Crippa, Dal Ri e Battocletti al Campaccio



Il 2016 dell'atletica parte domani con lo storico Cross del Campaccio: premiere nella nuova categoria per Yeman e Nadia, Federica d'esperienza in una gara stellare

 

Quella di domani sarà la cinquantanovesima volta del Cross del Campaccio, autentica pietra miliare della corsa campestre italiana. Ma per una volta, nella storia della classicissima lombarda, ad interessare il pubblico trentino saranno soprattutto le "prime" volte.

 

Tra i grandi infatti debutterà Yeman Crippa: le credenziali di due titoli europei under 20 consecutivi sono pregevoli, ma da domani in poi quanto fatto da junior conterà sempre meno. Dai campi di San Giorgio prende infatti il via la seconda carriera del diciannovenne giudicariese di origine etiope, quella che per certi versi sarà la vera carriera, in cui continuare la crescita sarà fondamentale. Intanto come primo approccio alla nuova realtà da senior (o da under 23, almeno a livello europeo) non c'è male, considerando il cast stellare in cui correrà; un cast oltrettutto già conosciuto pochi giorni fa sulle strade bolzanine della BoClassic.

 

Ma l'Epifania porterà con sè anche un altro giorno importante per una verdissima speranza del mezzofondo trentino: la figlia d'arte Nadia Battocletti infatti avrà l'occasione di fare il suo ingresso tra le allieve, dopo aver dominato in lungo e in largo la scena tra le cadette, collezionando ben sei titoli italiani nel giro di due sole stagioni. D'accordo, probabilmente domani cambierà poco o nulla, ma la stagione che si apre la condurrà probabilmente verso i primi confronti internazionali (Brixia?) che potranno stimolare ancor più un talento sin qui apparso cristallino.

 

Nessuna prima invece per Federica Dal Ri, la terza stella trentina tra gli specialisti nostrani iscritti al Campaccio: per la trentacinquenne originaria di Cles non sarà certo una novità, anzi, sarà l'ennesima presenza da quelle parti per una gara da affrontarsi con la consueta tenacia e determinazione, fondamentali per non sfigurare contro tante gazzelle africane. Ma Federica ci ha abituati a vendere sempre cara la pelle.

 

Ed allora buon Campaccio a tutti!

 

 

il sito del Campaccio

 



Condividi con
Seguici su: