Brixia Meeting: è l'anno della Lombardia

20 Maggio 2018

A Bressanone un team italiano vincente e allievi in forma: cresce ancora l’ostacolista Besana (13.46), il quattrocentista Benati corre in 47.26, nel lungo Iapichino 6,20


 

di Luca Cassai

Giovani talenti protagonisti a Bressanone (Bolzano) nell’edizione numero 36 del Brixia Meeting, il classico incontro internazionale dedicato agli under 18. Torna a vincere una squadra italiana con il netto successo della Lombardia a quota 559 punti davanti ai tedeschi della Baviera (521,5) e al Veneto (513), dopo quattro affermazioni consecutive di un’altra formazione della Germania, quella del Baden-Württemberg. Non mancano risultati di valore a livello individuale e in prima fila sono gli atleti all’esordio nella categoria, sempre più scatenati a cominciare dalla 15enne lombarda Veronica Besana (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) che si migliora ancora sui 100 ostacoli e scende a 13.46 (+0.2) togliendo altri otto centesimi al record personale dello scorso weekend, per avvicinare ulteriormente il limite nazionale allieve (13.30 di Desola Oki nel 2016). Alle sue spalle progressi anche della piemontese Veronica Crida (Unione Giovane Biella, 13.73) e di Elena Carraro (Brixia Atletica 2014) con 13.90.

VIDEO | 100HS: VERONICA BESANA 13.46 AL BRIXIA MEETING 2018

Il romano Lorenzo Benati (Lazio/Atl. Roma Acquacetosa), a sua volta nato nel 2002, fa segnare un nuovo crono di rilievo sui 400 metri con 47.26, pagando nel finale un avvio a ritmo sin troppo sostenuto, ma si conferma poco distante dal 47.08 del 25 aprile (terzo allievo e miglior sedicenne di ogni epoca). Sulla pedana del lungo c’è Larissa Iapichino (Atl. Firenze Marathon): la 15enne doppia figlia d’arte toscana, dell’ex astista Gianni e di Fiona May, atterra al personale outdoor di 6,20 (-0.6). E poi nei 200 metri la volata di Federico Guglielmi (Atl. Biotekna Marcon), perché lo sprinter veneto in 21.49 (+0.4) diventa il terzo italiano tra i debuttanti in questa fascia di età, dietro soltanto a Andrew Howe e Filippo Tortu, prima di condurre la sua staffetta 4x100 alla vittoria con un significativo 41.87.

VIDEO | LARISSA IAPICHINO 6,20 NEL LUNGO A BRESSANONE

Crescono gli astisti: 4,90 del campano Simone Di Cerbo (Enterprise Sport & Service), adesso il quinto allievo alltime, e l’altoatesina Nathalie Kofler (Sv Lana-Raika) che supera 3,80 per la gioia del pubblico di casa e si arrampica all’ottavo posto nelle graduatorie under 18 di sempre. Un salto da record del meeting come per l’ostacolista Besana e per la triplista Veronica Zanon (Veneto/Atl. Vis Abano) che inizia subito la gara con il personale all’aperto di 12,92 (+0.5). Si corre forte anche nella velocità femminile: la primatista italiana dei 200 metri Dalia Kaddari (Tespiense Quartu) in 23.94 (+0.7) tiene a bada la piemontese Rebecca Menchini (Atl. Stronese) che ritocca il personale con 24.08 (settima allieva di sempre) dopo aver vinto i 100 resistendo alla rimonta della laziale Chiara Gherardi (Studentesca Rieti Milardi), 11.91 (-0.7) contro 11.92. Prima volta sotto 14 secondi nei 110hs per il tricolore indoor Giuseppe Filpi (Atl. Agropoli) con 13.99 (+0.6). Sulle pedane dei lanci il colosso pugliese Carmelo Musci (Atl. Aden Exprivia Molfetta) piazza una spallata da 19,36 nel peso, invece la discobola Diletta Fortuna (Atl. Vicentina) deve attendere l’ultimo turno per passare al comando con 45,17 mentre nel giavellotto l’altro veneto Alessandro Ferro (Fiamme Oro Padova) fa subito 63,41 al primo tentativo e aggiunge oltre cinque metri al personale.

Nel mezzofondo vince una cadetta sui 1500 metri, l’umbra Melissa Fracassini (Atl. Libertas Arcs Perugia, 4:40.88), e negli 800 al maschile il lombardo Andrea Sambruna (Atl. Cento Torri Pavia) si impone con una gran rimonta in 1:55.64. Applausi quindi alla 4x100 allieve del Veneto: Hope Esekheigbe, Elisa Visentin, Martina Guizzon, Ilenia Carraro firmano con 46.62 il miglior crono di sempre per una rappresentativa regionale under 18. In apertura di giornata, i 5000 di marcia con un imprevisto: gli allievi partono dalla sesta corsia, in contemporanea con le donne, ma per un errore percorrono un giro in più con un totale di 5437,70 metri e perciò il successo dell’azzurrino Davide Finocchietti (Atl. Libertas Runners Livorno) è senza riscontro cronometrico. Tutto questo a un mese dalla rassegna tricolore di categoria (15-17 giugno) che condurrà verso gli Europei under 18 di Gyor, in Ungheria, dal 5 all’8 luglio.

VIDEO | LORENZO BENATI 47.26 NEI 400 AL BRIXIA MEETING 2018

36° Brixia Meeting, Bressanone (Bolzano)
Allievi. 100: Federico Manini (Lombardia) 10.80 (+0.1); 200: Federico Guglielmi (Veneto) 21.49 (+0.4); 400: Lorenzo Benati (Lazio) 47.26; 800: Andrea Sambruna (Lombardia) 1:55.64; 1500: Paul Feurer (Baviera) 4:09.51, 2. Nicolò Bedini (Veneto) 4:09.54; 2000st: Carmelo Cannizzaro (Italia Team) 6:04.04; 110hs: Giuseppe Filpi (Italia Team) 13.99 (+0.6); 400hs: Domen Oroz (Slovenia) 54.29, 2. Alberto Montanari (Emilia-Romagna) 54.56; alto: Francesco Pavoni (Lazio) 1,95; asta: Simone Di Cerbo (Italia Team) 4,90; lungo: Lorenzo Pusceddu (Piemonte) 6,97 (-0.7); triplo: Davide Favro (Piemonte) 14,43 (0.0); peso: Carmelo Musci (Italia Team) 19,36; disco: Alexander Schaller (Baviera) 50,49, 3. Luca Marchiori (Veneto) 47,44; martello: Merlin Hummel (Baviera) 65,21, 2. Davide Costa (Liguria) 62,85; giavellotto: Alessandro Ferro (Veneto) 63,41; marcia 5000: Davide Finocchietti (Toscana); 4x100: Veneto (Ling Wei Lei, Enrico Balsemin, Milan Zivojinovic, Federico Guglielmi) 41.87.
Allieve. 100: Rebecca Menchini (Piemonte) 11.91 (-0.7); 200: Dalia Kaddari (Italia Team) 23.94 (+0.7); 400: Mona Mayer (Baviera) 54.90, 2. Angelica Ghergo (Marche) 56.09; 800: Alisia Freitag (Baden-Württemberg) 2:16.38, 3. Alice Narciso (Lombardia) 2:18.02; 1500: Melissa Fracassini (Umbria) 4:40.88; 2000st: Assia El Maazi (Piemonte) 7:08.48; 100hs: Veronica Besana (Lombardia) 13.46 (+0.2); 400hs: Emma Silvestri (Marche) 1:01.74; alto: Luisa Tremel (Baviera) 1,74, 2. Idea Pieroni (Toscana) 1,74; asta: Nathalie Kofler (Alto Adige) 3,80; lungo: Larissa Iapichino (Toscana) 6,20 (-0.6); triplo: Veronica Zanon (Veneto) 12,92 (+0.5); peso: Cassandra Bailey (Baviera) 15,59, 3. Sara Verteramo (Piemonte) 14,93; disco: Diletta Fortuna (Veneto) 45,17; martello: Sara Zuccaro (Marche) 58,33; giavellotto: Federica Botter (Friuli-Venezia Giulia) 50,69; marcia 5000: Simona Bertini (Emilia-Romagna) 24:51.25; 4x100: Veneto (Hope Esekheigbe, Elisa Visentin, Martina Guizzon, Ilenia Carraro) 46.62.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results

La premiazione del Brixia Meeting 2018


Condividi con
Seguici su: