Indoor bis a Casal del Marmo

14 Gennaio 2018


 

Seconda giornata di gare indoor a Casal del Marmo, con mattinata dedicata ancora ai concorsi e pomeriggio caratterizzato dalle gare di corsa sul rettilineo dei 60 metri. Ancora grande affluenza nell’impianto coperto del Centro Sportivo delle Fiamme Azzurre, che anche quest’oggi ha regalato diversi buoni risultati.

Dalla pedana del triplo da registrare tra le cose migliori il successo con 11,23 all’ultimo turno di Laura Barbi (Area LBM Sport), che ritocca il personale all’aperto di un paio di centimetri, finendo non distante dalla misura vincente di Alessandro Stopponi (Esercito Sport&Giovani) nella gara maschile (11,48).

Altro risultato di rilievo lo ha messo a segno nel peso cadette Benedetta Benedetti (Lib. Castelgandolfo-Albano), capace di 13,55 all’ultimo lancio, dopo gli oltre 14 metri piazzati la scorsa settimana. Sulla stessa pedana primo posto anche per Eleonora Cassalini (Acsi Italia) nella gara assoluta con 11,46, mentre al maschile si sono distinti l’allievo Damiano Ferrari (Atletica Futura Roma) al primato indoor con 13,69 ed il cadetto di casa Valerio Linari (Fiamme Azzurre) con 12,42.

Non male poi le gare di salto con l’asta, dove su tutti spicca il primato personale indoor di Matteo Chiusolo (Sportrace), autore di un ottimo 4,40 per avere ragione sul diretto rivale Leonardo Orlandi (Studentesca Rieti Andrea Milardi) secondo con 4,30. Bene tra gli Allievi anche Tommaso Purri (Atletica Futura Roma) salito oltre i 3,70.

Nelle gare pomeridiane sul rettilineo con barriere ancora un miglioramento per Laura Barbi, prima sui 60 ostacoli cadette in 9.57, imitata da Matilde Biella (Acsi Italia) nella gara allieve, vinta in 9.15, di poco sulla compagna di club Francesca La Greca (9.19), dopo aver corso in batteria in 8.96. Buona prova anche per Teuta Cala (Studentesca Rieti Andrea Milardi) nella finale assolute dominata in 9.45. Al maschile sale in cattedra lo junior Mattia Di Panfilo (Atletica Futura) alle prese con gli ostacoli da 106, ottenendo il successo con un pregevole 8.25. Bene anche Leonardo Sottili (ASD Kronos Roma) tra i cadetti con 8.89, manca invece la finale Simone Santini (Sportrace) ritirato tra gli allievi dopo un buon 9.19 siglato in batteria lasciando via libera a Domenico Oriolesi (Atletica Vetralla).

Nello sprint subito in evidenza Alessia Cappabianca (Esercito Sport&Giovani) devastante tra le allieve correndo in 7.72 i 60 metri, mentre tra le più grandi ha fatto la differenza l’azzurra dell’Esercito Raphaela Lukudo, miglior crono di giornata con 7.58 sulla junior Chiara Gala (Acsi Italia), a seguire in 7.63. Tra le cadette ancora il prodotto locale Federica Pansini (Fiamme Azzurre) alla vittoria con 8.12, stesso tempo di Swami Menichelli (Lib. Roma XV). Al maschile Marco Ricci (Atletica Velletri) ha prevalso in 7.08 tra gli Allievi, mentre Antonio Moretti (Atletica Futura) è stato il più veloce tra gli assoluti con 6.87. Vince i 60 cadetti Flavio Faraglia (Studentesca Rieti Andrea Milardi) in 7.42, di misura su Federico Morseletto (Romatletica Footwotks Salaria Village).

TUTTI I RISULTATI

 

Ancona: nella domenica di gare indoor ad Ancona i portacolori dell’Atletica Futura Roma si fanno apprezzare sui 400 metri, grazie a Osaremen Ozigbo, reduce il giorno prima da un ottimo 800, e Casimiro Sciscione, al traguardo rispettivamente in 48.72 e 48.82, secondo e terzo di giornata. Secondo posto sulla distanza anche per Anna Gresta (Atl. Roma Acquacetosa) con 55.93, in una gara dove brilla ancora Chiara Gherardi (Studentesca Rieti Andrea Milardi) al traguardo in 57.46. I 60 metri vedono correre in finale Giorgio Trevisani (Studentesca Rieti Andrea Milardi) quarto in 7.01, mentre sui 1000 metri Simone Adamoli (SS Lazio Atletica) si fa largo tra i migliori chiudendo in 2:39.30. Buona prova quindi sui 1500 metri sia tra le donne con Sveva Fascetti (Acsi Italia) prima in 4:31.60, che al maschile con un gran 3:58.97 di Luca Zanetti (Atl. Futura Roma) che si è imposto su Daniele Marcelli (Esercito Sport&Giovani). Nel lungo Stefano Tremigliozzi (Aeronautica) è atterrato a 7,55, nell’alto Matteo Di Carlo (Studentesca Rieti Andrea Milardi) ha valicato i 2 metri, davanti all’allievo Francesco Pavoni (Esercito Sport&Giovani) fermatosi a 1,97. Nel salto con l’asta infine si è rivista Roberta Bruni (Carabinieri) autrice di 4,20 al primo tentativo.

TUTTI I RISULTATI



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate