Quercia d'Oro: che ostacoli!

02 Maggio 2018

Grande entusiasmo per la cinquantesima edizione de La Quercia d'Oro, meeting nazionale giovanile che a Rovereto ha messo in evidenza le ostacoliste Veronesi Vedovelli e Crida oltre a diversi talenti trentini


 

Piacevolissima ed intrigante giornata di sport giovanile ieri a Rovereto per l'edizione numero 50 della Quercia d'Oro, classico meeting di inizio stagione che da due anni si è trasformato in un apprezzato appuntamento dedicato alle categorie giovanili. 

Tanto apprezzato da richiamare allo Stadio Quercia di Rovereto centinaia di cadetti ed allievi di tutta Italia, isole comprese, che hanno dato vita a prestazioni di notevole interesse.

La copertina di giornata spetta probabilmente agli ostacolisti ed in particolar modo alla biellese Veronica Crida che nei 100hs allieve è andata vicina al personale correndo in 14"38.

E per la portacolori dell'Unione Giovane Biella è arrivata anche la soddisfazione del secondo posto nei 100 metri (12"46) alle spalle della bolognese Laura Elena Rami (12"44).

E sempre nel panorama delle giovani ostacoliste, notevole è stato anche l'11"61 della cadetta bolzanina Anastasia Veronesi Vedovelli che con 11"61 ha di fatto confermato l'eccellente inizio di stagione, per poi contribuire al successo (49"92) della 4x100 cadette del Suedtirol Team Club insieme ad Anna Milena Fritsch, Sarah Fischnaller (a segno nel giavellotto con 39,98) e Corinna Adami.

Doppia vittoria tra le cadette anche per la reggiana Sandra Ferrari, prima firma negli 80 e nel lungo (5,49), così come per il modenese Jeremiah Boakye (80 e 300 metri) mentre nel giavellotto allievi si è messo in evidenza il veronese Michele Damiani con 56,60.

 

Ed i trentini? Bene, molto bene.

A cominciare dalle due cadette dell'Atletica Trento Nancy Demattè e Luna Giovanetti che hanno duellato a distanza per provare a strappare il miglior punteggio in casa aquilotta: la simpatica sfida si è risolta in favore della mezzofondista che con il 3'03"11 nei 1000 metri ha guadagnato 914 punti tabellari, uno in più della più giovane Nancy, vincente in 41"96 nei 300.

Protagonisti anche i padroni di casa dell'Us Quercia Trentingrana, con l'allieva moriana Lisa Bona in evidenza nei 100 metri (terza alle spalle delle già citate Rami e Crida, 12"67) e capace di salire sul gradino più alto del podio nei 200 metri (25"32 davanti a Rami) e nella 4x400 insieme a Giulia Endrizzi, Vanessa Piazzola e Gloria Piccoli, quartetto che ha completato il miglio metrico under 18 in 4'07"46. Ed a proposito di successi gialloverdi, bene anche Alessandro Gobbi nei 100hs cadetti con 14"99, con Mirco Riccardi (Gs Trilacum) ad imitarlo tra gli allievi (16"10)

Nell'asta, la sorella minore Giulia Riccardi (Gs Trilacum) è salita fino a 2,90 per inchinarsi alla veronese Francesca Campostrini (3,00) per guadagnare la seconda piazza d'onore di giornata dopo quella nel lungo con 4,95 dietro al pregevole 5,49 della già citata Sandra Ferrari.

 

Nel contesto del partecipato meeting giovanile hanno trovato posto anche i primi campionati provinciali FISDIR rivolti agli atleti diversamente abili.

 

Tutti i Risultati


La 4x400 allieve dell'Us Quercia Trentingrana con Giulia Endrizzi, Vanessa Piazzola, Gloria Piccoli e Lisa Bona - Foto di Marco Volcan


Condividi con
Seguici su: