Assoluzioni TNA: le parole degli atleti

21 Marzo 2016

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato congiunto da parte degli 8 atleti assolti dalla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping: Meucci, Donato, Greco, Pertile, Howe, Salis, Incerti e Lalli


 

Nel film Armageddon il Presidente degli Stati Uniti ad un certo punto afferma "Nel caos che regna nella nostra storia... c'è una cosa che ha elevato le nostre anime ed elevato la nostra specie dalle proprie origini. E quella cosa è il coraggio!"

Tutti insieme abbiamo trascorso mesi terribili, sottoposti allo sguardo indagatore dell'opinione pubblica che faticava a comprendere la differenza fra la nostra accusa e il reato di doping, la peggior macchia per un atleta.

Ma noi abbiamo avuto il coraggio di continuare ad allenarci con impegno e caparbietà, con tutte la fatica psicologica che questo ha comportato, senza cedere mai un solo momento alla disperazione e all'autocommiserazione.

Noi atleti accusati di aver volutamente eluso i controlli antidoping ci sentiamo orgogliosi, ora che tutti otto siamo stati assolti da qualunque colpa, di aver avuto il coraggio di combattere uniti contro un'accusa che sapevamo bene essere priva di ogni fondamento.

Siamo orgogliosi di aver avuto il coraggio di non piegare la testa e attendere inermi il verdetto ma di esporci affinché le luci non si spegnessero e verità fosse fatta.

Ora noi otto siamo stati tutti assolti e riteniamo sia stata tracciata una strada che non potrà essere non seguita per quanto concerne la sorte dei nostri colleghi e amici.

Ci aspettiamo ora che l'emergere finalmente della verità sia scritto a carattere cubitali "NOI NON C'ENTRIAMO NULLA COL DOPING".

Fabrizio Donato
Daniele Greco
Andrew Howe
Anna Incerti
Andrea Lalli
Daniele Meucci
Ruggero Pertile
Silvia Salis



Condividi con
Seguici su: