Abate-record 7.57 sui 60hs

04 Febbraio 2012

L'ostacolista delle Fiamme Oro riscrive, dopo quasi 14 anni, il primato italiano di Pizzoli (7.60 nel 1998) e centra il minimo mondiale per Istanbul

 

Cade il record italiano assoluto dei 60hs. A centrare l'impresa è stato oggi pomeriggio a Magglingen (Svizzera) Emanuele Abate che, in finale, ha fermato il cronometro a 7.57, dopo il 7.66 corso in batteria. L'ostacolista delle Fiamme Oro ha così migliorato il 7.60 del precedente limite nazionale ottenuto per due volte nel 1998 (il 21 febbraio ad Atene e il 28 dello stesso mese a Valencia) dal carabiniere Emiliano Pizzoli. Il 26enne ligure - tricolore assoluto in carica all'aperto e in sala - in precedenza sui 60hs vantava un primato di 7.72 stabilito un anno fa sempre in occasione del meeting elvetico. Grazie al risultato appena centrato l'azzurro raggiunge ampiamente lo standard di partecipazione (7.74) per i prossimi Mondiali Indoor di Istanbul (9-11 marzo) e si inserisce al quarto posto nelle liste mondiali stagionali. 

"Un record italiano - le parole di Abate - è sempre un traguardo importante. Lascia il segno. Al momento, come accade in certe situazioni, non me ne sono reso conto. In cuor mio ci puntavo da tempo, ma ero venuto a Maggligen soprattutto per fare il minimo per i Mondiali Indoor. In allenamento le cose andavano alla grande e dopo aver visto il 7.66 della batteria, "sporcato" da una partenza non certo perfetto e da un paio di ostacoli non impeccabili, ho pensato che in finale potevo provarci. Non ho sbagliato niente ed è successo. Questo risultato è il merito di tanto lavoro con il mio tecnico Pietro Astengo e di una condizione fisica finalmente senza problemi. Ora ancora qualche meeting all'estero, gli Assoluti di Ancona e poi Istanbul. Con lo sguardo alla stagione all'aperto, quella che porta agli Europei di Helsinki e, magari, al sogno a Cinque Cerchi a Londra".

Secondo, alle sue spalle, oggi si è piazzato la promessa, campione e primatista nazionale junior dei 110hs, Hassane Fofana (Bergamo 1959 Creberg), 8.01, che in qualificazione si era espresso in 7.97 (PB). Da segnalare, sempre in batteria, anche il 7.96 (PB) segnato dall'altro under 23 Samuele Devarti (CUS Genova). Al femminile, invece, bel successo in 8.21 (8.29 in batteria) di Micol Cattaneo (Carabinieri), a soli 3 centesimi dal "minimo" (8.18) per la rassegna iridata in sala.

a.g.

File allegati:
- La scheda di EMANUELE ABATE
- RISULTATI LIVE


Condividi con
Seguici su: