Allievi a Cesenatico, Vallortigara sale ancora




 
Ancora loro: Elena Vallortigara e Vito Di Bari, dopo una stagione lunghissima e già ricca di soddisfazioni – per entrambi un bronzo ai Mondiali allievi di Ostrava – sono protagonisti anche ai Tricolori di categoria di Cesenatico. La vicentina di Schio rischia di riscrivere la storia: vince il titolo già a 1.72, poi prosegue fino a migliorare il personale a 1.87 (tutto al primo tentativo: 1.63, 1.68, 1.72, 1.80, 1.87) e alla fine, quasi d’inerzia, tenta di eguagliare il record italiano di Barbara Fiammengo, 1.90 a Riccione nel settembre di 24 anni fa. Il primo approccio alla quota-record è ottimo, davvero mancato per un soffio in fase di richiamo: gli altri due tentativi ugualmente convinti, ma sbagliati un po’ più nettamente. L’azzurra, che aveva stabilito il precedente personale di 1.86 in occasione della sua vittoria all’EYOF di Belgrado in luglio, ha festeggiato con la consueta moderazione: “Non me l’aspettavo perchè avevo gareggiato moltissimo in estate, tra l’altro dopo aver saltato per infortunio un paio di mesi della preparazione invernale”. L’ultima uscita di Elena, agli Studenteschi di Lignano – pur vittoriosa – aveva denunciato un calo di concentrazione (solo 1.70): ed invece quest’ultima gara della stagione ha riservato un’altra prestazione di valore internazionale per una ragazza che ha compiuto 16 anni solo da un paio di settimane. Anche Vito Di Bari si conferma vincente nei tricolori allievi di Cesenatico: un successo nettissimo, propiziato da un ritmo sostenuto soprattutto nella prima metà gara (passaggio ai 5km in 21’41”91), condotta in compagnia del co-favorito della prova Riccardo Macchia. Quando il rivale abruzzese ha subito la squalifica, intorno all’8° km, Di Bari si è limitato a controllare la situazione, avendo doppiato tutti gli altri concorrenti in gara: chiusura in 44’13”69 per il portacolori del Cus Bari, precedendo il secondo classificato – il triestino Alessio Wruss – di oltre due minuti e mezzo. La rivelazione della giornata è stato Diego Marani, capace a sorpresa di battere sui 200 la concorrenza più accreditata, scendendo in finale da 22”08 a 21”78. Miglioramenti personali anche per i piazzati: 21”81 per Valerio Rosichini (vincitore dei 100 ieri) e 21”83 per il palermitano di origini ghanesi Elijah Mensah Boampong. Mantovano di Asolo, Marani faceva il calciatore fino a pochi mesi fa (non aveva potuto partecipare al “Brixia Meeting” perchè impegnato in una partita della sua squadra): si è convinto a provare seriamente con l’atletica solo quest’estate per l’insistenza del suo scopritore Giovanni Grazioli – già velocista azzurro e attualmente tecnico di buon fiuto (tuttora primatista dei 100 allievi con 10”49 nel 1976). Dalle vittorie nelle prime garette stagionali, in poco tempo è arrivato al titolo italiano, vincendo anche le comprensibili resistenze del papà, appassionato intenditore di calcio con un ruolo di osservatore per il Chievo. I CAMPIONI DELLA SECONDA GIORNATA FINALI MASCHILI 200m: (+1.4) Diego Marani (Lib. MN) 21”78; 800m: Andrea Bufalino (Stud. Cariri) 1’56”06; 3000m: Ahmed El Mazoury (Atl. Lecco-Colombo) 8’46”36; 400hs: Eusebio Haliti (Scotellaro MT) 54”15; asta: Claudio Stecchi (Assi B. Toscana) 4.50; lungo: Gian Luca Levantino (Pol. Winners PA) 6.96 (+0.4); peso: Andrea Mortini (Lib. Orvieto) 16.94; martello: Pier Giuseppe Ranieri (Naf Aranca) 63.25; marcia 10km: Vito Di Bari (Cus Bari) 44’13”69; 4x400m: Atl. Bergamo 59 Creberg 3'23"69 FINALI FEMMINILI 200m: (+0.6) Marta Maffioletti (Atl. Estrada) 24”87; 800m: Federica Soldani (Aurora Pontedera) 2’13”99; 3000m: Valeria Roffino (UG Biella) 10’13”74; 400hs: Sophia Ricci (Uisp Atl. SI) 61”88; alto: Elena Vallortigara (Novatletica Schio) 1.87; asta: Giulia Galli (Pol. Borgomanero) 3.40; lungo: Francesca Micco (Lib. Amat. BN) 5.37 (+0.2); disco: Greta Zin (Cus Padova) 41.02; giavellotto: Letizia Marchi (GS Valsugana) 45.81; 4x400m: Fondiaria-Sai 4’02”68 nelle foto in pagina (Maurizio Di Marco): Vito Di Bari (in alto), dominatore della marcia, ed Elena Vallortigara (in basso), nel riuscito salto alla quota di 1.87 File allegati:
- I RISULTATI COMPLETI



Condividi con
Seguici su: