CMR: superati i 500 iscritti

23 Maggio 2018


 

Il muro dei 500 iscritti è appena caduto, quando mancano poche ore alla chiusura delle iscrizioni alla Castle Mountain Running 2018. Ma la velocità con cui negli ultimi giorni sono piovute le iscrizioni, lascia intendere che il numero è destinato a crescere ulteriormente. E ci sono quasi tutti i big: i gemelli Dematteis, Cesare Maestri, un Alessandro Rambaldini in grande spolvero, Alice Gaggi, Barbara Bani e così via. Sarà grande spettacolo tricolore.

Sabato e domenica la città di Arco, nel Garda Trentino, tornerà dunque ad aprire le porte alla grande corsa in montagna, con la Castle Mountain Running che assegnerà i Campionati Italiani a staffetta per tutte le categorie. Per la prima volta infatti la FIDAL - Federazione Italiana di Atletica Leggera - ha inteso concentrare in un’unica sede tutte le sfide tricolori, assolute, giovanili (cadetti, allievi, junior) e master. 

 

Tutti ad Arco, dunque, nella cornice predisposta dalla Garda Sport Events che solo due anni fa ha ospitato un’indimenticata edizione degli Europei e che sogna di poter approdare sul palcoscenico iridato nel 2021. Ma se ne riparlerà venerdì, quando ad Arco si terrà un vertice per valutare le potenzialità della candidatura all’organizzazione del Mondiale 2021, il primo che - stando ai progetti - dovrebbe riunire sotto un’unica egida il mondo del trail e della corsa in montagna. Un progetto ambizioso, proprio come lo era quello della Castle Mountain Running, oggi intitolata a Franco Travaglia, l’ideatore ed organizzatore di un evento capace di portare una ventata d’aria nuova nel panorama della corsa in natura.

 

L’edizione 2018 è strutturata in due giornate di gara: sabato, nel primo pomeriggio, spazio ai cadetti (under 16) ed allievi (under 18), domenica quindi toccherà alle prove junior (under 20), assolute e master.

Il tracciato di gara è ormai conosciuto da tutti gli appassionati ed addetti ai lavori ed avrà il proprio cuore pulsante in Viale delle Magnolie, nel centro cittadino di Arco, partenza ed arrivo di tutte le sfide tricolori.

A seconda delle categorie in gara sono poi stati predisposti quattro diversi tracciati, differenti per chilometraggio e dislivello.

 

PERCORSO 1 - Si tratta del classico giro della Castle Mountain Running, il più lungo e impegnativo, riservato alle categorie maschili Senior, Junior e Master. Ogni frazionista in gara dovrà affrontare l’anello di 6720 metri che proporrà subito l’ascesa al Castello di Arco fino alla sommità della Torre Renghera, quindi una prima discesa, seguita dall’impegnativa risalita del Monte Colodri per poi perdere quota ed affrontare il breve ma ripido strappo di Laghel, ultima asperità prima della picchiata verso il centro cittadino.

 

PERCORSO 2 - La variante per le categorie femminili Senior, Junior e Master prevede uno sviluppo di 5000 metri e si differenzia dal tracciato maschile per lo “smussamento” della seconda salita, quella del Monte Colodri. Anche le ragazze affronteranno l’intera scalata al Castello, ma arrivati all’altezza della Chiesa di Laghel svolteranno per iniziare subito la discesa ad Arco. Identico tracciato è previsto anche per gli Allievi.

 

PERCORSO 3 - Allieve e cadetti invece si misureranno su un percorso di 2950 metri che dalla partenza di Arco proporrà l’ascesa alla Torre Renghera del Castello e quindi il rientro nel centro cittadino per raggiungere la zona cambio.

 

PERCORSO 4 - Infine il tracciato riservato alle cadette, 2250 metri di sviluppo con la salita al Castello che si interromperà a circa metà strada, all’altezza del Prato della Lizza, da cui si imboccherà la discesa verso Arco.

 

Tutte le altimetrie dettagliate sono disponibili sul sito della manifestazione, www.castlemountainrunning.com.



Condividi con
Seguici su: