Montagna: Enrico Aimar e Marina Plavan vincono a Cervasca




 

Cervasca (CN) 19 aprile. Un sabato pomeriggio ancora una volta all’insegna del podismo a Cervasca. Si è trattato quest’anno del 18 aprile, quando, nel pomeriggio, il paese si è animato per ospitare il 9°Trofeo Sentieri Cervaschesi, manifestazione regionale che ogni anno apre la stagione delle corse in montagna in provincia di Cuneo.

Notevole la partecipazione, con circa 180 atleti, e grande soddisfazione per l’ASD Dragonero del Presidente Graziano Giordanengo, società organizzatrice dell’evento, con la collaborazione del CAI di Cervasca, della Protezione Civile, del Gruppo ANA, del Comune di Cervasca, nell’occasione rappresentato dagli Assessori Albina Serale e Aurelio Tonella, della Comunità Montana Valle Grana, della Pasticceria Bramardi e della Banca di Caraglio, per la quale alle premiazioni ha presenziato il Presidente Livio Tomatis.

Niente pioggia fortunatamente per gli atleti che si sono cimentati sul percorso di salita e discesa per un totale di circa 10 km. Partenza decisa di Alberto Manzo (Avis Bra) ed Enrico Aimar (Saluzzo), che prendevano subito un leggero vantaggio su Graziano Giordanengo (Dragonero), seguito a sua volta da Manuel Solavaggione (Valvaraita), Stefano Mattalia (Dragonero), Danilo Lanternino (Valvaraita), al rientro alle gare dopo alcuni anni, ed Ezio Tallone (Dragonero). Giunti in località Aranzone, Manzo perdeva terreno su Aimar, e a Pratogaudino veniva superato da Giordanengo, che si avvicinava ad Aimar, il quale scollinava con una quindicina di secondi di vantaggio sull’atleta di casa, quindi nella discesa e nell’ultimo tratto pianeggiante lo staccava nettamente, tagliando solitario il traguardo con il tempo di 42’44”, quindi giungeva Giordanengo in 43’28”. Alle loro spalle Manzo perdeva notevolmente terreno nella discesa, mentre i “draghi” Mattalia e Tallone riuscivano ad acquisire un certo vantaggio su Lanternino. Era Mattalia a conquistare il terzo gradino del podio in 44’25”, seguito a pochi secondi (44’32”), dal compagno di squadra, quindi un 6° posto per Lanternino (45’03”) ed alle sue spalle un altro valvaraitese, Simone Peyracchia (45’09”), protagonista di un bel recupero in discesa. Al 7° posto giungeva Manzo, quindi ancora due atleti della Dragonero, Massimo Galfrè e Paolo Rovera, e a completare la rosa dei primi dieci Fabrizio Brero (Avis Bra). Un 13° posto assoluto per Andrea Roasio (Valvaraita) valeva la leadership tra gli Junior M, mentre nelle altre categorie s’imponevano Aimar (M1), Giordanengo (M2), Galfrè (M3), Alberto Aimar (M4) della Pod. Buschese e Carlo Marino (M5) del Baudenasca.

La gara delle donne vedeva Eufemia Magro (G.P.Albesi) partire forte e rimanere in testa fino all’ultima salita, dove veniva superata dalla favorita, Marina Plavan (Baudenasca), che nella discesa aumentava il vantaggio e giungeva al traguardo in 52’02”. La Magro manteneva il 2° posto in 52’37”, quindi terza piazza per la cervaschese della Dragonero, Antonella Giordanengo (53’56”). Nelle prime dieci posizioni rientravano: 4ª Stefania Cherasco (Dragonero), 5ª Sonia Lanza (Pam), 6ª Romina Cavallera (Boves Run), 7ª Simona Dabbene (Dragonero), 8ª Anna Maria Garelli (Dragonero), 9ª Elisa Bruno (Pam) e 10ª Morena Almonti (Ferrero).

Tre le categorie femminili, nelle quali risultavano leader la Magro (F1), la Plavan (F2) e la Garelli (F3). Percorsi più brevi erano stati predisposti per le Junior F e gli Allievi, per i quali erano 6,5 i chilometri da percorrere, sui quali si registravano le affermazioni di Flavia De Bucanan (Saluzzo) e di Giovanni Olocco (Buschese), mentre le Allieve si cimentavano su 4,8 km con vittoria di Laura Lovera (Buschese).

Nella classifica di squadra vittoria della Dragonero, che rinunciava al trofeo in qualità di società organizzatrice; esso era quindi consegnato alla Pod. Valvaraita, seguita dall’Atl. Saluzzo.

(Fonte: ASD Dragonero - CN004 - Monica Ghio - Foto: Enrico Aimar)



Condividi con
Seguici su: