Atletica in lutto: è morto Elio Locatelli

27 Novembre 2019

Scomparso a Montecarlo a 76 anni, da oltre cinquant'anni figura chiave per l’atletica italiana e mondiale come tecnico e dirigente, attuale direttore della performance FIDAL. Il presidente Giomi: "Se ne va un pezzo di storia"


 

Una tristissima notizie scuote l’atletica azzurra e tutto lo sport italiano. È morto a Montecarlo all’età di 76 anni Elio Locatelli, attuale direttore della performance FIDAL, per oltre cinquant’anni allenatore e figura chiave dell’atletica italiana e mondiale ricoprendo ruoli di dirigente a ogni livello. Lascia la moglie Silvana e la figlia Emanuela. Piemontese, in gioventù era stato un pattinatore su ghiaccio di ottimo livello con due partecipazioni ai Giochi Olimpici invernali (Innsbruck ’64 e Grenoble ’68). Dopo il diploma all’Isef ha avviato la propria attività di insegnante di educazione fisica e di allenatore, promuovendo la disciplina tra centinaia di atleti e accompagnandone molti al successo internazionale, su tutti il bronzo olimpico di Giovanni Evangelisti nel salto in lungo a Los Angeles 1984. Ha ricoperto a lungo l’incarico di direttore tecnico delle squadre nazionali azzurre, tra il 1987 e il 1994, e più di recente nel biennio 2017-2018. In ambito IAAF, ha ricoperto le cariche di co-direttore del dipartimento sviluppo della federazione internazionale (ora World Athletics) tra il ’95 e il 2001 e poi direttore dello sviluppo dal 2004 al 2012. Alla famiglia vanno le condoglianze del presidente FIDAL Alfio Giomi, del Consiglio federale e di tutta l’atletica italiana.

Il ricordo del presidente Alfio Giomi: “Se ne va via un pezzo di storia dell’atletica italiana, che ha svolto negli anni incarichi infiniti di altissimo prestigio nello sport nazionale e internazionale, e che oggi aveva trovato una sua collocazione - dopo due anni da direttore tecnico - come direttore del centro studi e ricerche e dell’alta prestazione FIDAL. C’è poi il rapporto personale, costruito in quarant’anni, che ultimamente trovava nelle cene a tu per tu all’Acqua Acetosa quegli aspetti di affettuosa amicizia che il comune amore e l’infinita passione per l’atletica aveva rafforzato nel tempo”.

Il funerale sarà celebrato lunedì 2 dicembre alle 14.30 nella cappella del cimitero di Montecarlo, 14 avenue Pasteur, dove da giovedì 28 novembre sarà allestita la camera ardente.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate