ACSI Italia e CaRiRi campioni d'Italia

29 Settembre 2013

Societari Assoluti: a Rieti, dodicesimo scudetto consecutivo per le capitoline, il primo per i padroni di casa

 

Gli uomini della Studentesca CaRiRi (187 punti), per la prima volta nella storia del sodalizio reatino, e le capitoline dell'ACSI Italia Atletica (173,5), al dodicesimo centro tricolore consecutivo, sono i club Campioni d'Italia 2013. A decretarlo è stata la Finale Oro che si è conclusa oggi allo Stadio "Raul Guidobaldi" di Rieti. Sul podio maschile salgono nell'ordine anche i campioni uscenti dell'Atletica Riccardi Milano e il sodalizio campano dell'Enterprise Sport & Service, appaiati a quota 152 punti, ma con i lombardi premiati dal maggior numero di secondi posti. Al femminile, invece, segue il team milanese della Bracco Atletica (158) davanti alle toscane del CUS Pisa Atl. Cascina (150). In chiave individuale, la due giorni della finale nazionale va in archivio con gli acuti del club dei padroni di casa: 71,75 per il martellista Simone Falloni e 17,00 nel peso per il giovane Sebastiano Bianchetti (alle spalle di Tommaso Parolo, 17,26) che dopo 39 anni riscrive la migliore prestazione italiana Allievi con l'attrezzo senior da 7,260kg. Tris di successi per Lorenzo Valentini che, dopo i 400 metri di ieri, oggi conquista i 200 in 21.04 e poi corre la quarta e decisiva frazione della 4x400 CaRiRi. Battuto, invece, nel lungo per 3 centimetri Andrew Howe: 7,33 contro il 7,36 di Stefano Tremigliozzi. Al femminile, fa il bis Marzia Caravelli con 23.83 nel mezzo giro di pista, mentre la primatista Yadisleidy Pedroso vince i 400hs in 56.78.

TV - Un'ampia sintesi della Finale Oro di Rieti sarà trasmessa su RaiSport 2 mercoledì 2 (prima giornata) e giovedì 3 ottobre (seconda giornata) dalle ore 17:40 alle 18:55.

SOCIETARI ASSOLUTI 2013 - CLASSIFICHE FINALE "ORO"
UOMINI: 1. Studentesca CaRiRi 187 punti (club campione d'Italia), 2. Atl. Riccardi Milano 152, 3. Enterprise Sport & Service 152, 4. E-Servizi Futura Roma 140.0, 5. Atl. Firenze Marathon 130,5, 6. Bruni Pubblicità Atl. Vomano 127,5, 7. Assindustria Sport Padova 113,0, 8. Bergamo 1959 Creberg 112, 9. Biotekna Marcon 109, 10. Pro Sesto Atletica 106, 11. La Fratellanza 1874 104, 12. Cento Torri Pavia 92.
DONNE: 1. Acsi Campidoglio Palatino 173,5 (club campione d'Italia), 2. Bracco Atletica 158, 3. Cus Pisa Atl. Cascina 150, 4. Cus Parma 137, 5. Atl. Brescia 1950 128, 6. GS Valsugana Trentino 123,5, 7. Studentesca CaRiRi 117, 8. Enterprise Sport & Service, 9. Cus Torino 113, 10. Nuova Atl. Fanfulla Lodigiana 108, 11. Cus Cagliari 99, 12. Cus Palermo 92.

CDS ASSOLUTI 2013 - NOTIZIE dalle FINALI NAZIONALI: ORO/Rieti - ARGENTO/Vicenza - A1/Sulmona - A2/Bastia Umbra    

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia hashtag ufficiale: #cds2013 | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

IL RACCONTO DELLE GARE

4x400 donne - Dominio delle ragazze della Bracco Atletica che con Marta Maffioletti, Giulia Alberti, Eleonora Sirtoli e Flavia Battaglia fanno il vuoto in 3:42.07. Secondo il quartetto delle pluriscudettate dell'ACSI Italia Atletica (Nasella-Sisti-Piangerelli-Rockwell) 3:46.66 seguite dal CUS Parma (Gatti-Dall'Aglio-Caviglia-Folorunso) 3:46.69.  

4x400 uomini - Lorenzo Valentini in quarta frazione è il trascinatore della Studentesca CaRiRi.

Mentre sugli spalti già si accendono i fumogeni per la festa del primo scudetto, il quattrocentista azzurro (in questa finale leader anche di 400 e 200 metri), si presenta sul rettilineo e apre il gas per l'ultimo sorpasso che vale la vittoria in 3:11.96. Con lui esultano gli altri componenti della formazione rossoblu Gianluca Martino, Vincenzo Vigliotti e suo fratello gemello Marco. Sul podio anche l'E-Servizi Futura Roma (Galati-Sciscione-Grossi-Di Giambattista) 3:12.55 e Bergamo 1959 Creberg (Crotti-Oberti-Traore-Gueye) 3:12.96.

LUNGO donne - L'unica a raggiungere i 6 metri (-0.4) è la promessa Giada Palezza (GS Valsugana Trentino) che in questa occasione si toglie anche la soddisfazione di superare la triplista, bronzo degli Euroindoor, Simona La Mantia (CUS Palermo/Fiamme Gialle), terza con 5,79 (-0.3). Seconda è Elena Vanessa Salvetti (NA Fanfulla Lodigiana) 5,93 (-0.8).  

ALTO uomini - Marco Gelati (Pro Sesto) chiude la stagione con una doppia soddisfazione: la vittoria e il primato personale migliorato a quota 2,20. Dietro di lui finiscono la promessa Ferrante Grasselli (La Fratellanza 1874) 2,15 e Nicholas De Luca (E-Servizi Futura Roma) 2,12. Quinto con 2,09 il primatista under 23, Gianmarco Tamberi (Bruni Pubblicità Vomano/Fiamme Gialle) al termine di un 2013 condizionato da problemi fisici che l'hanno anche costretto a rinunciare alla partecipazione ai Mondiali di Mosca.

GIAVELLOTTO donne - La lettone Katrina Sirma (Enterprise Sport & Service) sovverte il pronostico e grazie ad una spallata da 49,83 ha la meglio su Serena Capponcelli (CUS Pisa Atl. Cascina) 48,36 e sull'azzurra Zahra Bani (CUS Cagliari/Fiamme Azzurre) 47,05.

5000m donne - Dopo i 1500, fa il bis la tanzaniana Zakia Mohamed Mrisho (GS Valsugana Trentino) che nella corsa più lunga del programma in pista stacca tutte le avversarie in 15:43.85. Seconda la neotricolore di 10km su strada Veronica Inglese (ACSI Italia Atletica) 16:08.78 che precede Paola Pinna (CUS Cagliari) 16:33.32.

5000m uomini - Gara tattica segnata dallo spunto finale del keniano Erastus Chirchir (E-Servizi Futura Roma/14:07.36) che schiaccia l'acceleratore quanto basta per superare la promessa Yassine Rachik (Cento Torri Pavia/14:09.25). Terzo Manuel Cominotto (Firenze Marathon/Esercito) 14:09.91.

PESO uomini - Vince la promessa Tommaso Parolo (Assindustria) che con 17,26 manca di 7 centimetri il primato personale. Tuttavia, al secondo posto brilla l'allievo Sebastiano Bianchetti. Il lanciatore classe 1996 della Studentesca CaRiRi - già primatista nazionale ci categoria al coperto - oggi riscrive per due volte la migliore prestazione italiana under 18 con l'attrezzo da 7,260kg: 16,58 al primo ingresso in pedana e poi 17,00 all'ultima prova a disposizione. Cade così un limite che resisteva da 39 anni: il 16,10 stabilito da Bruno Zecchi a Digne il il 18 agosto del 1974. Completa, invece, il podio della Finale Oro Giacomo Drusiani (La Fratellanza 1874) con 16,69.

LUNGO uomini - Tre centimetri dividono Stefano Tremigliozzi (Enterprise Sport & Service) e il primatista italiano assoluto Andrew Howe (Studentesca CaRiRi): 7,36 (-1.1) a 7,33 (-0.3). Howe trova la miglior misura della serie al terzo salto, ma subito dopo arriva la pronta risposta dell'avversario, compagno di club in Aeronautica. Terza posizione per Federico Chiusano (Atl. Riccardi Milano) 7,12 (+0.3). L'argento dei Mondiali di Osaka 2007 non è ovviamente soddisfatto della sua prestazione: "E' andata così...certe misure - commenta Howe - non le facevo nemmeno da cadetto. Queste gare mi servivano soprattutto per ripartire e poi in questa finale mi piaceva dare il mio contributo alla Studentesca CaRiRi. Oggi sinceramente la rincorsa non funzionava, entravo lento e un po' scombinato. Per fortuna, niente dolori o fastidi fisici.

Stagione finita? Ancora 100 metri il 6 ottobre al meeting di Fossano (Cuneo) e poi ci si rivede nel 2014".

ASTA donne - 4,05 basta all'argentina Valeria Chiaraviglio per portare 12 punti al CUS Pisa Atletica Cascina. Seconda, a quota 4 metri, la primatista italiana under 20 Sonia Malavisi (ACSI Italia Atletica) che su questa pedana in luglio si era messa al collo il bronzo degli Europei Juniores. Sul gradino più basso del podio Sara Bruzzese (Bracco Atletica) 3,90.

DISCO donne - La tricolore assoluta Valentina Aniballi (Studentesca CaRiRi/Esercito) ribadisce la superiorità già evidenziata nel corso di tutta la stagione. Oggi la tenace discobola reatina si impone con 56,74, precedendo la capitana dell'ACSI Italia Atletica, Laura Bordignon (51,39) e Anna Salvini (CUS Pisa Atl. Cascina) 50,69.

200m donne - En plein per Marzia Caravelli. Come agli Assoluti, la pordenonese del CUS Cagliari fa doppietta (100hs + 200 metri) e sul mezzo giro di pista si proietta davanti a tutte in 23.83 (-0.1). Seconda la quattrocentista Maria Benedicta Chigbolu (Studentesca CaRiRi/Esercito) 24.17 sulla promessa Martina Amidei (CUS Torino/Aeronautica) 24.45.

200m uomini - Confronto diretto tra gli alfieri dei due team al comando della classifica a squadre. La spunta per la Studentesca CaRiRi, il finanziere Lorenzo Valentini che - dopo aver già fatto suoi i 400 metri sulla pista di casa - stringe i denti fino all'ultimo metro per guadagnare quei 10 centesimi che valgono la vittoria su Diego Marani (Atl. Riccardi Milano/Fiamme Gialle) per 21.04 a 21.14 (-0.5). In terza posizione c'è Marco Torrieri (E-Servizi Futura Roma) in 21.59.

800m donne - Lorenza Canali (GS Valsugana Trentino/Fiamme Azzurre) controlla la situazione e sfila al traguardo in 2:10.76 davanti ad Antonella Riva (CUS Parma) 2:11.44 e alla lettone Valerija Linkevica (Enterprise Sport & Service) 2:11.71.

800m uomini - Il campione italiano assoluto Michele Oberti e una volata che si rivela ancora una volta il suo asso nella manica. Arrivato sul rettilineo finale, il mezzofondista dell'Atletica Bergamo 59 Creberg - che nella vita di tutti i giorni lavora come elettrotecnico - mette la freccia e sorpassa la promessa Mohad Abdikadar (Studentesca CaRiRi/Aeronautica), battuto per 1:50.63 a 1:50.90. Terzo Claudio Nacca (Enterprise Sport & Service) 1:51.07.  

400HS donne - L'ordine d'arrivo è una replica esatta di quello degli Assoluti di Milano: vittoria della primatista nazionale Yadisleidy Pedroso (CUS Pisa Atl. Cascina) 56.78 su una determinatissima Manuela Gentili (CUS Palermo) 57.50 con Jennifer Rockwell (ACSI Italia Atletica) terza in 59.03. Da segnalare anche il quarto posto della quattrocentista under 23 Flavia Battaglia (Bracco Atletica) che, alla seconda uscita dell'anno nei 400hs, coglie il personal best scendendo per la prima volta in carriera sotto il minuto: 59.36. Sul podio poi, però, vince l'emozione della Gentili che, tra gli applausi di tutto lo stadio, saluta l'ultima gara della sua carriera. 

400HS uomini - Pronta risposta dei campioni d'Italia dell'Atletica Riccardi che guadagnano 12 punti per merito di Aramis Diaz, il più veloce sul giro di pista con barriere in 50.83. Alle sue spalle la promessa Lorenzo Veroli (Enterprise Sport & Service) che con 51.03 sfiora di 4 centesimi il personale ottenuto agli EuroU23 di Tampere. Terzo Enrico Tirel (Biotekna Marcon) vincitore della prima serie in 52.59.

MARTELLO uomini - Inizia nel migliore dei modi la mattinata della Studentesca CaRiRi che consolida la leadership in classifica grazie al successo dell'aviere Simone Falloni. Ed oggi, seppur a fine stagione, il 22enne martellista non delude le aspettative e sbaraglia la concorrenza con un 71,75 all'ultimo lancio, non troppo distante dal personale (72,43) stabilito quest'anno in occasione del bel quarto posto agli Europei under 23.  Secondo Lorenzo Povegliano, da poco tesserato per la Bruni Pubblcità Vomano, 65,37 e terzo l'altro aviere Pellegrino Delli Carri (Enterprise Sport & Service) 64,40.

a.g.

File allegati:
- RISULTATI/Results
- FOTO/Photos

ACSI Italia Atletica (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: