Gerratana s'impone all'ottava edizione del Trofeo Verduci




 

GerratanaAncora un successo per il Trofeo Verduci – Americana a Motta San Giovanni che, per l’ottavo anno consecutivo, si celebra per ricordare la figura di Ciccio Verduci, cittadino mottese, che aveva dato il meglio di stesso , per protare in giro per l’Italia il nome di Motta San Giovanni con i suoi atleti che tanto onore e gloria hanno dato anche a tutta la nostra Calabria. Impeccabile tutta l’organizzazione che non ha trascurato nulla per la migliore riuscita della manifestazione. Non è mancato nulla, dalle coreografie, prima e dopo la gara, che hanno intrattenuto il pubblico presente, allietandolo con esibizioni di artisti nazionali ed internazionali. La gara, stando alle premesse, presentava un parterre di tutto rispetto, con 15 atleti pronti a darsi battaglia nelle insidiose battute finali di ogni giro del percorso che misurava 700 metri.

Alla presenza di tante autorità civili e sportive, tra cui il Presidente dell’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria Giuseppe Raffa, unitamente all’ex e al neo Presidente Regionale del CONI Calabria Mimmo Praticò e Maurizio Condipodero, è stato dato il via alla gara. La gestione della stessa è stata curata dal Gruppo Giudici Gare della Fidal Calabria, con in testa il suo Fiduciario Regionale Giovanni Manto e l’Arbitro della gara il Giudice Nazionale Francesco Davide Pignata che, giro dopo giro, sentenziavano l’eliminazione dell’ultimo atleta arrivato, man mano che i giri si susseguivano. I primi ad essere eliminati sono stati nell’ordine Francesco Monti (Violetta Club) e Giuseppe Pilello (Atletica Civitanova) che nulla possono per rintuzzare lo sprint di atleti di più grosso spessore. Seguono le uscite di due atleti stranieri, Kiprotich Ezekile Meli del Kenia e Cherkaoui Laalami del Marocco. Sorprende in positivo la tenuta di Danilo Ruggero, calabrese che corre per la società Parco Alpi Apuane, che non si lascia intimidire dai palmares degli atleti da lui superati tra il settimo e l’ottavo giro, per l’esattezza da Giacomo Di Gaetano (SEF Stamura Ancona) e da Timoty Kipchirchir (Kenia), ma al nono passaggio sotto lo striscione d’arrivo si deve arrendere, ma conclude contento di aver fatto una gara prestigiosa. Dal 10° al 12° sprint, vengono eliminati nell’ordine Giovanni Bellino (Fiamme Gialle) Sylvain Rukundo (Ruanda) e Chipsang Bernard Chumba. Per la volata finale restano in quattro atleti: due italiani e due stranieri e, tra questi, Giuseppe Gerratana (CS Aeronautica Militare), che prima della volata finale aveva dato segni tangibili del suo stato di forma e, quindi, non si lascia intimorire da alcuno e si presenta, dopo un prepotente allungo, in completa solitudine a tagliare il traguardo da vincitore dell’ottavo Trofeo Verduci. Seguono nell’ordine William Kibor (Kenya) Yuri Floriani (Fiamme Gialle) e Said El Otmani, marocchino che gareggia per Atletica Reggio Sud di Reggio Emilia. Rituali festeggiamenti, interviste e felicitazioni al vincitore e a tutti i partecipanti, che hanno voluto onorare con la loro presenza l’ottava edizione del Trofeo Verduci. Ed è con questi ringraziamenti, che Giovanni Verduci, punto fermo dell’organizzazione della manifestazione, unitamente a Ignazio Vita, Presidente del C.R. Fidal Calabria, danno sin da ora appuntamento alla prossima edizione che si svolgerà, sempre a Motta San Giovanni domenica 7 agosto 2016.

pino pignata



Condividi con
Seguici su: