Pista: ieri la prima giornata del Memoria Beatrice Bedon




 

Torino (TO) 27 settembre. Domenica 26 settembre giornata di grande atletica a Santhià per la 2° edizione del Memorial Beatrice Bedon, quest’anno meeting nazionale. Madrina dell’evento è stata la primatista italiana di salto in alto Antonietta Di Martino, campionessa anche di cuore che ha condiviso anche il ricordo di Beatrice, giovane atleta che praticava proprio il salto in alto come specialità.

Il programma della giornata ha visto disputarsi al mattino le gare giovanili dedicate alle categorie cadetti, ragazzi ed esordienti mentre nel pomeriggio spazio per le gare assolute.

Interessanti le gare dei cadetti in vista del Criterium Nazionale di Cles del prossimo 8 – 9 ottobre. Al maschile negli 80 metri brilla Nicholas Sabena (Atl. Savigliano) con 9.36, davanti a Liu Wu (Atl. Saluzzo) con 9.58. Nei 1000 metri si impone Matteo Gallo (Atl. Mondovì) in 2:43.25 davanti a Marco Lano (Pol. Mezzaluna) con 2:43.54. Nei concorsi invece Cesare Miola (Atl. Gaglianico) si aggiudica l’alto con 1,62 metri, Andrea Caielli (Polisp. Borgomanero) il salto in lungo con 5,73 metri mentre Alberto Luigi Lison (Bugella) fa doppietta nei lanci aggiudicandosi il peso con 14,45 metri e il disco con 45,64 metri.

In campo femminile Maria Pia Baudena (Libertas Morozzo) si aggiudica gli 80 metri con 10.45, mentre i 1000 metri vanno ad Arianna Sacchi (Atl. Stronese) in 3:11.18. Martina Ronzani (Atl. Stronese) nel salto in lungo balza a 4,89 metri e Agnese Colombaro (Atl. Bellinzago) nel giavellotto arriva a 38,50 metri.

Nel pomeriggio le gare assolute hanno visto sfidarsi alcuni dei migliori atleti della regione e non solo. Tra gli uomini sui 100 metri Luca Zazzera (Cus Foggia) con 10.93 si impone su Alex Lisco (Vittorio Alfieri Asti) con 11.13 e su Giacomo Isolano (Atl. Mondovì) con 11.22. Nei 400 metri primo ad arrivare sul traguardo Domenico Fontana (Fiamme Oro) in 47.81 davanti a Michele Tricca (Atl. Savoia) con 48.45; Stefano Casagrande (U.S. Milanese) in 8:38.89 si aggiudica i 3000 metri davanti a Gianluca Busato (Atl. Alessandria) con 8:46.46. Ancora da segnalare 14.79 sui 110 hs per Gabriele Argenton (Cus Torino), 1,95 metri nel salto in alto per Matteo Omedè (Vittorio Alfieri Asti) che nel salto in lungo arriva a 6,77 metri, superato qui soltanto da Francesco Agresti (Fiamme Oro) con 7,27 metri; infine 12,69 metri nel peso per Alberto Riccardi (UGB).

In campo femminile doppietta per Carlotta Guerreschi (Vittorio Alfieri Asti) nei 100 metri con 12.83 e nel salto in lungo con 5,98 metri; nei 400 metri Marina Ricci (UGB) ferma il cronometro a 58.51 mentre nei 3000 metri ad imporsi è la biellese delle Fiamme Azzurre Valeria Roffino con 9:47.62. Infine nel salto in alto 1,50 metri per Flavia Benussi (Vittorio Alfieri Asti) e 28,96 metri nel giavellotto per Flavia Nanni (Cus Torino).

Nella foto Antonietta Di Martino in veste di premiatrice al meeting di Santhià

(Fonte: Fidal Piemonte - Myriam Scamangas)



Condividi con
Seguici su: