Concluso il G5 tra accordi e progetti

30 Novembre 2014

A Birmingham definite alcune collaborazioni internazionali che fanno parte del piano di lavoro azzurro per la stagione 2015

 

Il meeting del G5 concluso questa mattina a Birmingham è stata l’occasione per definire, anche sul piano formale, alcune delle collaborazioni che fanno parte del piano di lavoro azzurro per la stagione 2015. L’accordo con UKA (la Federazione britannica) vedrà intensificarsi il rapporto mirato al salto in alto, lo stesso che vede Marco Fassinotti allenarsi stabilmente, proprio a Birmingham, con il tecnico Fuzz Ahmed. Con la FFA (la Federazione francese) si è definito l’asse relativo al salto con l’asta: il centro di riferimento sarà quello di Clermont Ferrand, dove già all’inizio di gennaio tre dei migliori giovani saltatori italiani (Roberta Bruni, Sonia Malavisi, Alessandro Sinno) si recheranno con i propri tecnici per due settimane di lavoro collegiale. In Francia si sono trasferiti da qualche tempo due dei migliori sprinter italiani, Michael Tumi e Delmas Obou: si allenano con il gruppo di Jimmy Vicaut all’INSEP di Parigi, seguiti dal coach Guy Ontanon (in contatto con i tecnici italiani Pegoraro e Bastianini). Novità anche nello sprint al femminile: Gloria Hooper ha scelto di farsi seguire direttamente da Loren Seagrave, ed è quindi diventata compagna d’allenamento di Libania Grenot all’IMG Centre di Bradenton (Florida, Stati Uniti).

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: