Del Buono in solitaria, Bertolini 77,23 a Milano

27 Settembre 2014

Atletica Riccardi Milano e CUS Pisa Atl. Cascina al comando nella Finale Oro dopo la prima giornata

 

A Milano, la prima giornata della Finale Oro dei Campionati Italiani di Società Assoluti si chiude con l'Atletica Riccardi Milano leader con 62 punti della classifica parziale maschile davanti ai campani dell'Enterprise Sport & Service (52) e ai toscani dell'Atl. Firenze Marathon (42). Situazione più incerta al femminile: dopo 11 gare al comando c'è il CUS Pisa Atl. Cascina (52 punti) seguito dalle milanesi delle Bracco Atletica (50) e dalla campionesse in carica dell'ACSI Italia Atletica (49.5). In chiave individuale, bella spallata del giavellottista Roberto Bertolini (Cento Torri Pavia) che con 77,23 azzecca la sua seconda miglior misura in carriera. 14.10 (-1.5) senza problemi per Paolo Dal Molin (Athletic Club 96 spa) nei 110hs, mentre Giovanni Galbieri (Atl. Riccardi) è il più veloce nei 100 (10.51/-1.3). Al femminile, ennesimo assolo di Federica Del Buono (Atl. Vicentina) nei 1500 metri chiusi in 4:12.70 con oltre 13 secondi di vantaggio sulla seconda classificata. Marzia Caravelli (CUS Cagliari) sfiora la doppietta: vince i 100hs in 13.68 (-1.6) e, mezz'ora dopo, è seconda nei 100 metri ad un centesimo, 11.83 a 11.82, da Audrey Alloh (Firenze Marathon). Nel peso affermazione della campionessa paralimpica Assunta Legnante (Enterprise Sport & Service) con 16,69. Tra le presenze d'eccezione della manifestazione anche due grandi campioni azzurri di sempre come Alberto Cova e Fiona May. Domani mattina l'ultima tornata di gare che condurrà all'assegnazione degli scudetti tricolore. 

TV - Una sintesi televisiva di 2 ore della Finale Oro di Milano andrà in onda su RaiSport 2 a partire dalle ore 20:30 di martedì 30 settembre. Replica venerdì 3 ottobre, ore 16, su RaiSport 1.

FINALE "ORO" - CLASSIFICA dopo la PRIMA GIORNATA
UOMINI: 1. Atl. Riccardi Milano 62 punti (10), 2. Enterprise Sport & Service 52 (9), 3. Firenze Marathon 42 (10), 4. Studentesca CaRiRi 40 (9), 5. Virtus CR Lucca 33 (7), 6. Cento Torri Pavia 29,5 (7), 7. Assindustria Sport Padova 27 (6), 8. Athletic Club 96 AE spa 26,5 (6), 9. E.Servizi Futura Roma 25 (6), 10. Biotekna Marcon 22,5 (7), 11. La Fratellanza 1874 22 (6), 12. Bergamo 1959 Creberg 14,5 (5)
DONNE: 1. CUS Pisa Atl. Cascina 52 (11), 2. Bracco Atletica 50 (11), 3. ACSI Italia Atl. 49,5 (9), 4. Studentesca CaRiRi 46 (8), 5. Bergamo 1959 Creberg 33 (7), 6. CUS Parma 30 (6), 7. Atl. Brescia 1950 30 (9), 8. CUS Cagliari 28 (6), 9. Firenze Marathon 23 (6), 10. Atl. Vicentina 22.0 (6), 11. GS Valsugana Trentino 17 (5), 12. Enterprise Sport & Service 15,5 (4).

FOTO/Photos

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it - hashtag ufficiale #CdS2014

IL RACCONTO DELLE GARE

MARCIA 10.000m uomini - La gara più lunga e quella che manda in archivio la prima giornata della Finale Oro. Doppietta Enterprise Sport & Service con l'under 23 Francesco Fortunato che stacca tutti in 42:05.96. Alle sue spalle il compagno di club e azzurro della 50km Teodorico Caporaso (44:07.15), mentre al terzo posto chiude lo junior Gianluca Picchiottino (Virtus CR Lucca) 44:19.83.

MARCIA 5.000m donne -
Bel confronto a tre con Sibilla Di Vincenzo (Bracco Atletica/23:01.09) che in dirittura d'arrivo riesce a sganciarsi quanto basta dalla promessa Federica Curiazzi (Bergamo 1959 Creberg/23:02.70). Terza la ventenne Mariavittoria Becchetti (Studentesca CaRiRi) 23:04.74. 

GIAVELLOTTO uomini - La casacca verde fosforescente della Cento Torri Pavia esalta Roberto Bertolini. Il poliziotto lombardo (PB 78,10 nel 2008) apre la sua serie con un 77,23 che, oltre la vittoria, gli vale la sua seconda misura di sempre. Un progresso stagionale di 8 centimetri che ne consolida il secondo posto nel ranking nazionale 2014. Dietro di lui, ma sotto la soglia dei 70 metri, finiscono Giacomo Puccini (Virtus CR Lucca) 69,26 e l'under 23 Joseph Figliolini (Stud. CaRiRi) 64,93.

TRIPLO uomini - Il campione italiano Promesse Daniele Cavazzani (Studentesca CaRiRi) ribadisce il salto di qualità che ha segnato il suo 2014 culminato con l'argento a 16,52 in occasione degli Assoluti di Rovereto. A Milano l'hop-step-jump che gli vale la vittoria è il secondo: 16,15 (+1.6). Attenzione, però, ad Andrea Chiari. Il talentuoso finanziere lombardo, oggi in maglia Riccardi Milano, stampa nella sabbia dell'Arena un 16,06 (+0.8) ad appena 9 centimetri da Cavazzani.

Un buon segnale di ripresa dopo i problemi fisici che lo avevano frenato nell'ultimo anno. Terzo è Antonio Napoletano (Firenze Marathon) 15,04 (+1.7).

4x100 uomini - Tanto azzurro nelle frazioni delle 4x100 dei Societari. In prima scatta un inedito duello tra lo sprinter Fabio Cerutti (Atl. Riccardi) e l'ostacolista Paolo Dal Molin (Athletic Club 96 AE spa). In seconda il sodalizio milanese può, quindi, contare su Diego Marani, quinto nei 200 metri agli Europei di Zurigo, che lancia definitivamente la staffetta biancoverde cedendo il testimone a Giacomo Tortu. Chiude il cerchio Giovanni Galbieri che, dopo la vittoria nei 100, sul rettilineo finale tiene di nuovo a bada Massiliano Ferraro (Enterprise Sport Service). Così l'ordine d'arrivo: Atl. Riccardi 40.44, Enterprise Sport & Service (Scaglione-Riccardi-Di Franco-Ferraro) 40.77 e Athletic Club 96 AE spa (Dal Molin-Monte-Bramafarina-Bertolone) 41.83.    

4x100 donne - Il miglior crono arriva dalla prima serie e porta la firma della Studentesca CaRiRi che con Nicolina Altimari, Giulia Latini, Giulia Arcioni e Jessica Paoletta conduce il testimone al traguardo in 46.51. Alle spalle del quartetto reatino arriva l'ACSI Italia Atletica (E.De Andreis-G.De Andreis-Pennella-Draisci), leader della seconda serie in 47.02 sulla Bracco Atletica (Gamba-Tassani-Balduchelli-Spadotto Scott) 47.18.

PESO donne - La campionessa paralimpica Assunta Legnante (Enterprise Sport & Service) si conferma senza rivali mettendo il sigillo alla gara con un 16,69 di fine serie preceduto da un 16,48 al terzo lancio. Dietro di lei si piazzano Julaika Nicoletti (ACSI Italia Atletica) 15,84 e la discobola Laura Bordignon (ACSI Italia Atletica) 14,95. 

ASTA uomini - Dopo due ore di gara, più in alto di tutti sale Marco Boni (Assindustria Sport Padova): 5,20 contro i 5 metri di Matteo Rubbiani (La Fratellanza 1874) e il 4,80 di Andrea Sinisi (Enterprise Sport & Service).

3000SC uomini - Duello keniano in testa che alla fine vede Hosea Kimeli Kisorio (Virtus CR Lucca) spuntarla in 8:41.87 sul connazionale Josphat Kimutai Koech (E.Servizi Futura Roma) 8:44.15. Terzo in 8:49.80 Jamel Chatbi (Atl. Riccardi) rimasto a lungo alle costole dei due avversari.   

3000SC donne - Affermazione di Veronica Paterlini che raccoglie 8 punti per il CUS Parma nel tempo di 10:36.86. Seconda è Laura Montà (GS Valsugana Trentino) 10:46.28 davanti all'allieva Federica Zenoni (Bergamo 59 Creberg) 10:49.74, giunta a poco più di quattro secondi dal personale. 

1500m uomini - Volata vincente dell'aviere marchigiano Stefano Massimi (Atl. Riccardi Milano) che sul rettilineo finale rompe gli indugi e va a chiudere il discorso in 3:56.23. Gli restano in scia Mohad Abdikadar (Studentesca CaRiRi) 3:57.11 e Giovanni Bellino (Firenze Marathon) 3:57.31.

1500m donne - La passerella di fine stagione della giovane rivelazione Federica Del Buono è un assolo lungo 4 minuti, 12 secondi e 70 centesimi. La 19enne dell'Atletica Vicentina, quinta agli Europei di Zurigo, prende subito il largo sul resto della concorrenza e come agli Assoluti di Rovereto fa gara a sè. Questi suoi passaggi intermedi: 1:08.1 ai 400m, 2:16.2 agli 800, 2:50.5 ai 1000 e 3:24.0 ai 1200m. Al traguardo il divario con la seconda classificata, la junior Giulia Aprile (Firenze Marathon/4:25.83), è di oltre 13 secondi. Terza Laila Soufyane (Studentesca CaRiRi) 4:26.55.

TRIPLO donne - I migliori salti della giornata arrivano dall'ultimo turno dove la campionessa europea junior Ottavia Cestonaro (Atl. Vicentina) atterra a 13,22 (+0.6). Oltre la soglia dei 13 metri anche Maria Moro (Bracco Atl.) 13,17 (+0.9), mentre l'argento continentale under 23 Dariya Derkach (ACSI Italia Atl.) si ferma ai 12,97 (+0.2) del suo primo hop-step-jump.

DISCO uomini - Federico Apolloni si assicura la vittoria praticamente già dal secondo lancio (57,03), ma il discobolo laziale, oggi in maglia Firenze Marathon, fa ancora meglio all'ultimo ingresso in gabbia: 57,45. Dietro di lui il lettone Oskars Vaisjuns (Enterprise Sport & Service) 56,62 e Daniel Compagno (Athletic Club 96 AE spa) 55,72.  

ALTO donne - E' il giorno di Serena Capponcelli. La portacolori del CUS Pisa Atl. Cascina commette un solo errore a 1,79 e poi salta alla prima 1,82. Sarà l'unica a riuscirci lasciando dietro di sè Elena Brambilla (Bracco Atl.) e la junior compagna di club Erika Furlani, entrambe a quota 1,79.

Quarta è Elena Brambilla (Bergamo 59 Creberg), 1,76.

400m uomini - Isalbet Juarez (Bergamo 1959 Creberg) sembra avere la gara in pugno. Sul finale, però, la sua azione diventa più pesante favorendo la rimonta di Francesco Cappellin (Assindustria Sport Padova) che, praticamente sul traguardo, lo supera 47.69 a 47.74. Terzo Mario Di Giambattista (E.Servizi Futura Roma) 47.88.

400m donne - Netta affermazione di Maria Benedicta Chigbolu (Studentesca CaRiRi) che con 53.75 ha la meglio su altre due staffettiste della 4x400 azzurra ovvero Marta Milani (Bergamo 1959 Creberg) 54.28 e la sposina Maria Enrica Spacca (Studentesca CaRiRi) 54.81. Nella prima serie la cubana Yusneisy Santiusti Caballero (Assindustria Sport Padova) aveva preceduto in rimonta (55.19) la junior Ayomide Folorunso (CUS Parma) 55.38, non lontana dal PB.

100m uomini - Dall'ottava corsia spunta l'under 23 Giovanni Galbieri (Atl. Riccardi Milano) che beffa tutti in 10.51, mentre l'anemometro registra ancora vento contrario (-1.3). Battuti Massimiliano Ferraro (Enterprise Sport & Service) 10.60 e lo junior Luca Antonio Cassano (Firenze Marathon) 10.79 con lo sprinter azzurro Fabio Cerutti (Atl. Riccardi) che oggi non va oltre il quarto posto (10.86). Dopo 2 gare: Atl. Riccardi Milano 28 punti, Firenze Marathon 21, Enterprise Sport & Service 19.

100m donne - Arrivo spalla a spalla tra Audrey Alloh (Atl. Firenze Marathon) e un'instancabile Marzia Caravelli (CUS Cagliari) di nuovo in pista dopo nemmeno mezz'ora dalla vittoria sui 100hs. Tra le due azzurre, compagne di 4x100 agli Europei di Zurigo, il photofinish decreta 11.82 a 11.83 (vento nullo). Terza la junior Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950) 11.97. In prima serie affermazione (12.19/-1.0) della rientrante Ilenia Draisci (ACSI Italia Atletica). Dopo 3 gare la classifica per team vede in testa CUS Cagliari (15 punti) su CUS Pisa Atletica Cascina (14) e Atl. Brescia 1950 (13).

110hs - Il vento gira sull'anello dell'Arena Civica. A favore (+0.3) nella prima serie vinta da Marco Cappetti (Firenze Marathon) in 14.83, contrario (-1.5) nella seconda con l'azzurro Paolo Dal Molin. Il 27enne poliziotto "stende" un paio di barriere che, però, non bastano ad impedirgli di arrivare davanti a tutti in 14.10 e portare a casa il massimo bottino possibile per l'Athletic Club 96 AE spa. Dietro di lui è la volta delle promesse Ivan Mach Di Palmstein (Atl. Riccardi Milano) 14.52 e Luca Trgovcevic (Stud. CaRiRi) 14.74.

100hs - Fine stagione, ma la tricolore assoluta Marzia Caravelli (CUS Cagliari) si conferma la più veloce di tutte sulle barriere. Un breve blackout rallenta le operazioni di partenza, ma poi l'azzurra prende definitivamente il largo al terz'ultimo ostacolo e vince in 13.68 contro il vento (-1.6) e contro Giulia Pennella (ACSI Italia Atletica) seconda in 13.82. La terza posizione (13.88) è, invece, per Sara Balduchelli (Bracco Atletica). Dopo due gare, così la classifica a squadre femminile: Cus Parma 12 punti, CUS Pisa Atl. Cascina 11, Bracco Atletica 10.

MARTELLO donne - Difficile smentire il pronostico. Micaela Mariani (CUS Pisa Atl. Cascina) fa valere il suo "rango" di campionessa italiana assoluta e con il primo lancio da 59,32 ha già chiuso il discorso per gli 8 punti della vittoria. La martellista allenata dal capitano azzurro Nicola Vizzoni non si accontenta e trova la miglior misura alla terza prova, 61,33. Alle sue spalle si fa largo l'allieva Sara Fantini (CUS Parma) che all'ultimo lancio (55,60) supera l'altra under 18 Agata Gremi (Atl. Brescia 1950).

Alessio Giovannini

CdS ASSOLUTI 2014 - LA COMPOSIZIONE DELLE FINALI NAZIONALI: UOMINI | DONNE

RISULTATI/Results:
Finale ORO: Milano
Finale ARGENTO: Orvieto (TR)
Finale B Nord-Est: Spilimbergo (PN)
Finale B Nord-Ovest: Genova
Finale B Tirreno: Matera
Finale B Adriatico: Acquaviva delle Fonti (BA)

Paolo Dal Molin (foto Colombo/FIDAL)



Condividi con
Seguici su: