Eleonora Marchiando, quarto posto agli italiani indoor




 

(foto Fidal - Colombo)

 

Al suo debutto nella categoria juniores Eleonora Marchiando, portacolori dell'Atletica Sandro Calvesi, ha siglato un bel quarto posto nella finale dei 60 metri ad ostacoli, la gara con il maggior numero di atleti alla partenza (33) di tutto il weekend dei campionati.

Eleonora ha iniziato vincendo la sua batteria, malgrado si corresse di mattina presto, stabilendo con 8"90 il suo nuovo primato personale (il 18 gennaio aveva corso a Lione in 8"98). Si è poi classificata terza in 8"94 nella semifinale più dura, dove si è misurata con Agnese Mulatero e Nicla Mosetti (oro e argento sul podio).

In finale una partenza poco felice le ha impedito di migliorarsi ancora. Malgrado fosse indietro sulla prima barriera è riuscita a risalire fino alla quarta piazza grazie a un'eccellente seconda parte e un bel tuffo sul finale, chiudendo in 8"96. Va detto che in ogni caso difficilmente avrebbe potuto, nelle sue condizioni attuali, superare la terza classificata, Rachel Malamo, classe 1996, capace di correre in 8"77.

Con Eleonora altri valdostani erano in gara ad Ancona. Per l'Atletica Pont-Donnas Alessia Annovazzi ha saltato con l'asta 3,30 classificandosi decima tra le promesse e Claire Challancin, con 11 metri e sei centimetri nel triplo è giunta 11°, la stessa posizione di Camilla Vuillermoz, dell'Atletica Cogne, che ha superato 3 metri e 20 nell'asta, a dieci cm dal suo primato personale. Diciottesima poi Veronica Pirana, anche lei della Cogne, nei 400 metri che ha chiuso 60 secondi e 65 centesimi.

Sfortunato Simone Bottan, Atletica Pont-Donnas, che gareggiava nella categoria promesse nei 60 metri a ostacoli, dove ha incocciato male in una barriera e si è dovuto fermare.

Domenica prossima, sempre ad Ancona, le gare della categoria allievi concluderanno il ciclo dei campionati giovanili indoor 2015.

 

 



Condividi con
Seguici su: