Mich e Mattuzzi campioni dei 10.000 metri

23 Aprile 2018

Nell'Atletica Triveneta Meeting di Treviso sono stati assegnati i titoli regionali assoluti e allievi della maggiore delle distanze su pista: Isabel Mattuzzi e Francesco Mich sul gradino più alto del podio


 

Pronostico rispettato a San Lazzaro di Treviso, al termine della prova che ha assegnato i titoli regionali dei 10.000 metri su pista dei Comitati del Triveneto: Isabel Mattuzzi (Us Quercia Trentingrana) e Francesco Mich (Atletica Trento) si sono infatti accomodati sul gradino più alto del podio del Trentino Alto Adige.

In campo maschile per il fiemmese figlio d'arte (mamma Bice Vanzetta è stata una delle colonne portanti del fondo italiano negli anni '80 e '90) è arrivata anche la soddisfazione della vittoria personale, grazie al tempo di 31’48″73, lche gli ha permesso di lasciarsi alle spalle i due trevigiani Giacomo Esposito ed Enrico Spinazzè. Dietro di loro quindi, quarto assoluto e secondo nella graduatoria del campionato regionale Trentino Alto Adige, ecco l’altro cavalesano Michele Vaia (Atletica Trento, 32’17″38) che ha così potuto completare la doppietta da parte dei due “puledri” allenati da Fortunato Tota; a completare il podio regionale, ottavo, ecco Emanuele Franceschini (Us Quercia Trentingrana, 32'45"78), seguito da Davide Parisi (Lagarina Crus Team), quarto tra i trentini.

Seconda piazza assoluta e titolo regionale mai in discussione (anche per assenza di avversarie) invece per Isabel Mattuzzi, preceduta al traguardo dalla vicentina Rebecca Lonedo e autrice del tempo finale di 35'49"07.

Successo cavalesano anche tra gli allievi: al termine dei 30' di corsa il migliore del lotto si è rivelato infatti Alex Ceschini (US Cermis), capace di coprire 8807 metri, uno in più rispetto al trevigiano Nicolò Bedini.

Per quanto riguarda le altre gare del Meeting, doppietta trentina negli 800 metri grazie a Federica Scrinzi (Lagarina Crus Team) che con il tempo di 2'15"90 ha preceduto la rotaliana Alice Zenari (Gs Valsugana Trentino, 2'16"53) mentre nel giavellotto Chiara Bergia (Atletica Valli di Non e Sole, 42,72) si è inchinata solo di fronte all'azzurra Paola Padovan, con la gemella Serena (Atletica Valli di Non e Sole, 36,53) al quarto posto; secondo posto anche per la padrona di casa Giorgia Niero (Us Quercia Trentingrana) nel salto in alto con 1,63; vittoria per Rebecca Mihalescul sei centimetri più in alto.

 

Tutti i risultati

 



Condividi con
Seguici su: