra di avere una classe superiore andandosene via a un giro e mezzo dalla conclusione per scavare un divario enorme fra lui e gli altri. Secondo è lo spagnolo De La Ossa, terzo il francese Maazouzi e alla Francia va anche il titolo a squadre. Non altrettanto bene le cose vanno in campo femminile, complice le cattive condizioni fisiche di Patrizia Tisi che non riesce a ripetere la bella prestazione dell’anno precedente ma che comunque risulta ancora la migliore delle italiane con il suo 19. posto. Manca la Radcliffe, ma le ragazze britanniche non la fanno rimpiangere riuscendo anzi a conquistare due dei tre gradini del podio. Vince nel concitato finale Hayley Yelling, che precede la specialista polacca dei 3000 siepi Bak e la connazionale Pavey, ma la vittoria a squadre è del Portogallo che piazza tre atlete tra il sesto e il decimo posto. In ambito juniores arriva un segnale positivo dai ragazzi azzurri: Stefano La Rosa, 18. e Marco Naijbe Salami, 20., portano la squadra italiana a un ottimo quinto posto in una competizione che fa registrare la sorprendente sconfitta dei fratelli Rybakov, autori di una doppietta nelle due precedenti edizioni ma beffati in volata dall’ungherese Bene. Fra le donne la spunta la turca Uslu e questa volta non è una naturalizzata etiope, ma un vero prodotto di casa. g.g. Nella foto: Maurizio Leone inseguito da Pusterla(archivio Fidal) RISULTATI Uomini Seniores: 1. Sergiy Lebid (Ukr) 27:31; 2. Juan Carlos De La Ossa (Esp) 27:54; 3. Driss Maazouzi (Fra) 28:05; 4. Gunther Weidlinger (Aut) 28:08; 5. Mounir Elhousni (Fra) 28:14. Gli italiani: 8. Umberto Pusterla 28:24; 12. Maurizio Leone 28:25; 13. Michele Gamba 28:26; 17. Gabriele De Nard 28:28; 49. Luciano Di Pardo 29:10; 50. Giuliano Battocletti 29:11. Classifica a squadre: 1. Francia, punti 28: 2. Italia 50; 3. Gran Bretagna 63; 4. Spagna 71; 5. Portogallo 104. Juniores: 1. Barnabas Bene (Hun) 16:18; 2. Yevgeniy Rybakov (Rus) 16:19; 3. Anatoliy Rybakov (Rus) 16:33; 4. Lukasz Parszczynski (Pol) 16:36; 5. Mark Christie (Irl) 16:43. Gli italiani: 18. Stefano La Rosa 16:58; 20. Marco Naijbe Salami 17:00; 38. Martin De Matteis 17:16; 48. Daniele Meucci 17:22; 59. Gilio Iannone 17:29. Classifica a squadre: 1. Russia, punti 42; 2. Irlanda 54; 3. Gran Bretagna 63; 4. Romania 100; 5. Italia 125. Donne Seniores: 1. Hayley Yelling (Gbr) 18:06; 2. Justyna Bak (Pol) 18:07; 3. Jo Pavey (Gbr) 18:08; 4. Mihaela Maria Botezan (Rom) 18:08; 5. Sabrina Mockenhaupt (Ger) 18:12. Le italiane: 19.Patrizia Tisi 18:30; 44. Vincenza Sicari 19:12; 47. Sabrina Varrone 19:13; 51. Agnes Tschurtschenthaler 19:18; 58. Marzena Michalska 19:28; 67. Rosanna Martin 19:52. Classifica a squadre: 1. Portogallo, punti 38; 2. Gran Bretagna 43; 3. Germania 97; 4. Francia 98; 5. Ungheria 105… 11. Italia 161. Juniores: 1. Binnaz Uslu (Tur) 11:33; 2. Ancuta Bobocel (Rom) 11:42; 3. Marta Romo (Esp) 11:46; 4. Adrienne Herzog (Ned) 11:49; 5. Volha Minina (Blr) 11:50. Le italiane: 29. Adelina de Soccio 12:13; 30. Valentina Costanza 12:14; 52. Valentina Ghiazza 12:37; 54. Catia Libertone 12:40; 75. Elisabetta Petracca 13:00. Classifica a squadre: 1. Romania, punti 51; 2. Gran Bretagna 65; 3. Russia 68; 4. Bielorussia 84; 5. Germania 96… 8. Italia 166. File allegati:
- IL SITO DEGLI EUROPEI DI CROSS 2006



Condividi con
Seguici su: