Pista: un altro record italiano per Michele Tricca




 

Susa (TO) 4 settembre. Nonostante la pioggia e i presagi dell'autunno, squilli di tromba al Memorial Marco Germanetto di Susa oggi pomeriggio. Bello che avvenga proprio nella giornata che ha visto l'intitolazione della pista di Susa a Marco, giovane speranza della corsa in montagna scomparso prematuramente in un incidente stradale 12 anni fa.

Come annunciato due rappresentative nazionali juniores si presentavano in pista in caccia del record italiano di categoria della staffetta svedese (100+200+300+400 metri): il tempo da battere era 1'54"09 ottenuto dalla rappresentativa della CA.RI.RI di Rieti nel 1995.
Detto e fatto.
Del resto quando in pista ci sono due agonisti come Michele Tricca (Atl. Susa) e Marco Lorenzi (GS Valsugana), campioni europei juniores quest’anno a Tallin nella 4x400 non ci sono santi che tengano. Se poi a loro si affianca Giovanni Galbieri (Atl. Insieme New Foods  VR), bronzo ai Mondiali allievi 2009 sui 100 metri, e un Giacomo Tortu (Riccardi Milano) in splendida condizione ecco che la miscela è pronta per esplodere. 1:50.86 il tempo su cui si fermano i cronometri, nuovo record italiano juniores appunto migliorato di 4 secondi. Galbieri in prima, poi Tortu, chiudono Lorenzi e Tricca che sfrecciano così davanti alla seconda rappresentativa nazionale schierata a Susa; per Filippo Bruschi (Atl. Firenze Marathon), Alberto Rontini (Atl. Faenza), Josè Bencosme De Leon (Fiamme Gialle) e Paolo Danesini (Cento Torri Pavia) un 1:52.06 che comunque scende al di sotto del vecchio primato.

Altra annotazione a favore del quartetto vincitore: si tratta di tutti ragazzi classe 1993, quindi al primo anno nella categoria juniores.

Nella foto Michele Tricca con Marco Lorenzi

(Fonte: Fidal Piemonte - Myriam Scamangas)



Condividi con
Seguici su: