Ciclone Povegliano martello a 79,08

12 Maggio 2012

Il friulano centra a Codroipo la quarta prestazione mondiale 2012 e il minimo A per i Giochi. Cusma: 400 in 55.70

 

Ha centrato a Codroipo (Udine), questo pomeriggio, il lancio che aspettava da tanto tempo. Lorenzo Povegliano, 27enne da Palmanova (Udine), maglia Carabinieri, in un colpo solo ha ottenuto, con un prodigioso 79,08, il primato personale, il minimo per gli Europei di Helsinki, il minimo A per i Giochi Olimpici di Londra, la quarta prestazione mondiale dell’anno e la quinta prestazione italiana alltime. Un bottino ricchissimo, per questo ragazzo (allenato dall’ex martellista Mario Vecchiato) che aveva stupito tutti da junior, nel 2003, vincendo, a sorpresa, l’Europeo di categoria a Tampere. Poi, il quarto posto nella rassegna continentale Under 23 del 2005, e il buio, calato nel 2008, per un gravissimo infortunio al ginocchio che lo ha tenuto lontano dalla pedana praticamente per due stagioni (ma che gli ha consentito di dedicarsi agli studi, fino alla laurea in medicina). Lo scorso anno la rinascita, con 76,96 realizzato a Pordenone in settembre, fino all’exploit (cercato, voluto, dicono i tecnici che lo seguono con regolarità) di oggi pomeriggio. Questa la serie di Povegliano: 75,87; 74,45; 79,08; p; n; p.

Nella riunione friulana, buon 1500 metri maschile, con Marco Salami (Esercito) vincitore in 3:41.55, davanti a Goran Nava (Pro Patria) 3:42.36, e la promessa Stefano Massimi (Riccardi Milano), in 3:43.46. Rientro agonistico per Elisa Cusma (Esercito), che ha corso i 400 metri in 55.70.

File allegati:
- RISULTATI/Results
- Liste italiane all time


Condividi con
Seguici su: