Del Buono 4:07.56 nei 1500 a Velenje

01 Luglio 2014

La diciannovenne è seconda nel meeting sloveno, conquista lo standard di iscrizione per Zurigo e diventa la terza under23 italiana di sempre. 13:36.83 nei 5.000 per Daniele Meucci

 

Grande miglioramento per Federica Del Buono (Forestale) questa sera al XIX Meeting di Velenje (Slovenia). La diciannovenne è arrivata seconda nei 1500 in 4:07.56, abbattendo il primato personale e diventando la terza under23 italiana di sempre alle spalle di Gabriella Dorio e Fabiana Trabaldo (a livello assoluto è invece la dodicesima alltime). La vicentina, che compirà vent’anni il prossimo 12 dicembre, è stata seconda, per pochi decimi, solo alla campionessa europea di categoria, la serba classe 1993 Amela Terzič vincitrice in 4:07.34. Terza la polacca Danuta Urbanik in 4:08.44. Recente vincitrice dei Campionati del Mediterraneo under23, oltre a un miglioramento personale di oltre cinque secondi (precendente PB 4:12.65 corso a Torino l’8 giugno 2014) Del Buono ha anche la soddisfazione di un crono al di sotto dello standard di iscrizione (4:08.00) per la rassegna assoluta di Zurigo dal 12 al 17 agosto. A Velenje era in gara anche l’azzurro vicecampione europeo dei 10.000 Daniele Meucci (Esercito) arrivato quarto nei 5.000 in 13:36.83 alle spalle di tre africani. La vittoria è andata a David Bett in 13:22.75, seguito dall’atleta del Burundi Olivier Irabaruta (13:23.44) e da William Malel Sitonik (Kenya, 13:27.13). L’altro italiano Manuel Cominotto (Atletica Firenze Marathon) è sesto in 14:21.75. Meucci, che sta preparando la maratona degli Europei di Zurigo, è reduce da un test in allenamento sui 30 chilometri effettuato cinque giorni fa. 

Poca fortuna invece sugli 800 per il ventenne Emilio Perco (ANA Atl. Feltre) che, un mese fa, si era migliorato sino a 1:48.26. Il bellunese nella riunione slovena è caduto a un centinaio di metri dal traguardo, in piena rimonta. I riscontri cronometri dei primi tre danno la misura del rimpianto del campione italiano Promesse: a parte il kenyano Sammy Kirongo, imprendibile in 1:46.65, secondo è stato il ceco Jan Kubista in 1:47.28 e terzo l’atleta della Bosnia Herzegovina Amel Tuka in 1:47.35. È quinta nell’asta, con la misura di 4,25, invece la portacolori dell’Esercito Giorgia Benecchi: per la gioia del pubblico di casa vince la slovena Tina Šutej a 4,50, seguita dalle due tedesche appaiate a 4,40 Katharina Bauer e Karolin Hingst. RISULTATI/Results

GALVAN 21.17 A CESENA - Matteo Galvan (Fiamme Gialle) è tornato in pista questa sera a 24 ore dal 200 (21.06/-0.1) corso domenica 29 giugno a Rieti. Il quattrocentista ha scelto la pista del II Meeting di San Giovanni di Cesena dove ha corso in 21.17 con vento contrario di -0.6. RISULTATI/Results

FENT FINLANDESE – Antonio Fent (Carabinieri) è stato fra i giavellottisti in pedana per il ‘Carnevale del Giavellotto’ di Pihtipudas, in Finlandia. Il trevigiano domenica 29 giugno ha portato a termine tre lanci, il migliore dei quali di 71,34. Di altissimo livello la concorrenza: a vincere è stato l’argento iridato di Mosca, e idolo di casa, Tero Pitkämäki con 85,12, seguito da Sami Peltomäki (80,36) e Ari Mannio (78,63). RISULTATI/Results

a.c.s.

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: