Baldessari e Pilati: ancora loro! Gatto, zampata d'oro



Ancora una giornata speciale per Irene Baldessari e Lorenzo Pilati che negli 800 metri sono riusciti a bissare l'oro e l'argento raccolto il giorno precedente nei 1500; la seconda giornata dei Campionati Italiani Junior Under 23 indoor di Ancona ha

 

Ancora una giornata speciale per Irene Baldessari e Lorenzo Pilati che negli 800 metri sono riusciti a bissare l'oro e l'argento raccolto il giorno precedente nei 1500; la seconda giornata dei Campionati Italiani Junior  Under 23 indoor di Ancona ha riservato la medaglia d'oro anche a Beatrice Gatto, prima nel peso junior.

 

Tutto come il giorno prima, o quasi. Irene Baldessari (Esercito) a ventiquattro ore di distanza si è regalata un'altra medaglia d'oro dominando gli 800 metri under 23, con una condotta tattica del tutto simile a quella che sabato le ha consentito di vincere i 1500 metri: ha lasciato sfogare Joyce Mattagliano per poi sferrare l'allungo decisivo e coronare la doppietta personale con un buon 2'08"36 davanti ad Elisa Pento e Lucia Paternesi Meloni.

 

Gara thrilling invece tra gli junior: inizialmente il vincitore pareva essere il bellunese Enrico Riccobon, trionfatore della serie principale davanti al nostro Lorenzo Pilati (Atletica Valli di Non e Sole), ma i giudici hanno pizzicato lo junior veneto in un'invasione di corsia nel tentativo di uscire dal traffico sul rettilineo opposto e hanno così squalificato Riccobon, e così l'oro è passato al secondo in classifica, ma non a Pilati - come preventivato - quanto al grossetano Marco Scantarburlo che con 1'54"16 si era imposto nella serie meno qualificata, beffando così il giovane noneso per soli due decimi di secondo.

 

La terza medaglia "trentina" di gioranta è arrivata dalla pedana del peso, grazie alla trevigiana Beatrice Gatto, lanciatrice junior dell'Us Quercia Trentingrana che con una spallata da 12,20 al terzo tentativo ha ipotecato il titolo tricolore.

 

Oltre alle tre medaglie, la seconda ed ultima giornata della rassegna marchigiana ha proposto anche importanti piazzamenti, a cominciare dal quarto posto della staffetta 4x200 under 23 del Lagarina Crus Team, composta da Alessio Gorla, Tommaso Buratti e dai gemelli Michele e Simone Bais che, complice un pizzico di inesperienza e inattitudine alle relays in sala, si è dovuta accontentare di fronte all'Enterprise Sport, alla Pro Sesto Atletica e all'Atletica Bassano, mancando l'appuntamento con il podio per un singolo secondo. Ottavi invece i colleghi junior nella medesima prova: in gara Matteo Mazzola, Mirko Pezzini, Davide Bonomi e Michele Nabacino. Piazzamenti anche per Saskia Battistoni (Atletica Alto Garda e Ledro) e Nekagenet Crippa (Gs Valsugana Trentino), rispettivamente negli 800 junior e nei 3000 under 23.

 

Nel complesso sono quindi sei le medaglie trentine del fine settimana di Ancona: tre ori (due di Baldessari e uno di Gatto), due argenti a firma Pilati ed il bronzo di Matteo Didioni: un bottino decisamente importante.

 

Tutti i risultati



Condividi con
Seguici su: