Belotti e Facchini in cima al Km verticale

29 Aprile 2017

Assegnati a Casto (Brescia) i titoli italiani nel Vertical Nasego, terza tappa dell’EOLO FIDAL Mountain and Trail Grand Prix 2017. Domani in palio le maglie tricolore di corsa in montagna lunghe distanze.


 

Per il secondo anno di fila Casto, nella bresciana Valle Sabbia, ha accolto i Campionati Italiani di chilometro verticale. Al femminile conferma di Valentina Belotti (Atl. Alta Valtellina), argento mondiale di corsa in montagna nella scorsa stagione, con il successo tra gli uomini dell’ex ciclista Patrick Facchini (Valchiese) nel Vertical Nasego. Sul tracciato da 4,3 km di sviluppo per 1000 metri di dislivello, fino alla Corna di Savallo, si sono sfidati tutti i migliori della specialità a livello nazionale, in caccia anche di punti per la Vertical Cup dell’EOLO FIDAL Mountain and Trail Running Grand Prix 2017 oltre che per la combinata con il Trofeo Nasego lunghe distanze che sarà invece protagonista domani.

La gara femminile si è svolta per prima, con partenza dal municipio di Casto per raggiungere il traguardo posto a 1430 metri sul livello del mare. Come un anno fa le attese non erano per lei, dopo un lungo inverno di riabilitazione dall’infortunio. Ma una volta ancora Valentina Belotti (Atl. Alta Valtellina), 37enne bresciana di Temù, ha trionfato conquistando l’ennesimo titolo italiano, con un crono finale di 43:09 superiore alla passata edizione solo a causa di una modifica nel percorso che ha decretato un naturale innalzamento dei tempi per tutti i partecipanti. Notevole comunque il distacco inflitto alle avversarie capeggiate dalla sorpresa di giornata, la torinese Camilla Magliano (Pod.

Torino, 44:08), seconda e autrice di una prova maiuscola quanto inattesa, caratterizzata da una partenza spettacolare. Terza la polacca Katarzyna Kuzminska (Atl. Canavesana, 44:44) che prosegue il cammino da protagonista nella specialità dopo il quarto posto al Nasego nel 2016 e la vittoria nel Valtellina Vertical Tube 2017, prima prova di una Vertical Cup che ora la vede nei piani alti a ridosso della Belotti. La top five si completa con il bel quarto posto di Lisa Buzzoni (Altitude, 44:50) e il quinto di Samantha Galassi (La Recastello, 46:42), titolo promesse a Elisa Compagnoni (Atl. Alta Valtellina), tredicesima in 51:10.

Per una replica al femminile, una sorpresa al maschile. La vittoria non sfugge al 29enne Patrick Facchini (Valchiese), trentino di Roncone, ex ciclista professionista che non ha mancato l’obiettivo solo sfiorato l’anno scorso, quando arrivò secondo, e lo ha fatto al termine di un’appassionante battaglia contro i grandi nomi della specialità. La partenza aveva infatti visto la decisa azione di Hannes Perkmann (Sportler), anche lui già noto con la quarta posizione del 2016 e la leadership, ora ulteriormente rafforzata, nel ranking 2017 della EOLO Vertical Cup. L’altoatesino si portava dietro un dirompente Marco Moletto (Applerun) e fino ai meno 400 metri di dislivello la fuga sembrava vincente. Nel momento decisivo Facchini è riuscito a sferrare il proprio attacco, poco dopo il Capanno Busi, dove il sentiero si inerpica nella sua fase più spettacolare e punta diretto alla Corna di Savallo.

Vittoria con un ragguardevole crono di 35:31, perfettamente in linea con un tempo da record se si considerano le modifiche di percorso, davanti a Moletto (35:41), Perkmann (36:06), Antonio Toninelli (La Recastello, 37:09) e Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana, 37:17), nono invece il campione uscente Nicola Pedergnana (Atl. Clarina Trentino, 37:58), mentre Alberto Vender (Valchiese) si è aggiudicato il tricolore under 23 in 38:13, al dodicesimo posto assoluto. Con un meteo spettacolare, che ha offerto un paesaggio da cartolina dopo le pesanti piogge dei giorni scorsi, a gioire è la società organizzatrice Abcf Comero, in attesa di assegnare domani i titoli delle lunghe distanze.

Campioni italiani master 2017 di chilometro verticale
Uomini - A: Emanuele Manzi (Us Malonno), B: Davide Milesi (Atl. Valle Brembana), C: Flavio Mangili (Runners Bergamo)
Donne - A: Valentina Belotti (Atl. Alta Valtellina), B: Nives Carobbio (Atl. Paratico), C: Valentina Bottarelli (Atl. Lumezzane)

(da comunicato stampa Organizzatori)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results

La partenza della gara maschile (foto Gulberti/Organizzatori)


Condividi con
Seguici su: