Montagna: Massimo Galliano e Alma Rrika vincono a Crissolo




 

Crissolo (CN) 6 giugno. Dopo due anni di maltempo finalmente una splendida giornata di sole ha confortato organizzatori ed atleti a Crissolo martedì 2 giugno. Monviso (parete nord-est) in gran spolvero per tutta la giornata a compensare, di suo, lo sforzo atletico pei partecipanti.

Agibile il tracciato originale oramai consolidato in 4,175 metri di lunghezza per i canonici 1000 di dislivello. Segnalati con appositi cartelli i 6 “muri “ di circa 200 metri di lunghezza checaratterizzano la fatica crissolese: Culubrira, Intermedia, Furnai superiori al 35%, poi si salepiù dolcemente su Seggiovia, Granero e Ghincia comunque superiori al 30%. Ultimi 500 metri di lunghezza a tratti ancora innevati ma gran lavoro dell’organizzazione che haprovveduto a spalare una apposita trincea per renderli perfettamente agibili.

Un mese fa neve dai 1800 metri in su (in inverno ne sono caduti più di 10 metri), poi il gran caldoe l’opera dell’uomo hanno reso tutto più agevole. Gli iscritti 152 partenti (14 atlete e 138 atleti). Provenienti da Lombardia, Piemonte e Liguria.

La gara. Strepitosa partecipazione qualitativa maschile con la presenza del top degli appassionati delle fatiche in montagna: Galliano Massimo – G.s. Roata Chiusani (1° in 39’13”), atleta alle dipendenze tecniche di Beppe Viale, già componente della nazionale e vincitore della Coppa delMondo a squadre, Giovanni Gerbotto suo compagno di squadra (2° in 39,29), stratosferico rappresentante dello sci alpinismo avvezzo alle Corse in Montagna, Bonetto Fabio (3° in 39’41”)giovane promessa dell’Atl. Val Pellice e Paolo Bert, (4° in 41’03”) il campione di casa, tesseratoper la Pod. Valle Infernotto, plurivincitore di numerose Sky Race in giro per il mondo.

Sono finiti nell’ordine così, lassù in vetta alla cresta che separa il Ghincia Pastur dal Granè. E’ stato Galliano a menare la danza correndo anche sulle pendenze più impegnative tallonato dai due inseguitori a poche decine di metri su tutto il percorso. Non è stato record ma la giornata è stata, per fortuna, più calda che nelle precedenti edizioni. Il livello tecnico è stato comunqueimpressionante: 43 atleti sotto i 50 minuti e 125 sotto l’ora di ascesa!

In campo femminile le 14 partecipanti sono state regolate autorevolmente da Alma Rrika (Pod.Tranese) ovviamente una specialista. Per lei vita più facile con tempo finale di 47’18” davanti alla rappresentante del Baudenasca Plavan Marina (51’12”) che evidenzia doti di scalatrice estrema,poi Bonnet Daniela (Val Pellice 53’26”) ad occupare il terzo gradino del podio.

La premiazione si è svolta alle ore 12 alla presenza di tutti gli atleti nella piazza del municipio di Crissolo.Valutazione finaleGran giornata dal punto di vista meteorologico con l’incantevole scenario del Monviso.Soddisfazione di organizzatori (Pro Loco Crissolo e Pod. Valle Infernotto) e partecipanti.Un sentito grazie a tutti coloro che hanno costruito una giornata sportiva memorabile.

(Fonte: Podistica Valle Infernotto - CN028 - Monica Ghio)



Condividi con
Seguici su: