Emergenza Covid-19

Le principali news di fidal.it legate all’emergenza Covid-19: info utili per atleti, tecnici, società

I continui mutamenti dell’andamento epidemiologico del Covid-19 impongono di aggiornare di pari passo anche i tanti documenti che la FIDAL ha prodotto per supportare gli interessati alla riapertura degli impianti e all’organizzazione degli eventi sportivi

DOWNLOAD (pdf) - PROTOCOLLO PER LA RIPRESA DELLE COMPETIZIONI SU PISTA (aggiornamento 31 luglio)

DOWNLOAD (pdf) - TEST DI ALLENAMENTO CERTIFICATI (aggiornamento 25 giugno)

DOWNLOAD (pdf) - DISCIPLINARE PER GLI ALLENAMENTI (aggiornamento 25 giugno)

allegato 1 - Autodichiarazione

allegato 2 - Postazioni attività interne alla pista

DOWNLOAD (pdf) - PROTOCOLLO ORGANIZZATIVO TEMPORANEO NON STADIA (agg. 22 ottobre 2020)


+++COMUNICATO 14 OTTOBRE 2020

In considerazione del periodo di particolare incremento dei contagi da Covid-19 che sta interessando il Paese, che come fortemente segnalato dal Governo e dalle autorità sanitarie impone la massima attenzione verso l’adozione delle misure preventive di tutela sanitaria attualmente accessibili, oltre che in considerazione della grande disomogeneità degli impianti indoor ad anello e rettilinei nei quali si svolgono le nostre attività di allenamento, limitatamente alle attività al coperto la FIDAL ritiene utile segnalare l’adozione di alcune misure e comportamenti di fondamentale importanza, per garantire quanto più possibile lo svolgimento degli allenamenti nella massima sicurezza. 

Non essendo possibile adottare per gli allenamenti al coperto gli stessi parametri atleta/superficie adottati per gli allenamenti all’aperto, la FIDAL, in relazione alle tipologie e alle dimensioni degli spazi a disposizione, raccomanda e suggerisce quanto di seguito:

  • le migliori e ideali condizioni di areazione degli ambienti dovranno sempre essere garantite/verificate, anche e soprattutto in relazione al numero degli atleti in allenamento effettivo (allo stato attuale sono quindi tendenzialmente da vietare le permanenze conviviali post allenamento all’interno dei suddetti spazi);
  • l’accesso alle aree di attività al coperto, in considerazione delle limitate dimensioni degli stessi, dovrà essere consentito solo e soltanto agli atleti e ai tecnici che dovranno effettivamente svolgere l’allenamento; 
  • per quanto possibile e con la finalità di ottimizzare l’utilizzazione di tempi, spazi e attrezzature, si suggerisce di programmare preventivamente e (possibilmente) su base settimanale e per fasce orarie, l’utilizzazione di corsie e attrezzature tra le società aventi diritto di accesso all’impianto indoor;
  • nella programmazione delle attività di allenamento indoor in questo particolare momento, dovranno ovviamente essere privilegiate le specialità che più di altre necessitano delle strutture al coperto, quindi velocità, ostacoli e salti e ove possibile il getto del peso; 
  • per attività/esercizi e “circuiti” le cui modalità di esecuzione non prevedono che l’atleta necessiti di ampi spazi, si potrà adottare il parametro dei 16/20 mq/atleta (moderata attività metabolica/intensa attività metabolica), suggerito dalla FIDAL ai docenti di educazione fisica nel corso di un recente webinar; 
  • l’uso della mascherina e il distanziamento sono obbligatori per i tecnici; 
  • l’uso della mascherina (che come segnalato dalla WA potrà non essere indossata dagli atleti nei cinque minuti successivi alla fine del singolo esercizio), unitamente al distanziamento, sono obbligatori anche per gli atleti durante le fasi di recupero e in uscita dall’impianto sportivo;
  • ove possibile e con la finalità di offrire al maggior numero possibile di atleti le ideali condizioni di allenamento, le fasi di recupero potrebbero svolgersi all’esterno degli impianti indoor rettilinei, eventualmente dotando gli spazi esterni di gazebo destinati a questi momenti di recupero;
  • per le modalità di accesso all’impianto e uso delle infrastrutture, degli attrezzi e delle attrezzature, rimangono valide le indicazioni fornite dal “Disciplinare per gli allenamenti individuali all’aperto”.     

All’adozione di queste raccomandazioni/suggerimenti ci si dovrà responsabilmente attenere fino alla cessata emergenza sanitaria, all’allentamento delle generali misure di sicurezza e prevenzione eventualmente emanate e pubblicate dal Governo tramite Dpcm e/o all’eventuale ulteriore pubblicazione di un comunicato FIDAL che aggiorni lo stato attuale.

Limitatamente alle modalità organizzative e di svolgimento delle competizioni per la prossima stagione indoor, la FIDAL si riserva di pubblicare uno specifico comunicato, alla luce dell’andamento dell’infezione da Covid-19 e alla scadenza del Dpcm attualmente in vigore. Si raccomanda, infine, come eventuali manifestazioni a livello locale già programmate si svolgano nel rispetto di quanto pertinente eventualmente previsto dal Dpcm del 13 ottobre 2020, oltre che nel rispetto delle raccomandazioni riportate nel presente comunicato.


+++AGGIORNAMENTO 25 SETTEMBRE

Preso atto di quanto previsto e pubblicato sulla sezione Covid-19 del sito FIDAL in materia di numero di partecipanti alle gare di mezzofondo e fondo in pista all’aperto, si comunica come relativamente a eventi per i quali sia previsto o si realizzi un numero di atleti tale che imporrebbe la composizione di una ulteriore serie con conseguenti problemi di allungamento degli orari non compatibili con l’evento stesso (es.: mancanza di impianto di illuminazione, incompatibilità con le necessità di rientro dei partecipanti alle sedi di residenza, ecc.), potranno essere adottati i seguenti provvedimenti:

- Per le gare di corsa di metri 3000, siepi comprese, oltre ai 12 atleti attualmente previsti per serie, il Delegato Tecnico potrà decidere per un incremento degli iscritti non superiore al 20% del numero di atleti attualmente previsto; per questa specialità gli atleti dovranno sempre partire suddivisi in due differenti linee di partenza come da Regola Tecnica 17.5.2 (ex Regola 163).

- Per le gare di corsa di metri 5000 e metri 10.000, oltre ai 16 atleti attualmente previsti per serie, il Delegato Tecnico potrà decidere per un incremento degli iscritti non superiore al 20% del numero di atleti attualmente previsto;  per queste specialità gli atleti dovranno sempre partire suddivisi in due differenti linee di partenza come da Regola Tecnica 17.5.2 (ex Regola 163).


+++AGGIORNAMENTO 3 SETTEMBRE 2020

IN PISTA

Alla luce dell’apertura degli sport di contatto e delle esperienze nel frattempo maturate con le competizioni di mezzofondo in varie modalità organizzate sul territorio nazionale, la FIDAL, relativamente al numero dei partecipanti, ha maturato la decisione di aggiornare le modalità di svolgimento delle gare in pista dagli 800 metri a crescere:

  • Dagli 800 metri e fino ai 5000 esclusi, n° 12 partecipanti per serie.
  • Dai 5000 inclusi ai 10.000, marcia compresa, n° 16 atleti per serie; ove possibile gli atleti dovranno partire suddivisi in due differenti linee di partenza come da Regola Tecnica 17.5.2 (ex Regola 163).


NON STADIA

Le modifiche apportate sono poche ma rilevanti, soprattutto perché richieste dai principali organizzatori di maratone italiane, e discusse con loro:

  • partenze con mascherina fino a 500 atleti per scaglione (erano 200);
  • partenze separate da adeguato intervallo temporale, al fine di mantenere le distanze tra gli atleti: uno scaglione non può partire prima che la procedura di partenza del precedente scaglione non sia ultimata (l’intervallo era genericamente di 5 minuti, non necessariamente adeguato a contesti spaziali differenti);
  • distanziamento tra atleti portato a 1 metro (come da normativa; era 1,5 metri prudenziale).

Tra le buone pratiche (non rientra tra gli obblighi): “Come ulteriore dispositivo di protezione dal contatto e in particolare in occasione di competizioni in cui sono prevedibili stagione fredda o meteo avverso, si può ipotizzare di fornire ai partecipanti mantellina impermeabile con cappuccio da indossare prima della partenza”.



+++AGGIORNAMENTO 13 AGOSTO 2020

Le novità del documento FIDAL per le gare su strada (corsa, marcia e nordic walking) e off-road (corsa in montagna, trail running e corsa campestre). Al di là dei nuovi riferimenti alla normativa generale, preme sottolineare il passaggio - permesso dalla nuova normativa generale - di apertura all’organizzazione di eventi di carattere regionale/territoriale senza il “vincolo” dell’interesse nazionale.

Il presente protocollo, che aggiorna quello pubblicato in data 30 luglio, offre linee guida per gli eventi non stadia di interesse nazionale e regionale FIDAL. Sono quindi considerate manifestazioni di interesse nazionale e regionale FIDAL:
- tutte le manifestazioni inserite in calendario nazionale e nei calendari regionali dei rispettivi Comitati Regionali.


+++AGGIORNAMENTO 30 LUGLIO 2020
Con l’aggiornamento odierno si vara il primo disciplinare per lo svolgimento di manifestazioni non stadia dichiaratamente onnicomprensivo di tutte le tipologie di evento, dalla corsa su strada alla corsa in montagna, passando per marcia su strada, trail running, corsa campestre e nordic walking. Vale la pena ribadire che il disciplinare si applichi a tutte le manifestazioni considerate di interesse nazionale FIDAL, cioè:

  • tutte le manifestazioni inserite in calendario nazionale (a prescindere dal livello degli atleti presenti);
  • manifestazioni di livello territoriale (regionali e provinciali) purché prevedano la partecipazione di almeno un atleta di interesse nazionale.

Questo step di avanzamento, pur rimanendo nell’alveo di quanto consentito dalla normativa generale, tiene conto della pregressa ripresa delle competizioni anche in funzione sperimentale ed educativa rispetto alle buone pratiche (in primis distanziamento e uso dei dispositivi di protezione) e introduce alcune novità, in particolare consente una terza modalità di partenza:

  1. crono individuale (modalità già prevista)
  2. crono per scaglioni di massimo 50 atleti distanziati tra loro che tolgono la mascherina PRIMA del via, scaglioni ogni 3 minuti minimo (modalità già prevista)
  3. crono per scaglioni di massimo 200 atleti distanziati che tolgono la mascherina circa 500 metri DOPO il via, scaglioni ogni 5 minuti minimo (nuova modalità, su spunto di buone pratiche già introdotte con successo in altri Paesi europei).

La modalità a cronometro individuale è consentita in tutta Italia, le modalità di partenza per scaglioni sono consentite nelle regioni che abbiano aperto agli sport di contatto.

Sono confermati inoltre gli obblighi imposti dalla normativa vigente:

  • appropriata autorizzazione degli enti locali (Comuni e Prefetture in primis);
  • manifestazioni senza pubblico;
  • rispetto della distanza interpersonale (pre e post competizione);
  • uso di mascherine (pre e post competizione, e nel caso degli scaglioni da 200 persone anche durante le fasi iniziali della competizione) e applicazione di misure di mitigazione del rischio (igienizzazione, ecc…).

Si introducono tra i suggerimenti operativi anche:

  • l’opportunità di fissare strategie per scoraggiare comportamenti degli atleti avversi alla sicurezza generale, quali principalmente non indossare la mascherina dove è obbligatorio farlo;
  • il suggerimento (prevedibile ma non esplicitato in precedenza) di stilare le classifiche secondo il Real Time in caso di competizioni a cronometro o per scaglioni distanziati.


+++AGGIORNAMENTO 17 LUGLIO 2020

Relativamente allo svolgimento di manifestazioni territoriali, è sempre consentita la partecipazione fuori regione agli atleti di interesse nazionale. A tal fine si specifica che sono riconosciuti atleti di interesse nazionale anche tutti coloro che abbiano acquisito il diritto a partecipare ai Campionati Assoluti e di categoria 2020, avendo raggiunto gli standard di partecipazione nel 2019 e nel 2020. Le manifestazioni dovranno sempre svolgersi nel rispetto di quanto autorizzato con l’aggiornamento del 2 luglio 2020; in particolare, le gare degli 800 metri e superiori dovranno ovviamente rispettare il numero di partecipanti per ogni singola serie/batteria previsto dal citato aggiornamento.


+++AGGIORNAMENTO 9 LUGLIO 2020

È autorizzato lo svolgimento in modalità tradizionale della staffetta 4x400 e di tutte le specialità di mezzofondo, fondo e marcia in pista, con limitazione al numero di partecipanti per serie (800 n° 6/8 atleti, 1500 n° 6/8 atleti, 2000, 3000 (anche con siepi), 5000 n° 8 atleti, 10000 n° 8 atleti, marcia n° 8 atleti) anche nella provincia autonoma di Trento, in Sardegna, in Calabria, in Umbria e in Molise, in forza delle ordinanze regionali che dispongono la riapertura agli sport di contatto.


+++AGGIORNAMENTO 2 LUGLIO 2020

Alcune Regioni con relative ordinanze hanno recentemente aperto o stanno per riaprire agli sport di contatto. Nel dettaglio, in ordine di attuazione di quanto disposto dalle suddette ordinanze, ecco le Regioni interessate dal citato provvedimento e le date di riapertura agli sport di contatto:

Sicilia 20 giugno 2020
Liguria 25 giugno 2020
Puglia 25 giugno 2020
Veneto 27 giugno 2020
Marche 27 giugno 2020
Friuli-Venezia Giulia 1° luglio 2020
Lazio 2 luglio 2020
Toscana 3 luglio 2020

Campania 6 luglio 2020
Lombardia 10 luglio 2020

Al riguardo, è opportuno chiarire che le ordinanze regionali sono adottate con il parere contrario del Comitato tecnico scientifico e che le suddette ordinanze rimandano ai Protocolli per allenamento e competizioni adottati dalle singole Federazioni.

La FIDAL si è mossa celermente per dotarsi di un Disciplinare per la ripresa degli allenamenti e di protocolli per la ripresa delle competizioni rigorosamente a porte chiuse, che pur consentendo il graduale ritorno alla normalità, hanno sempre messo al centro delle decisioni da adottare la tutela della salute di atleti, tecnici, dirigenti, giudici e operatori dei media.

Alla luce di tutto quanto sopra, la Federazione Italiana di Atletica Leggera, per le sole Regioni indicate, che hanno adottato ordinanze relative all’autorizzazione alla pratica degli sport di contatto, autorizza lo svolgimento in modalità tradizionale delle seguenti specialità:

Staffetta 4x400
Tutte le specialità di mezzofondo, fondo e marcia in pista, con la seguente limitazione al numero di partecipanti per serie:
800 n° 6/8 atleti
1500 n° 6/8 atleti
2000, 3000 (anche con siepi), 5000 n° 8 atleti
10000 n° 8 atleti
Marcia n° 8 atleti

Si raccomanda che gli atleti alla partenza siano disposti lungo tutta la larghezza dell’anello.

I singoli Comitati Regionali dovranno stabilire se le competizioni potranno intendersi “Open” o meno.

Laddove altre Regioni dovessero adottare provvedimenti simili (cioè l’apertura agli sport di contatto), questi si intenderanno applicabili e attuabili nel rispetto di quanto previsto dalle singole ordinanze.

Si rammenta infine come è responsabilità dei singoli organizzatori, siano essi società affiliate FIDAL o organi territoriali della stessa FIDAL, verificare periodicamente l’andamento epidemiologico del Covid-19 e, sulla base delle ordinanze di volta in volta al riguardo adottate dalle Regioni, attuare le dovute misure di tutela di atleti, tecnici, giudici, dirigenti e operatori media, ovvero, ove necessario, interrompere lo svolgimento delle competizioni nelle suddette modalità.

 

+++AGGIORNAMENTO 25 GIUGNO 2020

È online il nuovo Protocollo per la ripresa delle competizioni su pista e il nuovo documento per i Test di Allenamento Certificati. Si intendono manifestazioni di interesse nazionale quelle inserite nel Calendario Federale nazionale, più quelle che di volta in volta saranno approvate dal Settore Tecnico della FIDAL. Tutto il resto dell’attività potrà svolgersi in modalità TAC.

DAL 4 LUGLIO - Il Protocollo di ripresa per le competizioni su pista e il documento TAC, pubblicati integralmente con gli ultimi aggiornamenti, prevedono da sabato 4 luglio la possibilità di utilizzare tutte le corsie per le gare di corsa, fino agli 800 metri (specialità che si corre a cronometro o totalmente in corsia come approvato da World Athletics e descritto nei protocolli FIDAL). Con l’indicazione, inoltre, che da oggi 25 giugno, fino al 3 luglio compreso, per le specialità interamente in rettilineo (es. 100 metri, 100hs e 110hs) si potrà già gareggiare in modalità semi-alternata (es. lasciando libere le corsie 3 e 6 in un impianto da otto corsie, o le corsie 2 e 5 in un impianto a sei corsie).

Per tutte le altre specialità del mezzofondo (1500 compresi), del fondo, della marcia e per la staffetta 4x400, maggiori indicazioni sulle modalità di svolgimento saranno fornite dopo martedì 30 giugno.

È inoltre abolito, sempre dal 4 luglio, l’obbligo dei teli sulla zona di caduta per i salti in elevazione (alto e asta): l’eventuale uso rimane a discrezione dei singoli atleti. Per le specialità dei lanci è fortemente consigliato l’uso di attrezzi personali o di quelli eventualmente messi a disposizione dalla società di appartenenza.

Questo alleggerimento delle misure per le manifestazioni di interesse nazionale, i TAC e gli allenamenti, tutti sempre e rigorosamente da tenersi a porte chiuse, lascia comunque invariate le prescrizioni sanitarie relative alle modalità di accesso e stazionamento negli impianti sportivi.

NON STADIA - È stato pubblicato anche il protocollo relativo alla corsa in montagna e al trail, contenente indicazioni che potranno essere utilizzate in via sperimentale anche per le competizioni su strada con partenza a cronometro. La FIDAL si riserva di pubblicare un disciplinare specifico per corse su strada con partenze in linea e partecipazione di massa quando l’evoluzione della normativa generale, secondo le indicazioni governative, permetterà di tornare ad organizzare eventi con modalità auspicabilmente quanto più simili possibili a quelle antecedenti lo stop per Covid-19.
 

3 giugno - SOSTEGNO ALLE SOCIETÀ, ECCO IL NUOVO SPORTELLO -
Un nuovo servizio per le società. Uno Sportello per rispondere alle esigenze dei club che lavorano ogni giorno sul territorio e che sono stati fortemente penalizzati dall’emergenza Covid-19. La Federazione Italiana di Atletica Leggera, alla luce del particolare periodo che si sta attraversando, continua ad ampliare i servizi per le società affiliate, dando vita a un vero e proprio sportello online che garantirà una rapida ed efficace consulenza fiscale, gestionale, amministrativa e di impiantistica sportiva. Per richieste di chiarimenti, di approfondimento, o semplici delucidazioni basterà inviare una mail con il proprio quesito all’indirizzo sportellodellesocieta@fidal.it e gli uffici federali di competenza forniranno risposte entro le 48 ore successive. [LEGGI] - 3 GIUGNO 2020

27 maggio - L'ATLETICA RIPARTE: LE DECISIONI DEL CONSIGLIO FEDERALE -
Si è riunito oggi in videoconferenza il Consiglio federale, insieme ai presidenti dei Comitati Regionali, per discutere e deliberare sui numerosi e complessi provvedimenti dedicati alla ripartenza dell’attività, al sostegno delle società affiliate e al nuovo calendario della stagione agonistica. La riunione è stata anche l’occasione per dare il bentornato al Segretario Generale Fabio Pagliara. Ad aprire i lavori è stato il presidente FIDAL Alfio Giomi che ha ufficializzato la nuova sede del Golden Gala Pietro Mennea per il 2020: la tappa romana della Wanda Diamond League, in programma giovedì 17 settembre, si terrà nella suggestiva cornice dello Stadio dei Marmi di Roma, con il decisivo supporto organizzativo di Sport e Salute. “L’edizione 2020 del Golden Gala potrà diventare una vera e propria immagine di ripartenza per tutto lo sport italiano – le parole del presidente federale – ma in questo momento voglio anche ringraziare pubblicamente la Regione Campania e il Comune di Napoli per il supporto che ci hanno garantito nel progetto che avrebbe dovuto portare l’edizione di quest’anno al San Paolo di Napoli”. [LEGGI] - 27 maggio 2020

19 maggio - CAMPIONATI ITALIANI 2020, ECCO LA PROPOSTA -
Il gruppo di lavoro “Calendari e Regolamenti”, coordinato dal presidente federale Alfio Giomi, e composto dal vicepresidente vicario Vincenzo Parrinello, dai consiglieri Oscar Campari ed Elio De Anna, supportati nel compito dalla Direzione tecnica e dall’Area Organizzazione, ha definito la proposta di riassetto della stagione agonistica 2020, che sarà presentata, per l’esame e la definitiva approvazione, alla riunione del Consiglio federale del 27 maggio. [LEGGI] - 19 maggio 2020

19 maggio - LA SPEZIA, NIENTE ASSOLUTI NEL 2020 - A causa dell’emergenza coronavirus, i Campionati Italiani Assoluti 2020 non potranno svolgersi alla Spezia. Il Comitato Organizzatore Locale, preso atto delle condizioni che si sono create, chiederà di organizzare la rassegna tricolore del 2021, perché permanga il grande valore aggiunto, come sarebbe stato l’edizione di quest’anno, di avere al “Campo Montagna” i campionati italiani pre Olimpiadi. [LEGGI] - 19 maggio 2020

18 maggio - MARATONE E MEZZE, ECCO LE DATE DEL 2021 -
Ecco le date per il 2021. La Federazione Italiana di Atletica Leggera, nonostante la difficile fase storica che ha visto l’annullamento di molte gare, e nel rispetto di tutte le disposizioni emanate dal Governo, vuole guardare con ottimismo al prossimo anno sportivo, provando sin da ora a ridefinire un calendario quanto più armonico possibile. È stato quindi stilato il programma delle maratone e mezze maratone con classificazione Gold e Silver per la prossima stagione. Inoltre, fino al 30 giugno p.v., sarà possibile presentare le richieste di organizzazione sulla piattaforma del calendario accedendo all’indirizzo http://calendario.fidal.it (tutte le info QUI). [LEGGI] - 18 maggio 2020

18 maggio - SOCIETÀ, AL VIA FINANZIAMENTI DAL CREDITO SPORTIVO -
Liquidità per le società di base, si parte. Da oggi, lunedì 18 maggio, le associazioni sportive dilettantistiche e le società sportive dilettantistiche, iscritte al Registro CONI o alla Sezione parallela CIP e regolarmente affiliate alla Federazione da almeno un anno, potranno accedere direttamente dall’home page del sito www.creditosportivo.it a una sezione dedicata alle misure di sostegno collegate all’emergenza epidemiologica COVID-19. [LEGGI] - 18 maggio 2020

12 maggio - DIAMOND LEAGUE, IL NUOVO CALENDARIO -
Un nuovo calendario per la Wanda Diamond League. Il principale circuito di meeting internazionali di atletica ha comunicato oggi il programma provvisorio della stagione 2020, con undici appuntamenti tra la fine dell’estate e l’autunno, dopo il rinvio dei primi eventi a causa della pandemia da coronavirus. [LEGGI] - 12 maggio 2020

8 maggio - GLI EUROPEI UNDER 18 DI RIETI NEL 2021 - Il Consiglio della European Athletics ha ufficializzato lo spostamento dei Campionati Europei U18 di Rieti al 2021. La data della rassegna continentale, originariamente in programma dal 16 al 19 luglio di quest’anno, verrà decisa nei prossimi mesi in coordinamento con FIDAL e il Comitato Organizzatore. Rimane invariata la sede, lo stadio Raul Guidobaldi di Rieti. [LEGGI] - 8 maggio

5 maggio - DALL’ICS MUTUI A TASSO ZERO PER LE SOCIETÀ - Un’interessante opportunità in favore delle associazioni sportive dilettantistiche e alle società sportive dilettantistiche iscritte al registro CONI. L’Istituto per il Credito sportivo,  in ossequio a quanto previsto dal decreto legge 8 aprile 2020, n. 23 “Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali”, potrà erogare mutui – senza garanzie e a tasso 0 - destinati alle società sportive di base. [LEGGI] - 5 maggio

3 maggio - ALLENAMENTI AL VIA PER ATLETI DI INTERESSE NAZIONALE - Sulla base delle disposizioni contenute nel DPCM del 26 aprile scorso, da domani, lunedì 4 maggio, gli atleti di interesse nazionale, così come definiti dalla FIDAL la scorsa settimana, potranno riprendere la propria attività di allenamento, all’interno di impianti aperti nelle modalità stabilite dal Governo. Gli elenchi di coloro che hanno diritto alla ripresa dell’attività sono stati trasmessi ai Comitati regionali FIDAL, ai quali fa dunque capo la gestione degli stessi sul territorio. [LEGGI] - 3 maggio

28 aprile - RIAPERTURA IMPIANTI COME OPPORTUNITÀ - Si sono riuniti oggi in videoconferenza i Consiglieri Federali e i Presidenti dei Comitati Regionali per fare il punto sulla situazione dell’Atletica Italiana nel contesto della drammaticità in cui vive il nostro Paese, così duramente colpito dal COVID-19. Sono stati analizzati e valutati i documenti fino ad oggi elaborati ed è stato espresso vivo apprezzamento per i documenti già conclusi e per quelli ancora in fase di elaborazione. Tra questi ultimi in particolare, il complesso ed articolato documento relativo al running, che è in avanzata fase di elaborazione (consegnato alle diverse parti interessate per integrazioni e/o correzioni), così come quello relativo al calendario ed alla organizzazione dei Campionati, che è nella sua fase conclusiva. [LEGGI] - 28 aprile

28 aprile - PROPOSTA FIDAL SUGLI ATLETI DI INTERESSE NAZIONALE - Nel corso di una riunione congiunta tra il Consiglio federale ed i Presidenti di Comitato regionale, tenutasi oggi in videoconferenza, la FIDAL ha formulato la propria proposta circa la composizione del gruppo di atleti di interesse nazionale che alla data indicata dal DPCM 26 aprile 2020, ovvero il 4 maggio p.v., potrà riprendere, secondo le prescrizioni governative, gli allenamenti all’interno degli impianti. [LEGGI] - 28 aprile

28 aprile - CATEGORIE PROMOZIONALI, PROROGATI I TESSERAMENTI - L’emergenza Covid-19 sta mettendo a rischio il futuro dello sport di base nel nostro Paese. Le difficoltà vissute dalle associazioni sportive, con la pratica sospesa, sono un fatto concreto, rispetto al quale la FIDAL, oltre che presentare al Governo una serie di proposte di sostegno diretto ed indiretto, ha avviato, già dalla fine di marzo scorso, un percorso di iniziative concrete e mirate. Al quadro di interventi disposti in favore delle affiliate, che troveranno concretezza nella revisione del bilancio attualmente in corso, la riunione congiunta di oggi tra Consiglio federale e Presidenti di Comitato regionale ha confermato e reso operativa la scelta di prorogare al 2021 la validità dei tesseramenti delle categorie promozionali (Esordienti, Ragazzi, Cadetti) sottoscritti per l’anno 2020. Un appoggio forte alla pratica giovanile, e per certi versi segnale di speranza per la ripresa dell’attività del movimento nazionale. Il provvedimento coinvolge una fascia molto ampia della platea di tesserati FIDAL, valutabile in circa 70.000 praticanti. [LEGGI] - 28 aprile

27 aprile - ATLETI D’INTERESSE NAZIONALE, OK DAL 4 MAGGIO - Da lunedì 4 maggio potranno tornare ad allenarsi gli atleti di interesse nazionale. È quanto disposto dal Dpcm del 26 aprile firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Secondo il decreto, “allo scopo di consentire la graduale ripresa delle attività sportive, nel rispetto di prioritarie esigenze di tutela della salute connesse al rischio di diffusione da COVID-19, le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti – riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali – sono consentite, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, a porte chiuse, per gli atleti di discipline sportive individuali”. [LEGGI] - 27 aprile

23 aprile - CANCELLATI GLI EUROPEI DI PARIGI 2020 - La European Athletics ha ufficializzato la cancellazione degli Europei di Parigi 2020 che erano in programma dal 25 al 30 agosto allo stadio Charlety. La decisione di annullare l’evento è stata presa oggi dal comitato organizzatore locale e dalla Federazione francese di atletica leggera in una riunione straordinaria. [LEGGI] - 23 aprile

16 aprile - FINANZIAMENTI FINO A 25 MILA EURO, ONLINE IL MODULO - Tra gli interventi del decreto legge dell’8 aprile, all’art. 1 sono previste misure a sostegno della liquidità delle imprese. Nell’ambito delle attività sportive dilettantistiche operano una serie di soggetti “imprese e lavoratori autonomi” strettamente connessi all’attività agonistica, formativa e promozionale della FIDAL, come ad esempio gestori di impianti, organizzatori e liberi professionisti, che possono accedere alle misure a sostegno della liquidità e che, ovviamente, con la sospensione dell’attività disposta dal Governo per fronteggiare l’emergenza Covid-19 hanno subito conseguenze importanti in termini economici e finanziari. [LEGGI] - 16 aprile

10 aprile - STOP ALLENAMENTI FINO AL 3 MAGGIO - Prolungata fino al 3 maggio la sospensione degli allenamenti degli atleti, oltre che dell’attività agonistica. Con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, pubblicato il 10 aprile, vengono prorogate le misure già in vigore e pertanto “sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Sono sospese altresì le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, all’interno degli impianti sportivi di ogni tipo”. Per l’attività agonistica, nell’ultima riunione il Consiglio federale ha invece deliberato la sospensione fino al 31 maggio.  [LEGGI] - 10 aprile

8 aprile - L’ATLETICA DAL MINISTRO SPADAFORA - Giornata di intenso lavoro per la FIDAL, quella di oggi, pur nella tristezza per la notizia della drammatica scomparsa di Donato Sabia. Il presidente federale Alfio Giomi, insieme al vicepresidente vicario Vincenzo Parrinello (ed a capo di una delegazione composta anche dai vicesegretari generali Putzu e Sicari, e dalla responsabile amministrativa Debach), ha incontrato quest’oggi, in videoconferenza, il Ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora. Oggetto dell’incontro, analizzare la situazione in cui versa l’Atletica Italiana, nel pieno dell’emergenza Covid-19 che sta flagellando il Paese. Poco meno di un’ora di confronto, nel corso del quale il presidente della FIDAL ha esposto al Ministro le principali istanze provenienti dal movimento, e le iniziative già assunte al fine di sostenere società, atleti, tecnici, dirigenti, e preparare al meglio la complessa fase di riavvio dell’attività sportiva. [LEGGI] - 8 aprile

8 aprile - MONDIALI DI EUGENE NEL LUGLIO 2022 - In seguito al rinvio delle Olimpiadi di Tokyo, causato dall’emergenza Coronavirus, anche i Campionati del Mondo di atletica vengono posticipati di un anno. La prossima edizione si svolgerà a Eugene, in Oregon (Stati Uniti), dal 15 al 24 luglio del 2022. Questa è la decisione comunicata oggi dalla World Athletics per la rassegna iridata che era inizialmente prevista nel 2021 (dal 6 al 15 agosto) dopo aver discusso l’argomento con gli organizzatori di altri due eventi internazionali in programma tra due anni, i Giochi del Commonwealth di Birmingham (27 luglio-7 agosto) e gli Europei multisport di Monaco di Baviera (con le gare di atletica dal 15 al 21 agosto). [LEGGI] - 8 aprile

6 aprile - CURA ITALIA: INDENNITÀ PER COLLABORATORI SPORTIVI - È stato emanato il Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, sulla base del quale sono definite le modalità di presentazione delle domande a Sport e Salute per ricevere l’indennità di 600 euro prevista dal Decreto Legge “Cura Italia” per il mese di marzo 2020 a favore dei collaboratori sportivi (art. 96, decreto-legge 17 marzo 2020, n.18). [LEGGI] - 6 aprile

30 marzo - VINCIAMO INSIEME LA GARA PIÙ IMPORTANTE - La Federazione Italiana di Atletica Leggera è in pista con la Protezione Civile nell’impegno contro l’emergenza Coronavirus. Come previsto nell’ambito del Decreto Legge “Cura Italia”, il Dipartimento della Protezione Civile ha aperto un conto corrente bancario dedicato, destinato all’acquisto di dispositivi di protezione individuale, di ventilatori e di altri dispositivi medici. [LEGGI] - 30 marzo

30 marzo - LE DATE DI TOKYO 2021: 23 LUGLIO-8 AGOSTO - Le Olimpiadi di Tokyo 2021 si terranno nello stesso periodo programmato per il 2020. È la decisione del Comitato olimpico internazionale e degli organizzatori che hanno ufficializzato oggi la nuova data dei Giochi olimpici, rinviati per l’emergenza Coronavirus: si gareggerà da venerdì 23 luglio a domenica 8 agosto 2021. Anche le Paralimpidi si terranno nello stesso periodo pianificato per il 2020: ufficializzate per il 2021 le date 24 agosto-5 settembre. [LEGGI] - 30 marzo

30 marzo - CONSIGLIO, LA ROAD MAP DEI PROSSIMI MESI - Il Consiglio federale, riunito quest’oggi in videoconferenza, ha affrontato la difficile situazione venutasi a creare con l’insorgere ed il diffondersi nel Paese dell’epidemia da Covid-19. “È probabilmente la riunione di Consiglio più importante della mia vita – le parole d’esordio del presidente federale, Alfio Giomi – perché la complessità del momento è sotto gli occhi di tutti. Ma ribadisco quel che ho detto già qualche giorno fa: noi ce la faremo. Abbiamo il dovere di immaginare il nostro movimento alla ripresa dell’attività, e di fare il massimo per consentire alle società sportive di tornare al proprio lavoro, quando sarà possibile, nelle migliori condizioni”. [LEGGI] - 30 marzo

27 marzo - RINVIATO IL GOLDEN GALA PIETRO MENNEA - Niente da fare nemmeno per il Golden Gala Pietro Mennea. La Wanda Diamond League ha comunicato che è stata rinviata a data da destinarsi l’edizione 2020 del principale meeting italiano di atletica leggera, quinta tappa del massimo circuito internazionale. L’evento che avrebbe portato le stelle dell’atletica mondiale allo stadio San Paolo di Napoli giovedì 28 maggio è stato ufficialmente posticipato per effetto della pandemia globale da Coronavirus, insieme ad altre due tappe, quella di Stoccolma del 24 maggio e quella di Rabat del 31 maggio. [LEGGI] - 27 marzo

25 marzo - POSTICIPATI GLI EUROPEI UNDER 18 DI RIETI - Non si terranno nel 2020 gli Europei under 18 di Rieti. È una delle principali decisioni assunte oggi dall’Executive Board della European Athletics, riunito in videoconferenza. La rassegna continentale che era in calendario nel capoluogo sabino dal 16 al 19 luglio è stata rinviata a data da destinarsi. [LEGGI] - 25 marzo

24 marzo - SALTANO ANCHE I MONDIALI UNDER 20 IN KENYA - Nella giornata del rinvio dei Giochi olimpici al 2021, c’è anche la notizia dello slittamento dei Mondiali under 20 di Nairobi, in Kenya. A comunicarlo è la World Athletics, che al momento non ha indicato un’altra data per lo svolgimento della rassegna iridata U20. [LEGGI] - 24 marzo

24 marzo - OLIMPIADI DI TOKYO RINVIATE AL 2021 - È ufficiale: le Olimpiadi di Tokyo sono state rinviate al 2021. L’emergenza mondiale per il Coronavirus ferma anche il più grande evento globale, simbolo dello sport: i Giochi olimpici si terranno entro l’estate del 2021. La decisione è maturata dopo la conference call tra il presidente del CIO Thomas Bach e il premier giapponese Shinzo Abe. [LEGGI] - 24 marzo

20 marzo - RUNNING, DIECI REGOLE DI BUON SENSO - Runner non ci si improvvisa. E chi non ha mai corso non è proprio il caso che inizi ora. I suggerimenti per gli appassionati della corsa. [LEGGI] - 20 marzo

20 marzo - CURA ITALIA, IL VADEMECUM DELLE MISURE FISCALI - L’Agenzia delle Entrate illustra le misure fiscali contenute nel decreto legge n. 18 del 17 marzo (“Cura Italia”) che ha previsto interventi a sostegno di famiglie, lavoratori e imprese per contrastare gli effetti dell'emergenza Coronavirus sull'economia. [LEGGI] - 20 marzo

18 marzo - DECRETO CURA ITALIA, LE MISURE PER LO SPORT - È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, cosiddetto “Cura Italia”, con le “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”. Al fine di agevolare la lettura del decreto a tutti gli operatori del sistema sportivo italiano, Sport e Salute ha realizzato una prima sintesi delle misure adottate dal Governo, che possano essere di interesse per il mondo dello sport. [LEGGI] - 18 marzo

10 marzo - DISTANTI MA UNITI: TAMBERI E TORTU TESTIMONIAL - Anche la Federazione Italiana di Atletica Leggera sposa la campagna istituzionale #distantimauniti promossa dal ministro per le Politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora e realizzata con il contributo della società “Sport e Salute”. [LEGGI] - 10 marzo

10 marzo - ATLETI DI INTERESSE NAZIONALE: ECCO I REQUISITI - In riferimento alle nuove disposizioni previste dal DPCM 9 marzo 2020 per il contenimento del coronavirus (secondo cui “Gli impianti sportivi sono utilizzabili, a porte chiuse, soltanto per le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal CONI e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali”), la FIDAL ritiene che per definire in modo chiaro cosa si intenda per “atleta di interesse nazionale” sia sufficiente tenere conto delle regole già in vigore. [LEGGI] - 10 marzo

5 marzo - SOSPESA TUTTA L’ATTIVITÀ FINO AL 3 APRILE - La FIDAL comunica di aver deliberato quest’oggi, interpretando quanto previsto dal DPCM 4 marzo 2020, la sospensione, fino alla data del 3 aprile p.v. (salvo nuove e diverse disposizioni delle autorità competenti), di tutte le attività agonistiche già programmate sul territorio nazionale. [LEGGI] - 5 marzo

25 febbraio - MASTER: RINVIATI I CAMPIONATI ITALIANI DI ANCONA - In considerazione dell’attuale situazione sanitaria legata ai problemi di diffusione in Italia del Coronavirus, in attesa di ricevere indicazioni dalle autorità superiori che in questo momento sono riunite per discuterne, e tenendo conto delle necessità organizzative di un evento nazionale e della tutela delle componenti coinvolte, la FIDAL comunica l'annullamento dei Campionati Italiani Master Indoor previsti per il weekend (28 febbraio-1° marzo) ad Ancona, che sono rinviati a data da destinarsi. [LEGGI] - 25 febbraio

24 febbraio - MARCIA: ANNULLATI I CAMPIONATI ITALIANI A BERGAMO - In seguito all’ordinanza di domenica 23 febbraio del Ministero della Salute e della Regione Lombardia, si comunica che domenica 1° marzo non si terrà il Campionato Italiano dei 20 km e dei 50 km di marcia in programma a Bergamo. [LEGGI] - 24 febbraio

23 febbraio - SOSPENSIONE ATTIVITÀ SPORTIVE IN LOMBARDIA E VENETO - Su indicazione del Governo, il Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora, ha chiesto al CONI di invitare le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Associate e gli Enti di Promozione Sportiva, a sospendere, per la giornata di domenica 23 febbraio, tutte le attività sportive in programma nelle Regioni di Lombardia e Veneto. [LEGGI] - 23 febbraio



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate