Assoluti Torino: le protagoniste

23 Luglio 2015

La campionessa europea Grenot difende il tricolore nei 400 metri, il bronzo olimpico Rigaudo al via della marcia. La primatista Pedroso nei 400hs, La Mantia salta nel triplo. Rosa e Salis le big dei lanci.


 
Domani, venerdì 24 luglio, a Torino prende il via la tre giorni dei Campionati Italiani Assoluti. 1038 gli iscritti attesi in gara allo Stadio "Primo Nebiolo" fino a domenica 26 luglio. In palio 44 titoli (22 maschili e altrettanti femminili), compresi quelli delle Prove Multiple con cinque fatiche del decathlon e quattro dell'eptathlon in programma nella giornata d'apertura di venerdì, quando si conosceranno anche i nomi dei Tricolore 2015 della marcia. La manifestazione assegnerà anche la Coppa Italia, ovvero il trofeo a squadre che dà il diritto di partecipazione alla Coppa Campioni per club del prossimo anno. Nel 2014 ad aggiudicarselo erano stati gli uomini delle Fiamme Gialle e le donne dell'Esercito.
 
VELOCITA' - La capolista stagionale dei 100 metri è Jessica Paoletta (Esercito) con 11.41, però nello scorso weekend a Orvieto è tornata alla ribalta Gloria Hooper (Forestale) in 11.46 sfiorando il personale anche sulla doppia distanza con 23.08. Da tenere d’occhio la campionessa tricolore in carica di entrambe le gare Irene Siragusa (Esercito) e l’altra toscana Anna Bongiorni (Forestale) che un mese fa ha vinto i titoli nazionali fra le Promesse. Sui 200 metri attenzione poi a Giulia Riva (N.Atl. Fanfulla Lodigiana), per due volte quest’anno al crono di 23.30. La campionessa europea dei 400 metri Libania Grenot (Fiamme Gialle) ha migliorato il suo primato stagionale in Diamond League a Montecarlo con 51.07, ma per un piazzamento di vertice lotteranno anche Maria Benedicta Chigbolu (Esercito), 51.67 in terra svizzera a La Chaux-de-Fonds. Insieme a lei le altre componenti della staffetta azzurra del Miglio Chiara Bazzoni (Esercito), Marta Milani (Esercito) ed Elena Bonfanti (Atl. Lecco-Colombo Costruzioni).
 
OSTACOLI - Gara dall’esito incerto sui 100hs: nel ranking dell’anno, in testa appaiate Giada Carmassi (Atl. Brugnera Friulintagli) e Giulia Tessaro (Fiamme Oro) con 13.32, ma ci sarà anche il debutto stagionale all’aperto della tricolore indoor Giulia Pennella (Esercito). Assente Veronica Borsi, ancora alle prese con qualche fastidio tendineo.

La primatista italiana dei 400hs Yadis Pedroso (Aeronautica), quest’anno 55.18 a Cheboksary negli Europei a squadre, si candida per il terzo titolo consecutivo senza dimenticare l’ex eptatleta Francesca Doveri (Esercito) e il bronzo europeo junior Ayomide Folorunso (Fiamme Oro).

 
MEZZOFONDO E MARCIA - 1500 metri per Margherita Magnani (Fiamme Gialle) che di recente ha avvicinato il suo miglior risultato in carriera con 4:06.81 a Heusden (Belgio). L’allieva Marta Zenoni (Atl. Bergamo 1959 Creberg) sarà al via degli 800 metri, pochi giorni dopo il suo bronzo mondiale under 18 in Colombia, e si confronterà tra le altre con Irene Baldessari (Esercito). Sui 5000 metri è annunciata Silvia Weissteiner (Forestale), 18 titoli assoluti complessivi in bacheca, invece nei 3000 siepi Valeria Roffino (Fiamme Azzurre) proverà a confermare il successo della precedente edizione. Nella 10 km di marcia da seguire la piemontese Elisa Rigaudo (Fiamme Gialle), bronzo olimpico a Pechino 2008, che quest’anno in Coppa Europa si è piazzata ottava sulla 20km al rientro agonistico dopo la seconda maternità.
 
SALTI - La pedana dell’alto vedrà in azione Desirée Rossit (Fiamme Oro), compagna di allenamento di Alessia Trost che sarà assente per quest’occasione a causa di piccolo fastidio al piede di stacco. L’astista Sonia Malavisi (Fiamme Gialle) - quest’anno a quota 4,40 - cercherà di sottrarre il titolo della specialità ad una Roberta Bruni (Forestale) che in questa stagione non è ancora riuscita ad esprimersi al massimo delle sue potenzialità. Dopo aver conquistato le ultime otto edizioni di fila, Tania Vicenzino (Esercito) punta, malgrado qualche acciacco, a proseguire la striscia vincente nel lungo, mentre Simona La Mantia (Fiamme Gialle) è la logica favorita del triplo con il suo 14,22 di primato stagionale. Iscritte anche le nuove leve dell’hop-step-jump Ottavia Cestonaro (Forestale), Silvia La Tella (N.Atl.

Fanfulla Lodigiana) e la primatista junior Benedetta Cuneo (Fiamme Gialle).

 
LANCI - La pesista Chiara Rosa (Fiamme Azzurre), forte del suo 18,13 di fine di giugno, ha oltre un metro di vantaggio nelle liste outdoor sulla concorrenza guidata da Julaika Nicoletti (Forestale). Nel disco si prevedono spallate e scintille fra la campionessa in carica Valentina Aniballi (Esercito), 58,55 a Tarquinia, e la tricolore invernale Stefania Strumillo (Atletica 2005) protagonista di un netto progresso grazie al 58,22 che le è valso il bronzo all’Universiade di Gwangju (Corea del Sud). La martellista Silvia Salis (Fiamme Azzurre), con un season best di 70,42, cercherà di riprendersi il titolo detenuto da Micaela Mariani (CUS Pisa Atl. Cascina). Nel giavellotto, la donna di punta è Sara Jemai (Esercito) che quest’anno ha incrementato il personale a 57,20.
 
PROVE MULTIPLE - Il miglior accredito nell’eptathlon è della ventenne Federica Palumbo (Us Sangiorgese), 5279 punti in Coppa Europa. Insieme a lei anche altre due compagne di Nazionale a Inowroclaw (Polonia): Carolina Bianchi (Atl. Lugo) e Sara Elena Bianchi Bazzi (Lecco-Colombo Costruzioni).
 
TV - I Campionati Italiani Assoluti di Torino saranno trasmessi sui canali RaiSport in diretta TV secondo il seguente programma:

- 24 luglio, RaiSport 2 ore 19-21
- 25 luglio, RaiSport 2 ore 20-22:30
- 26 luglio, RaiSport 1 ore 20:30-22:45

BIGLIETTI (al netto dei diritti di prevendita)
Venerdì 24 luglio: ingresso gratuito
Sabato 25 e domenica 26 luglio: prezzi da 5,00 € a 15,00 €
Abbonamento sabato e domenica: da 10,00 € a 25,00 €

E' possibile acquistare online i biglietti cliccando su questo LINK: BIGLIETTI/Tickets

ISCRITTI/Entries

ORARIO/Timetable (aggiornato al 23.07.2015)
DISPOSITIVO TECNICO (aggiornato al 23.07.2015)

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it


Simona La Mantia (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: