Coppa Europa: l'Italia risale con Riccardi e Bracco

27 Maggio 2017

A Leiria, in Portogallo, le due società milanesi conquistano la vittoria nel Gruppo B della rassegna continentale per club


 

di Cesare Rizzi

Missione compiuta per le squadre italiane in trasferta a Leiria. In Portogallo sia la Bracco Atletica femminile sia gli uomini dell’Atletica Riccardi 1946 vincono il Gruppo B della Coppa Europa per club e riportano l’Italia nella massima serie della rassegna europea per società (il Gruppo A in questa stagione era in programma a Mersin, in Turchia, ma la manifestazione è stata poi cancellata). Le due formazioni milanesi dominano mettendo in mostra tutte le proprie punte, arrivate quasi sempre a podio (34 su 40 gare: 12 le vittorie, sei a testa).

La Riccardi Milano 1946 guidata dal presidente Sergio Tammaro mette in mostra due gioielli sul giro di pista: Mario Lambrughi alle 10 del mattino e senza rivali vince i 400 ostacoli in 50.36; il “collega” Alessandro Sibilio, campione europeo under 18 tra le barriere, si cimenta nei 400 piani e demolisce il personal best portandolo da 47.77 a 47.19 (togliendo dopo 33 anni il record sociale under 20 a Vito Petrella). Gli altri successi individuali arrivano con Carlo Giuseppe Redaelli grazie allo stagionale nei 110 ostacoli (14.15/+0.1) e a uno sfortunato Stefano Braga, infortunatosi a una coscia, ma re del lungo con il solo salto completato (7,15/+0.5). Nello sprint Federico Cattaneo (10.60/+0.3 sui 100) e il rientrante Simone Tanzilli (21.13/0.0 sui 200) si arrendono entrambi al vicecampione europeo dei 60 indoor Jan Volko (Slovacchia/Stivbar Nitra). Quella di Leiria è probabilmente la prima gara in maglia Riccardi e l’ultima della carriera dell’altista Nicola Ciotti, quinto ai Mondiali di Helsinki 2005: con 2,06 il romagnolo, 40 anni, ritocca la MPI M40 detenuta in precedenza con 2,04 da Marco Segatel e Luca Toso. Le staffette si confermano punto di forza verde: vince la 4x100 in 41.28 con Giacomo Tortu, Simone Tanzilli, Federico Cattaneo e Wanderson Polanco imitati dalla 4x400 in 3:13.06 con Alessandro Sibilio, Andrea Romani, Giacomo Tortu e Mario Lambrughi.

La Bracco Atletica di Franco Angelotti dopo la sfortunata prova di Flavia Battaglia in apertura (caduta al nono ostacolo dei 400hs mentre era avviata verso il successo) trova il primo vittoria di giornata con la triplista Alessandra Prina (12,07/+0.9) e poi diventa imprendibile dopo la bella e netta affermazione della capitana Sara Balduchelli (13.75/+0.1) nei 100 ostacoli. Giulia Paccagnan, giavellottista prossima al matrimonio, si prende la vittoria con una grande serie e un picco da 49,58, Claudia Rota trionfa nel peso con 13,23 dopo il terzo posto nel disco, Miriam Galli conquista l’asta con 3,80 e Najla Aqdeir si prende i 1500 con un grande finale. Nel mezzofondo arrivano anche due piazze d’onore con “miss” Sara Galimberti nei 5000 (17:35.56) e con Federica Casati nei 3000 siepi (10:38.43). Di rilievo tecnico anche il 24.07 (-0.9) di Annalisa Spadotto Scott seconda nei 200 e il 54.36 di Giulia Alberti terza nei 400. A proposito di Gruppo A, la Lombardia vanta tre titoli europei a squadre: con la Pro Patria maschile nel 1983 e nel 1984 e la Snam femminile nel 1996.

TUTTI I RISULTATI
BRACCO ATLETICA
VITTORIE - Triplo: Alessandra Prina 12.07 (+0.9). 100 ostacoli: Sara Balduchelli 13.75 (+0.1). 1500: Najla Aqdeir 4:41.95. Peso: Claudia Rota 13.23. Giavellotto: Giulia Paccagnan 49.58. Asta: Miriam Galli 3.80.
SECONDI POSTI - 3000 siepi: Federica Casati 10:38.43. Lungo: Laura Oberto 5.48 (-0.7). 200: Annalisa Spadotto Scott 24.07 (-0.9). 5000: Sara Galimberti 17:35.56. 4x100: Bracco Atletica (Mosetti, Tassani, Spadotto Scott, Calliari) 46.50. 4x400: Bracco Atletica (Alberti, Maffioletti, Oberto, Battaglia) 3:48.84.
TERZI POSTI - 800: Greta Graziani 2:14.15. 400 piani: Giulia Alberti 54.36. Martello: Serena Argenti 54.13. Disco: Claudia Rota 38.35.
QUARTI POSTI – 100: Marta Maffioletti 12.18 (-0.5). Alto: Laura Oberto 1.67. 3000: Silvia Radaelli 10:13.02.
SESTI POSTI – 400 ostacoli: Flavia Battaglia 1:05.94.

ATLETICA RICCARDI MILANO 1946
VITTORIE - 400 ostacoli: Mario Lambrughi 50.36. 400 piani: Alessandro Sibilio 47.19. 110 ostacoli: Carlo Giuseppe Redaelli 14.15 (+0.1). Lungo: Stefano Braga 7.15 (+0.5). 4x100: Atletica Riccardi Milano 1946 (G. Tortu, Tanzilli, Cattaneo, Polanco) 41.28. 4x400: Atletica Riccardi Milano 1946 (Sibilio, Romani, G. Tortu, Lambrughi) 3:13.06.
SECONDI POSTI - 3000 siepi: Mustapha El Haouari 9:32.81. 800: Andrea Romani 1:53.88. Martello: Lorenzo Rocchi 56.63. Peso: Alessandro Castelli 14.50. 100 piani: Federico Cattaneo 10.60 (+0.3). Alto: Nicola Ciotti 2.06 (MPI M40). 200: Simone Tanzilli 21.13 (0.0). Triplo: Andrea Carenini 14.26 (-0.9).
TERZI POSTI- Asta: Federico Biancoli 4.60. Disco: Fabio Vian 46.18. Giavellotto: Davide Ballico 58.98. 5000: Francesco Marino 15:20.48.
QUARTI POSTI – 3000: Lorenzo Balducci 9:18.50.
QUINTI POSTI – 1500: Pietro Capra 4:19.26.

CLASSIFICHE A SQUADRE
DONNE: 1. Bracco Atletica (ITA) 126 punti, 2. Phanos (OLA) 103, 3. CABW (BEL) 96, 4. LG Berna (SVI) 81, 5. Dundrum South Dublin (IRL) 77, 6. Helsingin Kisa-Veikot (FIN) 77, 7. Maccabi Reshon Le-Zion 73, 8. CA Dudelange (LUX) 47.
UOMINI: 1. Atletica Riccardi Milano 1946 (ITA) 97 punti, 2. AC Stavbar Nitra (SVK) 78, 3. Clonliffe Harriers (IRL) 75, 4. Haag Atletiek (OLA) 70, 5. Tampereen Pyrinto  (FIN) 61, 6. CA Dudelange (LUX) 35.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: