Montagna. Presentato il Mondiale Master

12 Luglio 2016

Poco più di un mese e Susa (TO) sarà pronta ad indossare i colori dell’iride per il Campionato Mondiale Master di Corsa in Montagna il 27 e il 28 agosto.


 

Poco più di un mese e Susa (TO) sarà pronta ad indossare i colori dell’iride per il Campionato Mondiale Master di Corsa in Montagna. Il 27 e il 28 agosto sono attesi sulle montagne torinesi atleti e appassionati della corsa in montagna over 35 da tutto il mondo con le famiglie al seguito: sì perché i Mondiali Master sono anche un’enorme occasione dal punto di vista turistico e di promozione del territorio, motivo per il quale la Regione Piemonte si è schierata da subito a sostegno della manifestazione. Da ogni parte del mondo non è una frase fatta ma è la realtà dei fatti visto che a oggi sono già 18 le nazioni che hanno confermato la loro presenza: Francia, Spagna,Germania, Gran Bretagna, Svezia, Norvegia, Irlanda, Austria, Slovacchia, Repubblica Ceca, Danimarca, Polonia, Ungheria, Belgio per restare in Europa; da oltre oceano hanno invece annunciato la partecipazione USA, Australia e Nuova Zelanda. Tutti loro avranno occasione di poter vivere una settimana “mondiale”, conclusa con la competizione del 27 e 28 agosto, che li condurrà attraverso la storia di Susa: dall’epoca romana, di cui resta il meraviglioso Arco di Augusto, alla seconda guerra mondiale con le imprese eroiche dei partigiani.
 
I Mondiali di Corsa in Montagna Master 2016 sono infatti un valore in più che assume il tradizionale appuntamento del Memorial Partigiani Stellina, giunto quest’anno alla sua XXVIII edizione, in onore delle gesta del Comandante Laghi Giulio Bolaffi che riecheggiano ancora ai piedi del Rocciamelone e sui sentieri percorsi dagli atleti in gara. Da sempre naturalmente molto stretto il legame tra Memorial Stellina e Bolaffi SpA che ha ospitato la conferenza stampa di presentazione dell’evento nella sua prestigiosa sede di Torino e che, è il main sponsor del World Master Mountain Running Championships 2016.
 
Presidente del Comitato Organizzatore e grande amico del Memorial Partigiani Stellina oltre che della famiglia Bolaffi il campione olimpico dei 200m di Roma 1960 Livio Berruti, oggi a fare le veci del padrone di casa Alberto Bolaffi impossibilitato a presenziare da precedenti impegni. Con lui il Presidente Fidal Piemonte Maurizio Damilano, campione olimpico di marcia a Mosca 1980, a testimoniare la vicinanza della Federazione Italiana di Atletica Leggera Regionale e Nazionale ad una rassegna iridata sul territorio. Sono intervenuti l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Dott. Giovanni Maria Ferraris, il Sindaco di Susa Ing. Sandro Plano, il Sindaco di Mompantero Dott.ssa Piera Favro.

Special guest star della giornata i gemelli cuneesi Martin e Bernard Dematteis, nell’ordine campione e vice campione europeo di corsa in montagna 2016 ad Arco di Trento dopo una straordinaria gara che ha visto Bernard farsi da parte nel tratto finale per lasciare il titolo continentale al fratello, reduce da un periodo complicato sportivamente e umanamente. Proprio a loro si è rivolto nel suo saluto l’Assessore Ferraris: “La vostra storia, con questo arrivo che tanto ha lasciato negli occhi e nel cuore di tutti noi, è un esempio per tutto il mondo dello sport, un motivo di orgoglio anche per la nostra regione. La Regione è da sempre stata vicina all’organizzazione di questo evento mondiale, inserendolo nei Grandi Eventi del territorio, perchè crede nei valori dello sport così ben rappresentati dal Memorial Partigiani Stellina e dalla sua storia collegata ai valori della resistenza partigiana, parte del nostro patrimonio culturale”. Sullo stesso tono Livio Berruti che ricorda la tradizione della manifestazione: “Quella che andremo a vivere sarà la 28ma edizione, trovo giusto si perpetui un evento che ricorda gesta e imprese che meritano di essere ricordate e tramandate ai giovani di oggi”. Maurizio Damilano ricorda che la Federazione è accanto al Comitato Organizzatore nel realizzare un evento con grandi numeri: “Siamo certi come Federazione che il comitato organizzatore locale saprà gestire al meglio un evento che testimonia quanto il Piemonte sia una terra legata a doppio filo alla corsa in montagna, sia per le sue caratteristiche geografiche, sia per i grandi talenti che la nostra regione riesce ad esprimere portandoli sino a vestire i colori azzurri. I Dematteis sono il vertice di questo movimento che è anche merito del lavoro del coordinatore nazionale della corsa in montagna, Paolo Germanetto, che è un valsusino doc.” Grande impegno per i comuni della valle ma anche grande voglia di mettersi in vetrina: “Siamo orgogliosi di ospitare un evento mondiale - dice il Sindaco di Mompantero - l’idea che il nostro piccolo comune possa per due giorni essere il cuore di un evento cui prendono parte atleti da tutto il mondo è un evento davvero unico che vogliamo sfruttare al meglio per farci conoscere”. Le fa eco il Sindaco di Susa: “Grazie al Comitato Organizzatore e alla Regione per aver creduto in questo evento che per noi sarà una grande vetrina”. Assente giustificato il presidente della WMRA, il piemontese Bruno Gozzelino, che ha inviato il suo saluto nel quale si dice certo della buona riuscita dell'evento.

I Dematteis sono da sempre amici del Memorial Stellina di cui difficilmente perdono un’edizione; mentre Martin su questo tracciato nel 2010 si laureò campione italiano, Bernard ha ancora un conto aperto con lo Stellina, dove non ha ancora vinto.
Segnaliamo che proprio in occasione dei Mondiali di Corsa in Montagna Master di Susa domenica 28 agosto verrà presentata la squadra nazionale assoluta che prenderà parte alla rassegna iridata in Bulgaria a Sapareva Banya l’11 settembre.

Myriam Scamangas



Condividi con
Seguici su: