Davide Costa e Matteo Oliveri in evidenza a Bressanone

27 Maggio 2019


 

DAVIDE COSTA E MATTEO OLIVERI IN EVIDENZA A BRESSANONE

Il Brixia meeting di Bressanone (Bz), da anni, è un “marchio di qualità” per quanto riguarda i meeting giovanili. Strutturato in incontro fra selezioni regionali allievi e rappresentative estere (quest’anno, fra le altre, Bayern Monaco e Slovenia), ha sfornato prestazioni di ottimo livello domenica 26 maggio. Stimolati in confronti di valore tecnico indubbio, i giovani atleti liguri al limite dei 18 anni si sono resi protagonisti in molte gare. Davide Costa del Cus Genova ha lanciato il martello a 70.83 (misura centrata al quinto tentativo), che è il nuovo record ligure under 18 (precedente: 69.48 dello stesso atleta a Boissano, Savona, il 13 aprile di quest’anno). Costa è anche il settimo allievo italiano di sempre! Un bel traguardo anche per il coach Walter Superina. Costa è stato secondo, superato solo dal fortissimo tedesco Merlin Hummel (79.44). Matteo Oliveri (Maurina Imperia) ha vinto la gara dell’asta con 4.50, che uguaglia l’annoso record dell’azzurro Corrado Alagona ottenuto il 4 settembre 1977 a Imperia. Una vittoria beneaugurante per il giovane atleta imperiese, al primo successo di respiro internazionale. Ilaria Marasso (Trionfo Ligure) ha conquistato il terzo posto nel martello con 58.38, confermandosi atleta-gara. Vittoria della toscana Rachele Mori con la bella misura di 66.23. Quarta Chiara Smeraldo (Maurina Imperia) nel salto in lungo con 5.86, un’ottima prova nella gara dove Larissa Iapichino ha ottenuto 6.26. Ecco poi, due quinti posti. Anabel Vitale (Arcobaleno Savona) ha corso i 100 ostacoli in 14”34 (-0.6) nella gara vinta nuovamente dalla Iapichino, 13”70. La consocia Aurora Bado ha chiuso in 4’40”38 i 1500 m nella competizione che ha visto il successo di Laura Dalla Pozza (Veneto) con 4’37”16. Irene Cassinelli (Don Bosco) è stata sesta nel salto triplo con 11.53 (+0.1): successo di Greta Brugnolo con 12.60. Silvia Di Gioia (Arcobaleno) è stata ottava nel giavellotto con 39.72, stesso piazzamento di Sophie Addison Carissimo (Trionfo Ligure) nei 2000 st con 7’45”82. Nell’analoga gara maschile ottavo Alessandro Basso (Maurina Imperia) con 6’27”57. Nicolo Scarlino (Maurina Imperia) si è piazzato nono nei 1500 m con 4’10”41. Nona anche Giuditta Ponsicchi (Cus Genova) nei 400 (59”33). La Liguria è stata undicesima nella classifica per team vinta dai tedeschi del Baden Wurttemberg.

http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7707/Index.htm

Danilo Mazzone-Addetto Stampa Fidal Liguria

 



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate