Argento, ad Orvieto Perugia si prende l'Oro

25 Settembre 2016

La Libertas Arcs Cus Perugia centra la doppietta negli 800 con Guerrini-Marchesini, Ricci quarta nei 400 ostacoli


 

Colpo grosso della Libertas Arcs Cus Perugia che al "Muzi" conquista la promozione nella finale Oro dei societari. La finale Argento organizzata dalla Libertas Orvieto ha regalato sorrisi alla squadra umbra che ha potuto contare su un avvio di giornata straordinario. Merito soprattutto degli 800 metri dove una splendida Gloria Guerrini ha conquistato il successo davanti alla compagna di squadra Laura Marchesini. Dopo la bella prima giornata di gare è stata addirittura splendida la seconda per il team umbro che ha chiuso alle spalle della sola Us Quercia Trentingrana (89 punti) beffata per un punto il Cus Torino: 72 a 71 ma con meno punteggi, quasi tutti pesanti, per le umbre capaci di conquistarsi la promozione grazie al quarto posto nella staffetta contro il settimo delle rivali. In campo maschile vittoria dell'Atletica Brugnera Friuliintagli che ha confermato la leadership della prima giornata chiudendo a 92 punti. Promossa in Oro anche la Virtus Emilsinder Bologna che con 82 ha avuto la meglio sulla Biotekna Marcon. 

Libertas Orvieto che ha anche premiato le migliori prestazioni tecniche. Al femminile Stefania Strumillo grazie al 53,58 del disco, ha beffato per un punto (1012 a 1011) la splendida Silvia Oggioni (9:59.64 nei 3000 siepi). Al maschile vittoria di Albert Chemutai con 1004 punti ottenuti nei 3000 siepi. Fra i risultati di spicco anche il record italiano nel disco allieve ottenuto da Sydney Giampietro che con 51,39 migliora se stessa di più di un metro ((50,18 il precedente).

Risultati

IL RACCONTO DELLA SECONDA GIORNATA

DONNE 

400 hs - Duello fra le junior Jessica Peterle (Us Quercia) e Miriam Martini (Cus Trieste). La spunta la prima in 1:01.77. Alle loro spalle bel finale di Elena Ricci che dopo il secondo posto nei 100 ostacoli porta in dote altri punti pesanti alla classifica della Libertas Arcs Cus Perugia (quarta in 1:04.47). 

800 - Arriva una splendida doppietta per la formazione umbra. Gloria Guerrini domina la prova con un cambio di ritmo agli ultimi 250 metri (2:12.26, passaggio in 68.9). Alle sue spalle spunta con un bellissimo finale Laura Marchesini 2:13.43), terza Chantal Scotti (Pro Sesto, 2:14.47). 

Disco - Il "Muzi" registra il nuovo record italiano allieve di Sydney Giampietro nel lancio del disco.

La 17enne del Cus Pro Patria Milano lancia al quarto lancio a 51,39 migliorando il suo 50,18). La gara va però alla finalista degli europei Stefania Strumillo (Atl. 2005) con 53,38. Terza Daisy Osakue (Cus Torino, 48,82). 

200 - Marzia Caravelli (Cus Cagliari) torna ai 200 e sulla pista del Muzi in cui aveva brillato al "Coscioni" conquistando il pass per Rio ha la meglio su Irene Siragusa (Atl. 2005). Il crono dice 23.88 contro il 24.09 della rivale. Micaela Moroni (Lib. Arcs Cus Perugia) chiude in 25.65.

Asta - Altro podio per la Libertas Arcs Cus Perugia. A conquistarlo è Alessandra Lazzari, terza nel salto con l'asta con la quota di 3.60. Vittoria per Marta Ronconi che riporta in alto l'Us Quercia (leader dopo la prima giornata): il suo 3,70 alla prima prova le permette di avere la meglio su Giorgia Vian (Fanfulla Lodigiani, 3,70 ma alla seconda prova).

5000 - Silvia Oggioni (Pro Sesto, 16:34.43) dopo i 3000 siepi si prende anche i 5000 metri relegando in volata la campionessa italiana del cross Silvia La Barbera (Cus Palermo, 16:35.47). Terza piazza per Isabel Mattuzzi (Us Quercia, 16:42.34). Decima, in 17:50.07 Costanza Martinetti

Lungo - Dopo il salto triplo Elena Vanessa Salvetti (Fanfulla Lodigiani) fa suo anche il lungo grazie al 5,86 del secondo salto. Dietro di lei Selene Lazzarini (Toscana Atl. Empoli, 5,68) e Nicla Mosetti (Cus Trieste, 5,55). Quattrordicesima Elisa Pacilli (4,90).

Giavellotto - Zahra Bani (Cus Cagliari) domina la scena con il 52,92 ottenuto al terzo lancio. Serena Trollone (Atl. 2005, 44,00) e Giulia Milani (Cus Pro Patria Milano, 43,47) completano il podio mentre Benedetta Scarponi (Lib. Arcs Cus Perugia) con 37,82 è ottava. 

4x400 - Sorpresa nella staffetta del "miglio". La gara premia la Fanfulla Lodigiani vincitrice della prima serie in 3:50.48. Beffata la Pro Sesto a cui non è bastata una straordinaria frazione di Ilaria Verderio per portare a casa gli 8 punti: la vittoria nella seconda serie in 3:51.40 vale il secondo posto. Giù dal podio la Libertas Arcs Cus Perugia, seconda nell'ultima serie con la giovane Aurora Gori rimontata (Cristina Pileri, Gloria Guerrini, Elena Ricci e Aurora Gori). Ma la beffa del quarto non fa sfuggire la promozione in Oro.

Solo l'Us Quercia fa meglio. 

UOMINI 

Martello - Patrizio Di Blasio non fallisce e regala una bella vittoria alla Biotekna Marcon. Il suo miglior lancio (62,77) arriva all'ultimo tentativo ma è tutta la serie molto consistente (un solo lancio appena sotto i 60 metri). Alle sue spalle si migliora al sesto lancio Lorenzo Puliserti (Atl. Piemonte, 60,11) mentre sul terzo gradino del podio sale Nicolò Bolla (Cus Parma, 59,77).

400 hs - Il pubblico di Orvieto si attendeva la vittoria due volte campione italiano Leonardo Capotosti (Atl. Vomano) ma il ternano si è presentato al via condizionato da un infortunio patito venerdì che gli ha costretto di cambiare la ritmica dei passi. Nonostante questo si è presentato in testa nella dirittura d'arrivo ma il "tuffo" di Davide Piccolo (Virtus Bologna) è stato decisivo: 52.46 contro 52.48 il risultato. Terzo posto per lo junior Federico Cesati (Pro Sesto, 53.67).

800 - Bellissimo finale nella gara del doppio giro. Joao Bussotti Nieve (Atl. Livorno) ha la meglio in 1:51.43 su Gabriele Bizzotto (Cus Parma, 1:51.71). Terza piazza per Mattia Picello che porta altri punti pesanti all'Atletica Brugnera. 

Lungo - Basta un salto (a 7,57) ad Alessio Guarino per portare gli 8 punti alla Virtus Bologna. Angelo Marvulli (Biotekna, 7,33) e Daniele Ragazzi (Virtus Bologna, 7,22) completano il podio. 

Alto - La sfida fra Andrea Lemmi (Atl. Livorno) e Eugenio Rossi (Biotekna) premia il toscano capace di valicare l'asticella a a 2,15 contro il 2,12 del rivale. Terza piazza a 2,06 per l'Atletica Brugnera con Marco Sordi.

200 - Dopo i 100 metri Marco Gianantoni (Virtus Bologna) conquista anche i 200 metri con il tempo di 21.95. Alle sue spalle ancora Jamie Abe (Cus Parma, 21.98), terzo Andrea Variola (Atl. Brugnera, 22.08). 

Peso - E' Marco Govoni a prendere gli 8 punti per se per la Pro Sesto grazie ad un miglior lancio di 15,89. Sul podio anche Loris Barbazza (Biotekna, 15,17) ed Lorenzo Puliserti (Atl. Piemonte, 15,00) che dopo i 7 punti nel martello ne conquista 6 nel peso. 

5000 - Il finale di Marouan Razine (Cus Torino, 14:27.06) non lascia scampo né a Samuele Dini (Atl. Livorno, terzo con 14:32:82 ) nè ad Albert Chemutai (Toscana, 14:29.27), l'ultimo ad arrendersi. Per l'azzurro seconda vittoria dopo quella nei 1500 di ieri. 

4x400 - Anche al maschile la vittoria va alla prima classificata della prima serie, il Cus Torino (3:13.58). Battute Pro Sesto (3:14.64) e Virtus Bologna (3:14.71). 

 

 

in aggiornamento 


Il podio femminile al Muzi di Orvieto


Condividi con
Seguici su: