Europei Cross, le speranze azzurre




 

Si parte. La squadra azzurra è in viaggio per i diciottesimi Campionati Europei di corsa campestre di domenica 11 dicembre. Destinazione: Velenje in Slovenia, ad appena 180km da Trieste. Uno in meno, rispetto ai 20 convocati iniziali, gli azzurri impegnati nella trasferta con Valeria Roffino (Fiamme Azzurre), unica rappresentante delle Promesse femminili, lasciata a casa da un'influenza. "I nostri atleti - dichiara il Direttore Tecnico delle squadre nazionali, Francesco Uguagliati - sono tutti molto concentrati e agonisticamente proiettati su questo importante impegno. In particolare è dalle Seniores che potrebbero arrivare i riscontri più interessanti. I nomi di punta sono due: Nadia Ejjafini e Valeria Straneo. La prima, dopo i notevoli progressi evidenziati tra maratona (2h26:15 minimo olimpico) e mezza maratona (1h08:27 record italiano), ha ottenuto una bella vittoria al cross spagnolo della Valle de Llodio. Per la seconda, invece, è il debutto assoluto in Nazionale, ma nel corso della stagione l'abbiamo vista raggiungere il minimo olimpico nella maratona (2h26:33 a Berlino) e aggiudicarsi con grande autorevolezza le due prove di cross a Volpiano e Borgo Valsugana. Il percorso di Velenje, tra l'altro, con diversi tratti in salita può ben addattarsi al suo stile di corsa. Ricordo che nella storia degli Europei di campestre, nessuna italiana, a livello assoluto, è mai riuscita a cogliere un posto tra le prime otto. Intanto, aspettiamo anche il ritorno di due atlete che nel cross hanno sempre ben figurato come Silvia Weissteiner, in grande ripresa e proiettata sui 3000 dei Mondiali Indoor, ed Elena Romagnolo, condizionata da qualche problema muscolare, ma in via di miglioramento".

"Al maschile - prosegue Uguagliati - ci si affida all'esperienza di Gabriele De Nard, il veterano azzurro delle campestri, giunto con determinazione alla sua quattordicesima partecipazione agli Europei di Cross. Al suo fianco ci saranno anche Stefano La Rosa che ha vinto entrambi gli appuntamenti nazionali di novembre, e il nostro attuale numero uno della maratona, Ruggero Pertile. Insieme a Kaddour Slimani e Yuri Floriani possono dimostrare di essere una formazione compatta e portare a casa anche un buon risultato in termini di squadra. Mancano all'appello due individualità come Andrea Lalli, in ripresa dall'intervento ai tendini, e il bronzo europeo dei 10000 Daniele Meucci alle prese con un problemino ad un piede, ma che, dopo la doppia finale mondiale di Daegu, non aveva comunque programmato la sua partecipazione al cross e al resto della stagione invernale per concentrarsi sugli impegni all'aperto dell'imminente anno olimpico. Qualche fastidio fisico anche per Ahmed El Mazoury, il vicecampione europeo under 23 dei 10000, che avrebbe potuto senz'altro ben figurare anche a Velenje. La nostra squadra Promesse scommette, quindi, su Patrick Nasti, in crescita nei 3000 siepi, e Riccardo Sterni, affiancati da Michele Fontana e Andrea Scoleri".

"Passando ai più giovani - conclude il DT azzurro - quella di Velenje per questi ragazzi sarà, come sempre un'importante esperienza di confronto e maturazione agonistica. Confidiamo che gli Juniores sappiano trarre i giusti stimoli da un contesto internazionale come questo, soprattutto nell'ottica dell'importante appuntamento di categoria che li attende nel 2012, ovvero i Mondiali Juniores di Barcellona. Attendiamo con fiducia anche il ritorno di un giovane talento del mezzofondo come Andrea Sanguinetti, campione italiano junior di cross in carica, in recupero dal delicato intervento a cui si è dovuto sottoporre in primavera".

A VELENJE UN BRONZO PER BERNARD DEMATTEIS - Nel corso della rassegna continentale di campestre di Velenje a Bernard Dematteis (Esercito) sarà consegnata la medaglia di bronzo degli Europei di corsa in montagna 2011. A Bursa (Turchia) l'azzurro era giunto quarto, ma potrà ora salire sul terzo gradino del podio a seguito della squalifica del portoghese José Manuel Gonzalves, terzo classificato, ma trovato positivo al successivo controllo antidoping. Nella stessa gara, vinta per la quinta volta consecutiva dal turco Ahmet Arslan, l'altro azzurro Gabriele Abate era stato d'argento.  Il bilancio dell'evento sale così per l'Italia a 6 metalli (2 ori, 2 argenti e 2 bronzi). 

a.g.

TV - Diretta su Rai Sport 2 dalle 10:25 alle 15:30. Streaming video dell'intera manifestazione accessibile attraverso l'home page dell'European Athletics

ORARIO/Timetable
10:45: Junior donne (3.970 m)
11:24: Junior uomini (6.070 m)
12:07: Under23 donne (6.070 m)
12:52: Under23 uomini (8.170 m)
13:41: Senior donne (8.170 m)
14:33: Senior uomini (9.870 m)

ISCRITTI: Uomini - Donne  

XVIII Campionati Europei di Cross
Velenje (Slovenia), 11 dicembre 2011
LA SQUADRA ITALIANA/Italian Team


UOMINI/Men
Seniores

Gabriele De Nard (Fiamme Gialle)
Yuri Floriani (Fiamme Gialle)
Stefano La Rosa (Carabinieri)
Ruggero Pertile (Assindustria Sport Padova)
Kaddour Slimani (Runner Team 99)

Promesse/Under 23
Michele Fontana (Aeronautica/Lecco Colombo Costruzioni)
Patrick Nasti (Fiamme Gialle/Marathon UOEI Trieste)
Andrea Scoleri (Aeronautica/CUS Torino)
Riccardo Sterni (Esercito/Marathon UOEI Trieste)

Juniores
Abdelmjid Ed Derraz (SS Vittorio Alfieri Asti)
Giuseppe Gerratana (ASD Lib. Running Modica)
Stefano Massimi (ASA Ascoli Piceno)
Marco Pettenazzo (Atl. Città di Padova)

DONNE/Women
Seniores
Valentina Costanza (Esercito)
Nadia Ejjafini (Esercito/Runner Team 99)
Giovanna Epis (Forestale)
Valeria Straneo (Runner Team 99)

Juniores
Virginia Maria Abate (Camelot)
Martina Merlo (CUS Torino)  

Nella foto in alto, Gabriele De Nard (Giancarlo Colombo/FIDAL)

File allegati:
- Le pagine EA sulla manifestazione
- LOC website



Condividi con
Seguici su: