Andrew Howe è secondo in Coppa del Mondo




 
Bellissimo secondo posto per Andrew Howe nel lungo di Coppa del Mondo ad Atene. L'azzurro, capace di un buon 8,12 (vento + 0.6; serie: 7,86; 7,95; 8,08; 8,12) è stato superato solo dall'avversaro più quotato del lotto, il panamense Irving Saladino, capolista stagionale con 8,56, atterrato a 8,26. Il solito, grande crescendo per Howe, che certamente non è stato favorito dalla formula di Coppa, che limita a quattro (invece degli abituali sei) il numero di salti a disposizione di ogni atleti. Nella storia della partecipazione italiana alla manifestazione, l'alfiere dell'Aeronautica Militare si piazza alle spalle del solo Salvatore Antibo, l'unico capace di imporsi (accadde nei 10000 metri dell'edizione di Barcellona 1989), in compagnia di vere e proprie leggende della nostra atletica (tra loro, anche Pietro Mennea e Sara Simeoni). Nella giornata di Coppa del Mondo, spiccano due risultati: il 9.88 (vento +1.1) stampato nei 100 metri dallo statunitense Tyson Gay, e il 48.70 messo a segno nei 400 metri dalla connazionale - di Gay - Sanya Richards, tempo dal sapore davero antico. In più, a completare l'exploit dello sprint a stelle e strisce, un fantastico 37.59 nella staffetta 4x100 maschile, grazie a Conwright, Spearmon, Gay (curva incredibile), Smoots. America (intesa come continente) sorprendentemente in testa tra le donne, Europa di misura sugli americani (stavolta intesi come statunitensi) tra gli uomini. Domani giornata conclusiva di gare: in pista con la 4x400 dell'Europa anche la fiamma gialla Andrea Barberi. Nelle foto, Andrew Howe in maglia "Europe" (Giancarlo Colombo per Omega/FIDAL) File allegati:
- IL SITO DELLA FEDERAZIONE MONDIALE



Condividi con
Seguici su: