Campionati Italiani Indoor Master: 2 ori, 2 argenti, 2 bronzi




 

indoor2011Anche per il 2011il Banca Marche Palas di Ancona ha ospitato dal 3 al 6 marzo i Campionati Italiani Master Indoor che hanno visto più di 2300 atleti sfidarsi e contendersi i 252 titoli in palio. Abbinato al campionato individuale si disputava, per la prima volta, il campionato di società master indoor. Sono stati tre giorni di gare molto appassionanti, con sfide risolte al fotofinish, con ben 42 primati italiani e 2 primati europei e mondiali migliorati. Soltanto sette gli atleti calabresi partecipanti, in rappresentanza delle società reggine, catanzarese e cosentine, che son riusciti a conquistare due titoli italiani, 2 argenti e 2 bronzi.

Il titolo italiano, un po’ a sorpresa, è arrivato da Alfonso Scarfone M40 dell’Hobby Marathon di Catanzaro nella gara degli 800 mt col tempo di 2’03”60, un’ottima performance dopo il rientro alle gare da una pausa di due anni. Nonostante la gara corsa nella prima serie dei concorrenti accreditati dei tempi più alti, Alfonso è riuscito a far meglio degli atleti che ambivano al titolo e che non sono riusciti a scendere sotto i 2’04”0. Lo stesso atleta ottiene un altro buon riscontro cronometrico sui 1500 arrivando in quinta posizione con 4’25”11. Vincenzo Felicetti (Nuova Atletica Calabria Fuscaldo), un po’ a corto di preparazione, vince con una gara tattica i 400 metri in 1’01”86 della categoria M60, mentre si deve chinare ad un imprendibile Antonio Rossi nella gara dei 200 mt, conquistando l’argento in 26”60. L’altra medaglia d’ argento è stato conquistata della reggina Giusy Lacava (Avar) nel pentathlon F40 totalizzando un punteggio finale di 2635 punti, rimanendo un centinaio di punti al di sotto del personale. Invece sui 400 metri, pur arrivando quarta, con 1’05”99 ottiene la propria migliore prestazione sulla distanza. Souma Spiridoula (Hobby Marathon), pur gareggiando con l’acutizzarsi di un infortunio muscolare, ha ottenuto la medaglia di bronzo sui 3000 mt F45 con 11’02”40. Purtroppo l’infortunio l’ha costretta a non presentarsi ai nastri di partenza della gara dei 1500 mt. In questa categoria entrambe queste gare sono state vinte dall’ex mezzofondista azzurra Nadia Dandolo dell’Asi Veneto. L’altro bronzo è arrivato da Vespier Sabatino (Atletica Amatori Reggio) sui 200 mt M65 col tempo di 29”94. Lo stesso atleta si piazza all’ottavo posto nel salto in lungo ed al tredicesimo sui 60 mt. Quarto posto “medaglia di legno” per Ammendola Giuseppe (Atletica Amatori Reggio) nel triplo M65 e nono classificato nel lancio del peso. Pietro Pecora dell’Atletica Sagittarius, non potendo correre la propria specialità dei 400 metri per un infortunio, si è cimentato nel lancio del peso M55 arrivando al decimo posto. Un in bocca al lupo ai nostri master calabresi, Felicetti, Scarfone, Lacava ai quali si aggiungeranno la Toma e Cento, che difenderanno i colori dell’Italia ai prossimi Campionati Europei Indoor che si avranno luogo a Ghent in Belgio dal 16 al 20 marzo pv.



Condividi con
Seguici su: