16° Meeting Internazionale Via col...Vento




 

Donnas 3 luglio. Cala il sipario sulla 16ª edizione del meeting internazionale Via col ... Vento e, sui visi degli organizzatori, si può leggere chiaramente - oltre alla fatica dovuta al grande lavoro svolto - la soddisfazione per aver portato a termine, ancora una volta, un ottimo lavoro.

Oltre 500 atleti partecipanti, più di 90 atleti stranieri presenti, in rappresentanza di oltre 28 nazioni sono le prime cifre che danno un'idea chiara sul grande richiamo promozionale che questo evento sa offrire, soprattutto sotto l'aspetto quantitativo. Ma oltre ai grandi numeri va posto l’accento anche sull'aspetto qualitativo che può essere sintetizzato con queste indicazioni tecniche: 3 nuovi primati del meeting (110 ostacoli uomini in 13.61 ad opera del campione italiano in carica Emanuele Abate; lancio del disco donne con 59.98 per merito dell'olandese Monique Jansen e 200uomini con il 20.40 del sudafricano Thuso Mpuang);un nuovo record nazionale ottenuto dal lettone Ronalds Arajs sui 100m (10.18) che però sul filo di lana della gara è stato preceduto, con 10.16, dall'esplosivo Mpuang, a soli 3 centesimi dall'attuale record del meeting.

Hanno rischiato grosso i record del meeting degli 800m dove lo svedese Mattias Claesson è arrivato ad un soffio dall'aggiudicarselo (1.49.08 contro l'1.48.92 del record attuale dell'americano Tyler Mulder) e del lancio del disco maschile dove il cubano Lois Maikel Martinez è stato lì lì per superarsi (65.03 contro il proprio limite attuale di 65.04).

Ottime le prestazioni della duecentista senegalese Ndeye Soumah (23.06), dell'ottocentista Viktoria Tegenfeldt (2.05.78), del lunghista svizzero Julien Fivaz (7.93) e del pesista sudafricano Roelof Potgieter (19.10). Un po' più normali le prestazioni della velocista Shakira Reece (11.51, ma 11.39 in batteria) e della lunghista britannica Amy Harris (6.48). Leggermente sottotono i risultati nei salti in elevazione, alto uomini (solo 2.15 per lo svedese Mehdi Al-Khatib e per il rappresentante delle Barbados Dottin Henderson) e asta donne (3.40 per l'italiana Giorgia Vian), ma si sa che è difficile poter avere l'eccellenza in tutte 15 le specialità del programma.

Un ringraziamento particolare all'Amministrazione regionale, Assessorato del Turismo e Sport; alla Comunità Montana Mont Rose; alle Amministrazioni comunali di Donnas e Pont-Saint-Martin; agli Sponsor, a tutti i collaboratori che hanno messo al servizio del meeting la propria professionalità con una passione e un entusiasmo veramente encomiabili, a tutti i volontari che si sono prodigati nei vari compiti e ai giudici di gara che come sempre garantiscono la perfetta regolarità della manifestazione.



Condividi con
Seguici su: