Prove Multiple. Tricolori u20 e u23 a Torino

17 Maggio 2018

Sabato 19 e domenica 20 maggio a Torino in palio i titoli italiani juniores e promesse di eptathlon e decathlon. Tutte le sfide e i protagonisti attesi.


 

Lo Stadio Primo Nebiolo di Torino torna a vestirsi di tricolore. Dopo aver ospitato nel 2016 e 2017 la finale nazionale B dei CdS Assoluti Gruppo Nord Ovest e, nel 2015, i Campionati Italiani Individuali Assoluti su pista solo per citare le manifestazioni top degli ultimi tre anni, il capoluogo piemontese sabato 19 e domenica 20 maggio ospiterà per la prima volta i Campionati italiani Juniores e Promesse di Prove Multiple. La rassegna cambia sede dopo le quattro precedenti edizioni disputatesi a Lana (BZ); rispetto allo scorso anno poi, per decisione del settore tecnico nazionale, la manifestazione assegnerà soltanto i titoli juniores e promesse, mentre per le categorie allievi e seniores il tricolore verrà assegnato in occasione dei rispettivi campionati individuali.

91 gli atleti iscritti in rappresentanza di 50 società; 4 i titoli italiani in palio (2 maschili e 2 femminili). In gara i due campioni italiani juniores in carica, Alice Boasso (Atl. Fossano ’75), che concorrerà per confermare il titolo nella stessa categoria, e Mattia Chiusolo (Sportrace), che gareggerà nella categoria u23. Gli atleti delle categorie juniores e promesse specialisti del settore, in ambito internazionale, saranno impegnati nell’Incontro Internazionale di Prove Multiple in programma ad Aubergne (FRA) il 28 e 28 luglio; ma prima di allora l’obiettivo per gli U20 è la qualificazione ai Campionati Mondiali Juniores di Tampere (FIN) dal 10 al 15 luglio.

JUNIORES. Al femminile presente al completo il podio dello scorso anno: Alice Boasso (Atl. Fossano ’75), Gloria Gollin (Atl. Vicentina) e Sofia Montagna (Atl. Vigevano), pronte a disputarsi la vittoria anche quest’anno. Capofila della graduatoria stagionale è al momento la Montagna con 5145 punti, punteggio realizzato a Firenze lo scorso 28 aprile in occasione del Firenze Atletica Multistars - Trofeo Zerneri Acciai, prima tappa del Challenge IAAF di prove multiple. Boasso, campionessa italiana indoor di pentathlon quest’inverno a Padova, vanta un primato personale di 5085 punti col quale si laureò campionessa a Lana; la cuneese, che ha vestito la maglia azzurra nel 2017 a Grosseto sui 400hs, vanta un primato stagionale di 4597 punti. La Gollin invece, con un primato personale di 5018 punti, non è ancora presente nella graduatoria stagionale ma il suo 2018 ha preso il via con l’argento nel pentathlon ai tricolori indoor. Potrebbe poi puntare al podio di categoria Martina Mazzola (Atl. Avis Macerata), quarta nella graduatoria stagionale con 4622 punti.  
Al maschile, assente il campione italiano indoor dell’eptathlon Lorenzo Naidon, si preannuncia per il titolo una sfida tra il bronzo e l’argento di Padova, Dario Dester (Cremona Sportiva Atl. Arvedi), capofila della graduatoria nazionale stagionale, che si presenta al Nebiolo con 6747 punti, e Riccardo Miglietta (Atl. Vicentina), con 6620 punti. Pronto a dire la sua anche Marco Gerola (Fanfulla Lodigiana) quarto classificato a Lana lo scorso anno con 6712 punti e Andrea Cerrato (Atl. Fossano ’75) che in occasione della prima fase dei CdS Assoluti ha sensibilmente migliorato il proprio primato personale nel lungo (7,25m) e sui 400m (48.37).

PROMESSE.

I favori del pronostico vanno a Lucia Quaglieri (AS La Fratellanza 1874) che guida la graduatoria nazionale con 4994 punti ma che vanta un primato personale di 5263 punti ottenuto lo scorso anno con la maglia azzurra a Monzon in occasione dei Campionati Europei per Nazioni di Prove Multiple. A contenderle il titolo la campionessa italiana indoor del pentathlon in carica Mariaelena Agostini (Atl. Libertas S.A.N.P.)  che nell’eptathlon vanta un primato personale di 4962 punti risalente al 2015. In gara anche la seconda dei campionati in sala 2018, Alice Lunardon (Atl. Riviera Del Brenta) che nell’eptathlon vanta un primato stagionale di 4605 punti e Anna Ferrighetto (GS La Piave 2000) con 4663 punti.
Mattia Chiusolo (Sportace), campione italiano un anno fa tra gli juniores a Lana, si presenta oggi da favorito a Torino per il titolo nella categoria u23; suo il primo posto nella graduatoria stagionale del decathlon con 6667 punti davanti a Matteo Taviani (Atl. Virtus Lucca) e ad Andrea Carioti (Atl. Vercelli 78) con 6007 punti, tutti presenti in gara al Nebiolo. Ci sarà anche il campione italiano indoor dell’eptathlon Marco Leone (Atl. Lecco-Colombo Costruzioni) che a Padova con 5249 punti ebbe ragione proprio di Taviani e Chiusolo. Nella lotta per il podio entra anche Michele Brini (Atl. Imola SACMI Avis), detentore di un primato personale di 6778 punti.
Allo Stadio Nebiolo ci sarà però spazio anche per gli assoluti, seppure non in lotta per il tricolore. Primo decathlon dell’anno per Simone Cairoli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) che, con 7875 punti di primato personale, è il quinto decatleta italiano di sempre. Dopo l’intervento per la microfrattura da stress alla caviglia dello scorso agosto, l’azzurro è ripartito alla grande nel 2018 conquistando il titolo italiano indoor nell’eptathlon con 5517 punti ancora non al pieno della condizione, risparmiandosi sui salti e cambiando piede di stacco per non sforzare la caviglia operata. Torino rappresenterà per lui un test di avvicinamento a Gotzis, primo decathlon della sua stagione tutta incentrata sui Campionati Europei di Berlino. Da seguire anche il portacolori dell’Atl. Virtus Castenedolo Stephen Kobena Asamoah.

PIEMONTE. Sono 21 i piemontesi che giocano in casa nell’evento tricolore. Oltre ai portacolori dell’Atl. Fossano ’75 Alice Boasso e Andrea Cerrato, entrambi con ambizioni da podio più che legittime in campo juniores, da seguire anche Andrea Carioti (Atl. Vercelli ’78) che nel 2014 vestì la maglia azzurra in occasione di un incontro internazionale di Prove Multiple Italia-Francia a Besancon e nel 2013 prese parte ai Mondiali Allievi. Sempre al maschile nella categoria promesse riflettori anche su Riccardo Nicola (Zegna), quinto classificato lo scorso anno tra gli juniores; come Carioti, anche Nicola ha vestito in carriera la maglia azzurra in occasione dell’Incontro Internazionale di Prove Multiple Italia-Francia-Svizzera nel 2016. Nella categoria juniores da seguire Idris Biancamano (Vittorio Alfieri Asti) e Simone Demichelis (Atl. Fossano ’75). Al femminile da seguire, nella prova juniores, Marta Toso che con il suo club, l’Atl. Stronese, lo scorso anno si laureò campionessa italiana di società allieve; con lei in gara Irene Molineris (S.A.F.Atletica Piemonte) e le portacolori del Vittorio Alfieri Asti Federica Bombara e Beatrice Buzzi. Nella categoria promesse ci saranno invece Silvia Nicola (Zegna) e le portacolori del CUS Torino Chiara Genero e Miriam Zanovello.  

ISCRITTI



Condividi con
Seguici su: