Brugnolo, cinque fatiche e un record

17 Giugno 2018

A Dolo (Venezia), la 14enne veneta riscrive la migliore prestazione italiana under 16 nel pentathlon con 4667 punti


 

Arriva dal Veneto un’altra migliore prestazione nazionale under 16. A Dolo (Venezia), la non ancora 15enne Greta Brugnolo ha realizzato il punteggio più alto di sempre per una cadetta italiana nel pentathlon con un totale di 4667, superando il precedente limite che da un anno apparteneva a Veronica Besana (4553 a Olgiate Olona il 4 giugno 2017). La portacolori dell’Atletica Riviera del Brenta, campionessa tricolore in carica della specialità grazie al titolo vinto nello scorso ottobre con 4274 punti al debutto nella categoria, ha aperto il suo weekend con 11.8 sugli 80 ostacoli e 1,63 nell’alto, pareggiando il record personale in entrambe le gare, quindi 35,85 nel giavellotto per un progresso di oltre tre metri.

Nella seconda giornata la veneziana di Spinea, che si allena a Mira con Giuseppe Orofino, ha saltato 5,70 sulla pedana del lungo prima di chiudere con il personal best di 1:41.3 sui 600 metri. Lo score finale sorpassa anche il risultato di 4648 ottenuto nel 2008 da Dariya Derkach, quando ancora non era in possesso della cittadinanza italiana. Appena due settimane fa, il cadetto veneto Riccardo Ganz era invece diventato il primatista nazionale under 16 dei 300 ostacoli con 38.33.

l.c.

(ha collaborato Mauro Ferraro/FIDAL Veneto)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: