Allievi, Gibilisco-Rocchi secondo pronostico




 
La seconda giornata dei Campionati italiani allievi di Cesenatico ha visto i martellisti prendere possesso della scena. Primi ad andare in pedana i ragazzi, in una gara nella quale Lorenzo Rocchi, 16enne di Marina di Carrara in forza all’Assi Banca Toscana, ha interpretato alla perfezione il ruolo di favorito, arrivando in un paio di occasioni non distante dalla fettuccia dei 70 metri (68.33 e il vittorioso 68.34 i migliori lanci della sua serie). Lanciatore rapido e compatto (1m76x77kg), Rocchi ha iniziato l’attività nel 2000 dopo aver praticato nuoto e karate: nella stagione ha un limite personale di 69.40. Grande attesa anche per la prova femminile, con la primatista italiana (allieve e juniores, 60.18) Laura Gibilisco protagonista assoluta. In realtà, fin dal primo lancio c’è stata lotta solo per il secondo posto: la siracusana (top di 57.28 al quarto lancio nell\'occasione), allenata dall’ex specialista di valore nazionale Pier Paolo Mancarella, si è dichiarata anche stanca per una stagione lunghissima, ma ricca di soddisfazioni (prima fra tutte il prestigioso quarto posto dei mondiali di categoria: “Ma in Canada potevo prendere anche l’argento”, ha riconosciuto la lanciatrice siciliana). Nelle gare della mattinata ha confermato il pronostico nell’asta allieve la giovanissima bergamasca Elena Scarpellini (16 anni compiuti il 14 gennaio): allenata dalla coppia di tecnici che segue l’altista azzurro Andrea Bettinelli (Orlando Motta e Pierangelo Maroni), Elena è un notevole prospetto (1m77x59kg) rubato alla pallavolo. Nel suo background sportivo ci sono anche sette anni di ginnastica artistica, secondo un destino comune a diverse specialiste dell’asta in campo nazionale e internazionale. Nei suoi programmi, conquistare una maglia azzurra per i Mondiali juniores del prossimo anno a Grosseto, visto che in questa stagione, per diversi motivi, la saltatrice di Zanica non è riuscita a partecipare né ai Mondiali allieve in Canada, né al Festival europeo della categoria a Parigi. Un solo momento di timore per Elena, al Moretti, con l’errore iniziale a 3.00, poi una cavalcata trionfale fino a 3.60, superati alla prima prova. Nella stagione, la bergamasca vanta 3.65 in gara e 3.70 in una esibizione su piazza a Calcio. (1 – CONTINUA)


Condividi con
Seguici su: