Europei. Manenti sesto sui 200m

08 Luglio 2016

Dopo una splendida semifinale corsa in 20.46, il torinese centra la prima importante finale della sua carriera dove chiude al 6° posto in 20.66 (-0.9).


 

Davide Manenti dopo le batterie l'aveva detto: "La finale? La vedo. Ma in semifinale non bisogna mollare neanche un centimetro" e così è stato. Non solo l'ha vista, ma ne è stato protagonista dopo essersi piazzato terzo nella sua semifinale correndo in 20.46 (-0.1) a 2 soli centesimi dal suo primato personale. Nella semifinale il vento che oggi soffia su Amsterdam si è fatto sentire: "Sui blocchi si sentiva forte, poi quando sono partito è calato leggermente. Non ho fatto una curva delle mie, poi però ho recuperato con un buon rettilineo. Ho avuto buone sensazioni ma non sono ancora al 100%, vediamo dopo!". Questo alle 19.00 dopo la semifinale. Il dopo è arrivato alle 20.35 con la finale, la prima importante nella carriera di Davide. Per il torinese arriva il 7mo posto in 20.66 (-0.9) poi corretto in 6° dopo la squalifica di Churandy Martina per invasione di corsia. Buona la curva del torinese che però poi sente nelle gambe la semifinale corsa solo 1h30 prima. Soddisfazione in ogni caso per la finale raggiunta che conferma anche il pass per le Olimpiadi di Rio.

Ottime le aspettative in ottica staffetta visto anche i buoni risultati di Filippo Tortu e Massimiliano Ferraro sui 100m. Staffetta 4x100 made in Torino visto che tutti e tre sono allenati da Alessandro Nocera allo Stadio Nebiolo di Torino.

 



Condividi con
Seguici su: