Ancona: lanciatori under 23 contro la Francia

28 Febbraio 2019

In pedana 18 specialisti di disco, martello e giavellotto nel confronto di sabato 2 marzo con i transalpini, abbinato al match indoor under 20


 

di Luca Cassai

Si apre la stagione azzurra dei giovani anche per i lanci. Ad Ancona, sabato 2 marzo, il match internazionale under 23 vedrà l’Italia opposta alla Francia, in parallelo all’incontro U20 in sala. Al via 18 atleti tra disco, martello e giavellotto per un confronto in cui saranno impegnati due under 20 e una promessa in ogni gara, selezionati dallo staff tecnico federale privilegiando i risultati della rassegna tricolore invernale di lanci svolta nello scorso weekend a Lucca. Sulle pedane del campo Italico Conti, adiacente al Palaindoor della città dorica, attese nel giavellotto la 18enne romana Carolina Visca, vicecampionessa europea juniores che ha appena conquistato il titolo giovanile con una misura (56,59) da capolista italiana dell’anno, e la piemontese Sara Zabarino, arrivata per la prima volta oltre i 54 metri con 54,13. La 21enne emiliana Sara Fantini ha invece vinto il suo quinto tricolore assoluto consecutivo nel martello, con l’ex allieva Diletta Fortuna annunciata nel disco. Tra gli uomini il martellista marchigiano Giorgio Olivieri è riuscito ad avvicinare con 75,70 in questa stagione il suo primato italiano under 20 di 77,21, mentre il discobolo toscano Alessio Mannucci si è portato a 57,34. Anche qui in azione una giovanissima classe 2003, la livornese Rachele Mori nel martello.

ISCRITTI/Entries - ORARIO/Timetable - LE SQUADRE: ITALIA - FRANCIA

GIAVELLOTTO - Nel 2018 è stata la leader mondiale under 20 con il 57,93 realizzato agli Assoluti di Pescara, quest’anno il giavellotto di Carolina Visca (Fiamme Gialle) è già volato a 56,59 per andare in testa alle graduatorie italiane stagionali. La misura del successo tricolore giovanile rappresenta anche la terza prestazione personale con l’attrezzo da 600 grammi, a poco più di un metro dal suo primato italiano juniores, e in attesa dell’esordio in Nazionale assoluta nel prossimo weekend alla Coppa Europa di Samorin, in Slovacchia. Il team italiano schiera ad Ancona in quota under 23 un’altra abituale protagonista come Sara Zabarino (Acsi Italia Atletica), dopo il recente personal best: le due azzurre sono finite ai piedi del podio nell’ultima rassegna iridata di categoria, rispettivamente quarta e quinta. A completare il terzetto Federica Botter (Atl. Brugnera Friulintagli), classe 2001. Tra gli uomini debuttano i due giavellottisti che a Lucca hanno messo a segno un notevole progresso, oltre cinque metri di incremento sul precedente personale: Jhonatam Maullu (Dinamica Sardegna), oristanese nato in Brasile, con 66,91 e il lombardo Simone Bonfanti (Abc Progetto Azzurri, 64,83). Ritorna in azzurro il ventenne Simone Comini (Asa Ascoli Piceno), finalista mondiale under 18 nel 2015, campione promesse con un miglioramento di quasi due metri a 68,40.

MARTELLO - Sarà in gara come under 23, ma ormai ha già fatto pokerissimo di titoli italiani assoluti. La parmense Sara Fantini (Carabinieri), figlia d’arte, si è laureata per la terza volta di fila campionessa invernale del martello, ma è il quinto successo nazionale contando anche quelli estivi, dopo aver aperto la stagione a Livorno con 66,96 a poco più di un metro dal personal best. La tricolore under 20 Isabella Martinis (Atl.

Malignani Libertas Udine), con il secondo risultato in carriera di 55,39, a Lucca ha superato la non ancora 16enne Rachele Mori (Atl. Livorno), nipote dell’ex iridato degli ostacoli Fabrizio, che al primo anno da allieva ha lanciato 55,99 all’inizio di febbraio. Al maschile Giorgio Olivieri (Team Atl. Marche) è sempre più costante sulle misure nei dintorni del record italiano juniores (77,21) stabilito nello scorso settembre e ha dominato per l’ennesima volta a livello nazionale con 75,70. Attenzione poi a un altro giovane in crescita, il 21enne Giacomo Proserpio (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) che a 70,52 si è preso il terzo posto assoluto e il tricolore promesse, firmando la seconda prestazione in carriera, mentre l’altro lombardo Davide Pirolo (Atl. Mariano Comense) si è migliorato tra gli under 20 con 62,91.

DISCO - Anche nel disco maschile i giovani azzurri si presentano sulla scorta dei progressi evidenziati a Lucca. Su tutti il ventenne Alessio Mannucci (Atl. Livorno), terzo nella gara assoluta e netto vincitore tra le promesse con il personale di 57,34. Poi gli under 20, entrambi appena entrati nella categoria: il calabrese Riccardo Ferrara (Atl. Olympus), campione juniores con 54,83 dopo il 55,90 ottenuto nella fase regionale, e il friulano Enrico Saccomano (Atl. Malignani Libertas Udine), quinto agli Europei under 18. In campo femminile ha replicato il successo giovanile la coetanea Diletta Fortuna (Atl. Vicentina) che a Gyor si è messa al collo l’oro dell’Eyof 2017 prima del quarto posto continentale nella scorsa estate. La veneta, a sua volta classe 2001, diventerà maggiorenne domenica. Per l’abruzzese Ludovica Montanaro (Atl. Gran Sasso Teramo) il secondo posto tricolore ha bissato quello del peso, ma sarà in azzurro nel disco. Tra le under 23, in sostituzione della campionessa italiana Marilena Visintin, convocata la romana Eleonora Cassalini (Acsi Italia Atletica).

ESORDI E CONFERME - Cinque giovani indosseranno per la prima volta la maglia azzurra giovanile: lo junior Davide Pirolo nel martello, i giavellottisti under 20 Jhonatam Maullu e Simone Bonfanti, la martellista Rachele Mori e la discobola Eleonora Cassalini. Per sette atleti invece è già arrivata anche la convocazione per la Coppa Europa di Samorin (Slovacchia, 9-10 marzo): Alessio Mannucci e Diletta Fortuna (disco), Giacomo Proserpio e Sara Fantini (martello), Simone Comini, Carolina Visca e Sara Zabarino (giavellotto).

FRANCESI IN PEDANA - Nel team della Francia sono annunciate in gara la discobola Amanda Ngandu-Ntumba, quarta ai Mondiali under 20, e la martellista Juliette Ciofani, che ha sfiorato il podio nella rassegna iridata under 18 del 2017, ultima esponente di una dinastia iniziata dal papà Walter, finalista olimpico, e portata avanti dalla sorella Audrey, oro europeo juniores nel 2015.

I PRECEDENTI CON FRANCIA E GERMANIA NEI LANCI LUNGHI (formula U20+U23)
Tolosa 2006*: (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-ITA-FRA; Murcia 2007*: (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-FRA-ITA; Halle 2008*: (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-FRA-ITA; Venissieux 2009*: (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-ITA-FRA; Ascoli Piceno 2010: (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-ITA-FRA; Amburgo 2011*: (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-FRA-ITA; Val-de-Reuil 2012*: (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-ITA-FRA; Ancona 2013: (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-FRA-ITA; Halle 2014: (M) GER-FRA-ITA, (F) GER-ITA-FRA; Venissieux 2015: (M) GER-ITA-FRA, (F) GER-FRA-ITA; Caorle 2016: (M) GER-FRA-ITA, (F) GER-ITA-FRA; Halle 2017: (M) GER-FRA-ITA, (F) ITA-GER-FRA; Nantes 2018: (M) FRA-ITA-GER, (F) FRA-ITA-GER
(*) quadrangolare con la Spagna

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Sara Fantini (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: