A Cosenza assegnati i titoli regionali Rag, Jun, Pro e Master




 

JohnBarbarelloIl tempo incerto, a tratti anche disturbante, ha condizionato la manifestazione di atletica leggera che si è svolta nelle giornate di sabato 6 e domenica 7 giugno presso gli impianti attigui del rione San Vito di Cosenza; un’alternanza di condizioni atmosferiche, non certo tipiche di questo periodo. La manifestazione comprendeva i Campionati Regionali Individuali Juniores e Promesse – aperte agli allievi e al settore assoluto – e i Campionati Individuali per Master e Ragazzi.

Circa 200 i partecipanti alle gare nelle due giornate, che ha visto la società Atletica Barbas di Reggio Calabria impegnata alla ricerca di “punti” per incrementare il bottino e posizioni in classifica al Campionato di Società assoluto su pista. Tra i tanti risultati in gara, quando sono in campo gli atleti Master, molto facilmente “cadono” diversi primati regionali di categoria, così, come è avvenuto nelle due giornate cosentine, dove ben 10 sono stati i neo primati di categoria migliorati, che sono: nei metri 400 piani Marcello Mondilla - SM45 - (Fiamma Atl. Catanzaro) ferma i cronometri sul tempo di 57”29; nel salto in alto SM60 Vito Muratore (Running Palmi) valica l’asticella posta a m. 1,27; nuovo primato pure per Antonino Giuseppe Laganà – SM50 dell’Atletica Amatori Reggio – che nel salto triplo ottiene la misura di m. 8,32; nel lancio del disco maschile M50 e M75 realizzano i nuovi primati regionali rispettivamente Antonio Vaccari (Atletica Cosenza) con la misura di m. 34,52 e Umberto Laganà (Atletica Amatori Reggio) con m. 26,51; nella marcia km. 5 Gianfranco Arturi (SM60 – Fiamma Atl. Catanzaro) si inserisce nell’albo dei primati con il tempo di 32:57.19; nel lancio del martello con maniglia corta categoria M80, Sergio Sergi dell’Atletica Amatori Reggio, ottiene la misura di m. 8,61. Ma anche nel settore femminile le atlete in gara non sono state a guardare, in quanto nei metri 5000 Nella Zofrea (SF50) dell’Hobby Marathon, ottiene il primato col tempo di 20:54.97 e Maria Grandinetti (SF50 dell’Atletica Cosenza) migliora i già suoi primati nelle gare del lancio del martello, dove con l’attrezzo da kg. 3 ottiene la misura di m. 38,66 e nel lancio del martello con maniglia corta da kg. 7,260 dove realizza la misura di m. 12,25. Evidentemente il piacere di inserirsi nell’albo dei primati da parte degli atleti “master” fa sì che gli stessi prestino particolare attenzione ai primati da superare, il tutto a favore di una maggiore partecipazione all’attività su pista. Nelle altre gare, doppietta di Marco Popone (Atletica Barbas) che vince i 100 in 12”03 e i 200 in 24”31; facili le vittorie di Leonardo Selvaggi, atleta della categoria promesse della Polisportiva Magna Graecia di Cassano che nel doppio giro di pista dei metri 800 ottiene il tempo di 2:00.80 e nei metri 1500 taglia il traguardo dopo 4:22.09. Nei metri 3000 allievi Antonio Mazzitello (Ateltica San Costantino) si migliora di oltre 11 secondi, fermando i cronometri sul tempo di 9:18.27. Anche l’altra atleta, allenata sempre dal MdS Pasquale Mazzeo, Francesca Pancione (allieva dell’Atletica San Costantino) che nei metri 1500 si migliora di circa 18 secondi, portando il suo personale a 5:13.73. Nel lancio del giavellotto promesse John Barbarello (Atletica Barbas) porta il suo personale a m. 53,00, confidando in questo nuovo incremento per potersi ulteriormente migliorare ai prossimi campionati di categoria in programma a Rieti dal 12 al 14 giugno. Buona anche la prestazione di Attilio Trapasso (CSG Catanzaro Lido) che nella gara dei metri 5000 di marcia ottiene il tempo di 23:52.22. Nelle gare dei metri 100 e 200 femminili Rebecca Trotta (Atletica Cosenza) e Silvia Carputi (Fiamma Atletica Catanzaro) lottano appaiate fino al traguardo per la vittoria; nei m. 100 prevale Trotta, che vince col tempo di 13”73 e nei metri 200 Carputi col tempo di 28”08. La due giorni cosentina ha assegnato i titoli regionali agli atleti delle categorie ragazzi e ragazze che sono andati a: Marco Fabiano (Ateltica Rendese) nei metri 60 col tempo di 8”48; Youssef Nasroallah (Zagara Siderno) nei metri 1000 che conclude in 3:24.50; Giovanni Stranges (Atletica Amica) che nel salto in alto ottiene la misura di m. 1,20; Simone Spataro (Atletica Rendese) che vince il salto in lungo con m. 3,80; Alessandro Raneri (Atletica Olympus) che nel getto del peso scaglia l’attrezzo da kg. 2 a m. 14,14; Luigi Lecis che col giavellotto da grammi 400 ottiene un miglior lancio di m. 21,45. Tra le ragazze doppio titolo regionale nei metri 60 e nel salto in lungo, all’atleta della Cosenza K42 che ottiene ripettivamente 9”69 e m. 3,52.

pino pignata



Condividi con
Seguici su: