EuroU23: finale per tre azzurri

09 Luglio 2015

A Tallinn (Estonia), la mattinata della prima giornata della rassegna continentale vede andare a segno Irene Siragusa nei 100m, Davide Re nei 400m e Sonia Malavisi nell'asta.


 

di Alessio Giovannini

A Tallinn (Estonia), la decima edizione dei Campionati Europei under 23 comincia con tre azzurri in finale. Nella sessione mattutina della giornata di apertura la prima a centrare la promozione è la toscana Irene Siragusa (11.77/+0.6) nei 100 metri (finale domani alle 19:38), imitata da Davide Re nei 400 che si aggiudica brillantemente la sua batteria con lo stagionale migliorato a 46.32 (secondo crono in carriera, finale sabato alle 17:40). A segno anche la romana Sonia Malavisi nell'asta che supera senza errori 4,15 e conquista l'accesso alla finale di domani (ore 17). Resta, invece, a soli 55 centimetri dai migliori dodici il martellista Patrizio Di Blasio (66,61), retrocesso in tredicesima posizione dall'ultimo lancio del cipriota Poursanidis (67,16). Nei 400 metri femminili spicca il bel progresso della friulana Ylenia Vitale, capace di migliorarsi da 53.72 a 53.20. Tutti in semifinale (oggi alle 18:40) i tre sprinter dei 100 metri: Giovanni Galbieri (10.51/-0.8, secondo crono delle batterie), Lorenzo Bilotti (10.60/-1.2) e Federico Cattaneo (10.63/-1.2).

ORARIO/START-LISTS/RISULTATI - DIRETTA STREAMING - TUTTE LE NOTIZIE - LA SQUADRA ITALIANA

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

IL RACCONTO DELLA PRIMA GIORNATA (mattina)

ASTA donne - Una Sonia Malavisi lucida e convincente stacca il biglietto per la finale di domani (ore 17). L'azzurra entra in gara prudentemente a 3,85, si concede un solo errore a 4,00 e poi si issa senza la minima incertezza a 4,10 e a 4,15. E' fatta: la romana, bronzo europeo junior 2013, è in finale. Con la Malavisi ci sarà anche la svedese Angelica Bengtsson: per lei 4,15 è pura routine. Niente da fare, invece, per Letizia Marzenta che dopo il 3,85, alza bandiera a quota 4,00.

400m uomini (batterie) - Il treno per la finale passa direttamente in batteria. Davide Re se vuole salirci sa che dovrà metterci cuore, fiato e gambe. Detto, fatto. Il quattrocentista - milanese di nascita, ligure di residenza e piemontese d'adozione - parte senza troppe esitazioni (0.156), passa ai 200 intorno a 22:1*, in 33:4* ai 300 (*rilevamenti ufficiosi) e si presente sul rettilineo avanzando in gran spinta. E' proprio lui a mettere per primo la testa oltre la linea d'arrivo: 46.32 davanti al 46.35 del russo Pavel Ivashko. Per l'azzurro è il secondo miglior crono in carriera a 32 centesimi dal PB. Sabato (ore 17:40) sarà ai blocchi di partenza con il sesto tempo del lotto dei finalisti. "Mi sono tolto un macigno! - esclama Re a fine gara - Già in riscaldamento avevo avuto ottime sensazioni e quando ho visto che al passaggio ai 200, il mio punto debole, ero lì con gli altri ho preso fiducia perchè sapevo di poter finire forte. Sabato è un altro giorno e punto al personale". Miglior tempo del primo turno è il 45.59 del francese Thomas Jordier.

400m donne (batterie) - Come nei 100 femminili, anche qui c'è da mettere subito il turbo perchè in palio c'è già la finale. E così Ylenia Vitale, in prima batteria, non si tira indietro e interpreta il giro di pista come mai aveva fatto prima: quinta in 53.20. Per la friulana è primato personale e di ben 52 centesimi, quarta italiana di sempre a livello Promesse! Un bel progresso, anche se il resto della concorrenza sembra viaggiare ancora su un altro binario. Dalla stessa batteria dell'azzurra arrivano, infatti, il 51.31 della romena Bianca Razor (miglior crono europeo under 23 dell'anno) e il 51.62 della polacca Patrycja Wyciszkiewicz. Poca fortuna per le altre due quattrocentiste italiane in gara, entrambe in coda alle rispettive batterie: la lombarda Giulia Teruzzi 54.99 e la pugliese Lucia Pasquale 55.49.

100m donne (batterie) - Eliminato il turno intermedio, stamattina ci si gioca subito la finale (domani ore 19:38), alla quale accederanno solo le prime due di ogni batteria oltre ai migliori due tempi di recupero. Tocca ad Anna Bongiorni, ma la neocampionessa italiana under 23 non si fa trovare prontissima allo start (0.192) ed è quindi costretta ad inseguire per di più contro un bel muro di vento (-1.8). Finisce quarta in 11.79, con la francese Stella Akakpo davanti a tutte in 11.56. Seconda batteria con Irene Siragusa. La tricolore assoluta esce dai blocchi in 0.148 e poi lotta fino in fondo per difendere il suo terzo posto. Il cronometro per lei dice 11.77 (+0.6), mentre la tedesca Rebekka Haase ribadisce di essere la favorita con uno schiacciante 11.25, a soli 4 centesimi dal personale. La 22enne toscana, dopo aver atteso il responso della terza batteria - dove purtroppo finisce out la terza azzurra in gara, Martina Favaretto (12.06/-0.4, sesta) - può sorridere. E' in finale! Come nel 2013 a Tampere, quando si piazzò al settimo posto. "Adesso - le parole della Siragusa - facciamo un bel reset e pensiamo solo a domani".

100m uomini (batterie) - Uno, due e tre! Tutti a segno gli sprinter azzurri schierati nelle batterie dei 100 metri. La rassegna continentale si è aperta sotto il sole, anche se la temperatura non supera i 18 gradi e in pista si corre controvento. Il primo ad andare sui blocchi di partenza è Federico Cattaneo. Per la qualificazione diretta alle semifinali di oggi pomeriggio (ore 18:40) serve un posto tra i primi tre. Il lombardo, malgrado un tempo di reazione non sensazionale (0.184), mette a posto le cose quando si lancia sul rettilineo e acciuffa il secondo posto in 10.63 (-1.2) alle spalle del russo Aleksandr Yeliseyev (10.62). A segno anche Lorenzo Bilotti in seconda batteria che fa tre centesimi meglio di Cattaneo (10.60/-1.2) e si prende il terzo posto in scia all'olandese Hensley Paulina (10.51) e al francese Guy-Elphege Anouman (10.52). stamattina, però, il più veloce dei nostri stamattina è Giovanni Galbieri. Anche per lui uno start "tranquillo" (0.191), ma poi non ce n'è per nessuno. Il 22enne veneto - che qui è stato già settimo agli Europei Juniores 2011 - si proietta verso il traguardo in 10.51 (-0.8) controllando nel finale. A conti fatti, il suo è il secondo miglior crono di tutte e quattro le batterie superato solo dal 10.50 (-1.4) del francese Marvin Rene.  

MARTELLO uomini (qualificazione) - Cinquantacinque centimetri. A tanto resta Patrizio Di Blasio dalla finale del martello. Il romano - che in questa gabbia si era già cimentato da junior agli Europei 2011 - apre la sua serie con 66,61. E' la sua miglior misura oggi e quella che lo terrà a galla per il dodicesimo posto fino all'ultimo turno di lanci del secondo gruppo quando il cipriota Poursanidis sfodera un 67,16 che sorpassa l'azzurro. Solo in due centrano i 71,50 della qualificazione diretta: il russo Valeriy Pronkin (72,35) e il greco Mihail Anastasakis (71,60), seguiti dal britannico Nick Miller (71,37). Giornata decisamente no, invece, per Marco Bortolato. Il friulano - bronzo europeo junior 2013 - esce di scena con un poco significativo 64,86, lontano dal personale di 70,84 centrato in questa stagione.

PESO donne (qualificazione) - A Monia Cantarella stamattina sarebbe servito il suo miglior lancio di sempre per agguantare la finale continentale. Purtroppo la calabrese (PB 15,04) a Tallinn non riesce a far meglio di un 13,58 che la tiene fuori dal lotto delle migliori dodici. L'ultima misura utile per passare il turno era, infatti, il 15,41 della polacca Kalinoswka. Leader di giornata la tedesca Sara Gambetta che sbriga la pratica della qualificazione con 16,71.

Campionati Europei under 23 - Tallinn 2015
9 luglio, prima giornata
GLI AZZURRI IN GARA (orario italiano)
9:00 peso donne (qualificazione) CANTARELLA
9:05 martelllo uomini (qualificazione gruppo A) DI BLASIO
9:10 100m uomini (batterie) BILOTTI, CATTANEO, GALBIERI
9:55 100m donne (batterie) BONGIORNI, FAVARETTO, SIRAGUSA
10:22 lungo uomini
10:25 martello uomini (qualificazione gruppo B) BORTOLATO
10:35 100hs eptathlon   
10:40 asta donne  MALAVISI, MARZENTA
11:15 400m donne (batterie) PASQUALE, TERUZZI, VITALE
11:35 alto eptathlon  
11:55 400m uomini (batterie) RE
   
14:00 giavellotto donne (qualificazione gruppo A) PADOVAN
14:05 peso eptathlon  
15:00 3000sc donne (batterie) MERLO
15:05 asta uomini (qualificazione) SINNO
15:20 giavellotto donne (qualificazione gruppo B)
15:30 triplo donne (qualificazione) CESTONARO, DERKACH, LA TELLA  
15:40 1500m uomini (batterie) ABDIKADAR, BUSSOTTI, EL KABBOURI
16:15 200m eptathlon donne   
16:50 800m donne (batterie) BALDESSARI, MATTAGLIANO
16:55 disco uomini (qualificazione gruppo A) RAGONESI
17:00 alto uomini (qualificazione) MELONI
17:30 10.000m uomini (FINALE) AOUANI, D'ONOFRIO, RACHIK
17:54 peso donne (FINALE) ev. Cantarella
18:10 disco uomini (qualificazione gruppo B) PETREI, PILATO  
18:40 100m uomini (semifinali) ev. Bilotti, Cattaneo, Galbieri

TV - RaiSport trasmetterà le quattro giornate di gare con la telecronaca di Franco Bragagna. Ecco il programma orario:
- giovedì 9 luglio: diretta ore 10:05-13 su RaiSport1 e 15:55-19 su RaiSport2 (replica ore 22)
- venerdì 10 luglio: diretta ore 10:05-12:40 su RaiSport1 e 15:55-20 su RaiSport2 (replica ore 00:30)
- sabato 11 luglio: diretta ore 10:05-14 su RaiSport1 e 15:55-20 su RaiSport2 (replica ore 00:40)
- domenica 12 luglio: diretta ore 15:15-19:15 su RaiSport2 (replica ore 1:00)

Gli EuroU23 andranno in onda anche su EuroSport 2:
- giovedì 9 luglio ore 15:30 (diretta)
- venerdì 10 luglio ore 17:00 (diretta)
- sabato 11 luglio ore 17:00 (diretta)
- domenica 12 luglio ore 22:00 (differita)

Il sito degli Europei under 23 - Tallinn 2015
Le liste europee under 23 del 2015


Sonia Malavisi (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: