La Calabria al cross di Gubbio

16 Marzo 2017


 

Un successo annunciato per i campionati italiani di cross, disputatisi domenica 12 marzo sui prati che circondano l'Antico Teatro Romano di Gubbio (Perugia). La festa del cross, tornata a grande richiesta in terra umbra, sapientemente organizzata, su un percorso reso ancor più tecnico con l'aggiunta di una ulteriore variante, ha visto in gara ben 2263 atleti in rappresentanza di 299 società provenienti da tutta Italia. La giornata, in stampo primaverile, è iniziata con il trofeo delle regioni aperto alle 21 rappresentative regionali cadetti e cadette, con la Calabria presente al maschile, capace di limitare i danni in un contesto estremamente competitivo, contro compagini assai più attrezzate: nella gara cadetti di 2,5 Km vinta in volata da Massimiliano Berti (Trentino) in 9'40”, davanti a Tiziano Marsigliani (Lombardia) 9'41”, e Teshale Zanchetta (Piemonte) 9'50”, buona la prova di Antonino Leonello (Violetta Club Lamezia), 71° in 10'43”, con Ahmed Semmah (Atletica Cosenza) 112° in 11'05”, Samuele Fortuna (Atletica Olympus) 115° in 11'08”, Alessio Caligiuri (Atletica Amica) 145° in 11'49”, e Giovanni Stranges (Atletica Amica) 147° in 12'00”. Classifica a squadre che premia  la Lombardia (375 pt), sul Trentino (338 pt) e il Lazio (327 Pt), con la Calabria (98 pt) in 19^ posizione, davanti a Basilicata (70 pt) e Val d'Aosta (47 pt). Nella gara riservata agli allievi, sulla distanza dei 5Km, ancora una grande prestazione da top ten italiana da parte dell'italo-marocchino Idam Ayoub (Cosenza K42), nono in 17'39”. L'allievo di Scipione Pacenza, partito tra i favori dei pronostici, ha corso da protagonista, cercando di resistere nel gruppetto di testa al ritmo forsennato del lombardo Luca Alfieri (Bovisio Masciago), primo in 16'49”, autore di una gara magistrale che lo ha visto dominatore assoluto, davanti ad un agguerrito Awol Langella (Athletic Accademy Bari) 17'02”, abile a sorprendere nel finale il laziale Francesco Guerra (RCF Roma Sud) 17'05”, al primo anno di categoria. Nel festival africano riservato alla categoria promesse/seniores uomini, con il trionfo sulla distanza dei 10Km del keniano Kipruto Koech (Potenza Picena) 30'11”, sul marocchino Hicham Laqouahi (Atl. Reggio) 30'18”, ed un grande Daniele Meucci (C.S. Esercito) 30'23”, terzo e campione Italiano, spicca la prestazione del cosentino Andrea Pranno (Parco Alpi Apuane), 38° in 32'26”, determinante ai fini della classifica a squadre, che vede il suo club al quarto posto con 79 punti dietro ad Esercito (18 pt), Fiamme Gialle (35 pt) e Casone Noceto (51 pt). Nella stessa gara da segnalare la presenza dei calabresi Michelangelo Spingola (36'02”) e Umberto Marino (36'27”), entrambi tesserati per la Corricatrovillari, rispettivamente 198° e 213°. Nella categoria promesse/seniores donne, sulla distanza degli 8Km, appannaggio della keniana Jeruto Lagat (Athletic Terni) 28'24”, sulla ruandese Clementine Mukandanga (Runner Team 99), con Federica Dal Rì (Esercito) 28'31”, terza e campionessa italiana, buon rientro per la gioiese Palma De Leo (G.S. Lammari) 36^ al traguardo con 31'33”. Presenti nella stessa gara tre rappresentanti della Corricastrovillari, Valentina Maiolino (36'05”) 163^ , Letizia Spingola (36'49”) 179^ e  Samah Quardhani (43'34”) 230^, con il proprio team in 44^ posizione. Da menzionare infine l'85^ posto di Veridiana Martucci (Polisportiva Magna Grecia Cassano) in 29'20”, sui 6Km della gara juniores femminile, dominata da una superlativa Francesca Tommasi (Insieme New Foods Verona) 22'41”, con Michela Cesarò (Cus Torino) 23'26” e Ilaria Fantinel (Atl. Feltre) 23'36” a completare il podio.

 

 

 



Condividi con
Seguici su: