Cross: 40 giorni agli Europei

04 Novembre 2014

Il Direttore Tecnico Organizzativo Massimo Magnani fa il punto sul percorso di avvicinamento degli azzurri alla rassegna continentale in Bulgaria

 

Oggi mancano esattamente quaranta giorni agli Europei di cross in programma il 14 dicembre a Samokov (Bulgaria). Intanto, come preannunciato, il 140° European Athletics Council di Parigi ha appena assegnato l’edizione 2016 (11 dicembre) della manifestazione a Chia, in provincia di Cagliari. In casa Italia il percorso verso l’ultima grande rassegna internazionale del 2014 è già avviato. “Ormai quasi da un mese – spiega il Direttore Tecnico Organizzativo Massimo Magnaniabbiamo comunicato i criteri di partecipazione per gli Europei, individuando una decina di atleti (Gabriele De Nard, Andrea Lalli, Stefano La Rosa, Lorenzo Dini, Samuele Dini, Yeman Crippa, Yohanes Chiappinelli, Veronica Inglese, Nicole Reina, Anna Stefani, ndr) che per risultati conseguiti, affidabilità, prospettive sono da considerarsi pre-selezionati. Saranno loro l’asse portante della squadra azzurra che gareggerà in Bulgaria con Lalli che prima (il 16 novembre, ndr) sarà atteso al via della maratona di Torino”.

Sabato scorso al cross della Carsolina è andato in scena il primo" round" dei trittico di appuntamenti della stagione nazionale delle campestri: “Come già precisato – aggiunge Magnani – abbiamo individuato tre prove (le altre due saranno il Cross della Volpe il 9 novembre e il cross della Valsugana il 23 novembre, ndr) che hanno un valore puramente indicativo per l’eventuale completamento del nostro team. Nelle singole gare, saranno tenuti in considerazione soprattutto la valenza e lo spessore delle prestazioni in prospettiva internazionale, perché a quel contesto dobbiamo guardare e non semplicemente speculare sul piazzamento ottenuto. Ci tengo, infatti, a ribadire che la composizione definitiva della squadra, che potrebbe anche non essere completa in tutte le categorie Assolute e Under 23, avverrà solo per “scelta tecnica” dopo la valutazione dei risultati e non dei soli piazzamenti riportati nelle tre prove”.

Questa non è, però, solo la stagione delle campestri. “Il 6 novembre alla Scuola Nazionale di Atletica Leggera di Formia si concluderà un primo importante momento dedicato all’attività tecnica che ha visto coinvolti una trentina di atleti tra velocisti, ostacolisti e saltatori che, affiancati dai rispettivi coach, sono stati impegnati tra sedute di allenamento, test di valutazione e incontri di programmazione con la Direzione Tecnica federale. Insieme a loro anche il tecnico statunitense Loren Seagrave (coach, tra gli altri, della campionessa europea dei 400 metri, Libania Grenot, ndr) che è stato protagonista di alcuni interessanti momenti di confronto con i nostri allenatori”. Per gli specialisti della pista il momento clou del prossimo inverno saranno i Campionati Europei Indoor di Praga (5-8 marzo), evento per il quale l'ultimo Consiglio federale ha approvato, su proposta dell’Area tecnica, i criteri di partecipazione.   

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it  



Condividi con
Seguici su: