Elena Bellò, due record in un colpo solo nei 600 di Rovereto



L'allieva vicentina ha migliorato la miglior prestazione italiana allieve e juniores nei 600 metri con 1'30"36; il suo tempo sarebbe inferiore anche alla mpi promesse, ma non omologabile per questioni anagrafiche. Sulla stessa distanza bene anche Emi

 

A Rovereto nella prova d'apertura della nuova stagione su pista, Elena Bellò, allieva veneta tesserata per l'Atletica Vicentina, ha migliorato la miglior prestazione italiana allieve e juniores nei 600 metri con 1'30"36; il suo tempo sarebbe inferiore anche alla mpi promesse, ma non omologabile per questioni anagrafiche. I precedenti primati appartenevano a livello juniores ad Antonella Riva (1'32"06 a Mondovì nel 2000) e ad Eleonora Vandi (1'32"27 a Serravalle nel 2012); la mpi promesse invece è di Ornella Benetti, con 1'30"7 manuale corso a Pistoia nell'ottobre 1985. Sulla stessa distanza bene anche Emilio Perco: 1'18"13.

 

Pronti, via e la Bellò ha impresso da subito il suo ritmo, guadagnando alla campana già una manciata di metri di vantaggio nei confronti della trentina Irene Baldessari (Cs Esercito), costretta al ritiro dai postumi di una sindrome influenzale dopo 400 metri di gara. Strada spianata dunque per la Bellò che ha così potuto raccogliere la mpi migliorando l'1'32"65 corso dodici mesi fa sulla medesima pista dello Stadio Quercia; secondo posto dunque per la trevigiana Valentina Bernasconi (Atletica Mogliano, 1'33"54. Più serrata la prova maschile, anche se Perco (ANA Atletica Feltre), bellunese di Pedavena, ha fatto sin da subito intendere di non voler mollare il successo: il cronometro l'ha premiato con un interessante 1'18"13 che gli ha consentito di lasciarsi alle spalle lo junior Brian Kanda Abakpereh (Liberatas Valpolicella Lupatotina, 1'19"21).

 

Nel tiro del giavellotto la vittoria è andata al campione italiano 2013 Norbert Bonvecchio (Atletica Trento) cui è bastata una spallata da 72,37 per meritare la prima posizione in graduatoria; nei 2000 metri testa a testa finale tra i due under 23 Leonardo Bidogia (Atletica Mogliano) e Nekagenet Crippa (Gs Valsugana Trentino): a spuntarla è stato il trevigiano con 5'29"25 contro il 5'30"24 del campione del mondo junior 2013 di corsa in montagna.

 

Riunione di Apertura - Tutti i Risultati



Condividi con
Seguici su: